trucioli

‘Sono massone e resto fedele ai miei ideali’
Savona, addio al commercialista
che sfidò la Dc con una lettera a Andreotti

Savona  Sandro Gimelli 1983

Alessandro Gimelli ha lasciato la vita terrena a 77 anni. Commercialista, abitava ad Albisola Capo in corso Ferrari, aveva esercitato la professione a Savona, Millesimo, Albenga. Era luglio del 1983 quando convocò il cronista nel suo studio di Piazza Mameli per una conferenza stampa molto inedita ai quei tempi e vedremo perchè. Con lui presenti i vertici savonesi di una loggia massonica di Rito Scozzese Antico ed Accettato. Si dissociavano dalla P 2 ( Gelli, Teardo e C.). Ma Gimelli annunciava anche le dimissioni dalla Dc perché il segretario provinciale del partito aveva sancito l’incompatibilità, da qui la sferzante lettera indirizzata a Giulio Andreotti.

Continua…

Pieve di Teco come è difficile promuovere
la cultura se bisogna pagare la TV benemerita

Pieve di Teco conferenza-stampa- ok

Gli organi di informazione locale avevano annunciato, con enfasi, la due giorni di ‘Evento Libri’ e ‘CiboLibri’ il 29 e 30 ottobre. Per la prima volta Pieve di Teco sposava un’iniziativa culturale che avrebbe dovuto coinvolgere studenti, genitori, insegnanti, associazioni, enti, editori, autori. Come è andata a finire ? Nessuna notizia. Perchè ? (vedi la presentazione di trucioli….) Continua…

Loano: dove l’accesso al Rio Rolandette è addirittura sbarrato da un cancello privato

Lo-spillo-di-Loano

Il Piano di Bacino del torrente Nimbalto, redatto e approvato dalla Provincia il 25 novembre 2003, (Vedi…..) contiene elementi sconosciuti alla maggioranza dei loanesi per la gioia del potente, trasversale, ‘Partito del cemento’ che a Palazzo Doria ha solide fondamenta. Eppure Loano non è immune da esondazioni e allagamenti, danni. Sono tutti elencati – cause ed effetti – nell’elaborato di Bacino. Hanno solo ‘dimenticato’ Rio Rolandette  che impatta nelle Vignasse  dove il Comune ha previsto zona alberghiera. Mai decollata e in qualche caso clamorosamente sfumata come l’operazione Fresia – Oxilia. Continua…

I silenziatori di Noli

Goiseppe Niccoli sindaco Noli 2015

Doveva essere il consiglio comunale dello ‘scandalo a sfondo erotico’ ha titolato Il Secolo XIX in cronaca nazionale. Invece tutti delusi, esclusi maggioranza e minoranza consiliare ‘fraternamente’ uniti. Il video hard del sindaco Pino Niccoli non è andato in scena, neppure a porte chiuse. L’interpellanza di ‘Semplicemente Noli’ che nessuno organo di informazione aveva osato mettere in rete, salvo trucioli.it.,  è sparita, sciolta come neve al sole. Con un piccola tragicomica. La vicenda ha finito per espandersi a macchia d’olio al punto che chi l’aveva promossa ha abbandonato ogni velleità di rivincita a suon di gossip.  Continua…

Pornassio gossip: in vendita l’ex albergo Al Castagneto. Era la garçonière del principe di Monaco. Una storia inedita mai raccontata

Pornassio Ranieri_di_Monaco

L’edificio era sorto come albergo ristorante Al Castagneto (anni ’50), in pieno boom economico, ad opera di una società che faceva capo ai Molié – Dufour, industriali dolciari di Genova (Elah). Poi la vendita ad una congregazione di suore: ospitavano ora anziani, ora ragazzi nella stagione estiva. Quindi la chiusura, una nuova proprietà con Silvio Scarato, nativo di Cosio d’Arroscia, artigiano edile a Loano, oggi pensionato. Negli anni ’90 venne presentato un progetto di ristrutturazione in mini alloggi, ma restò al palo. Ora è in vendita al migliore offerente. Continua…

A Noli il sindaco tradito da un video hard
Interpellanza tra privacy, dignità, gogna

Goiseppe Niccoli sindaco Noli 2015

Una vicenda senza precedenti, non solo nella storia cittadina. Un sindaco chiamato a rispondere ad un’interpellanza choc: scabrosa e inopportuna? O doverosa? Ci si affida a ‘vox populi’ per  far sapere che il primo cittadino di Noli ha postato su Facebook e rimosso un video dal contenuto ‘decisamente particolare’. In altre parole protagonista di un breve filmato a sfondo pruriginoso che avrebbe dovuto restare privato e invece qualcuno l’ha ‘scoperto’ prima che fosse rimosso.  Continua…

Da Tokyo ad Albenga per riabbracciare, dopo 47 anni, il padrino e il parroco ora decano della diocesi che l’aveva battezzato

Michele Di Giuseppe 2016

Michele albenganese di Villalba e Koji  giapponene di Tokio si sono riabbracciati commossi dopo 47 anni.  I protagonisti di una storia molto singolare sono quasi coetanei: uno casualmente nella veste di padrino, l’altro di figlioccio emigrato giovanissimo in Italia per imparare l’arte culinaria del Bel Paese. Koji coinvolto in un incidente stradale trascorse la lunga riabilitazione nella clinica San Michele di Albenga. E’ proprio qui che a 22 anni maturò la sua conversione al cattolicesimo e  ha conosciuto colui che l’ha tenuto a battesimo. Ancora in vita, a 94 anni, il celebrante, monsignor Domenico Damonte allora parroco della Cattedrale, oggi canonico e decano della diocesi. Continua…

Pieve di Teco in Comune un ‘bando’ molto speciale per 2 assunzioni. Inammissibile!

Pieve di Teco stemma

Non sono voci da bar, sussurri, malelingue. E’ tutto scritto nero su bianco. Ovvero tre determine dirigenziali che hanno tra i protagonisti il segretario comunale, i 4 componenti della commissione giudicatrice e due beneficiari: un giovane ingegnere e un ‘tecnico’ specializzato (entrambi di frazione Muzio di Pieve di Teco). Proclamati vincitori di una selezione tra 4 aspiranti. Peccato che il bando sia stato reso pubblico, all’albo pretorio, il 16 agosto, mentre le domande dovevano essere presentate l’11 agosto (sic). Né annunci o manifesti.  Zitti, zitti. Domanda legittima: chi ha avvisato i  partecipanti al ‘concorso’ ? Siamo di fronte ad un palese schiaffo alla legalità ? Un caso di cui dovrebbe occuparsi la Procura della Repubblica ? Finora l’unica presa di posizione riservata, via Facebook, arriva dai seguaci del M5S.   Continua…

L’addio amaro di Sissi. Ha lasciato la mandria sui monti di Alto, Caprauna, Ormea. Il pastore, datore di lavoro, l’ha ‘licenziata’ dopo la testimonianza – reportage di Trucioli

Sissi Carlesso, 49 anni, l'ultima 'vaccara' fino a sabato 30 luglio 2016

Una storia triste che non avremmo mai voluto scrivere. Con un retroscena che – tra diritti e doveri – potrà essere approfondito.  trucioli.it, blog di volontari e senza scopo di lucro, ha raccontato, descritto la vita ed il lavoro sulle Alpi del Mare di Sissi (Simonetta) Carlesso, 49 anni, nubile, originaria di Torino, trasferitasi a Ceriale e da ultimo ad Alto (CN). Dall’estate 2014 accudiva, al pascolo, 80 mucche e una trentina di vitelli. Un servizio giornalistico in positivo e dal quale emergeva qualche piccolo neo. Lo spaccato di una realtà senza fronzoli, compresa la paga (500 € al mese), dell’unica ‘vaccara’ d’Italia alle dipendenze di un intraprendente pastore con stalla ad Aquila d’Arroscia. La moglie, a sua volta, gestisce una macelleria a Campochiesa d’Albenga. (Leggi l’articolo…..con 4821 lettori, ad oggi).  (E fotoservizio di Silvio Fasano ...). Vedi a fondo servizio raduno interregionale partigiano, domenica 7 agosto, ad Alto, a ricordo del martire Felice Cascione,presente il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino e l’orazione di Anna Assandri, presidente Anpi di Silvano d’Orba (Al), la più giovane presidente di sezione d’Italia. Continua…

Sissi l’ultima vaccara ‘eremita’ sulle Alpi del Mare: 80 mucche, 30 vitelli. Tra lupi, volpi, lepri, tre cani. Un desiderio? ‘Mettermi in proprio e avrei tanto desiderato un figlio’

Sissi pastorella

Sissi (Simonetta) Carlesso, 49 anni, è nata a Torino. A 7 anni pascolava le mucche del nonno a Pralormo, poi con lo zio a Mombercelli nell’astigiano. A 14 anni, con mamma, si è trasferita a Ceriale fino al 2014. Ora vive ad Alto. Da maggio a novembre accudisce una mandria sulle splendide Alpi del Mare, tra Piemonte e Liguria: a Colle San Bartolomeo, 1400 metri slm. 80 mucche, una trentina di vitelli. Impegnata 7 giorni su 7.  Una vita dura, semplice, d’altri tempi. Un desiderio ? “Vorrei vedere le vecchie le malghe abitate. Sono 16 e 40 anni fa, nella stagione estiva, erano meta di pastori. 500 capi di bestiame: vacche, pecore, capre. Oggi un deserto. Sono sola, ma la solitudine non mi pesa. Viviamo in un mondo che non sento più il mio….”. Continua…

L’intervista – I ricordi di Pino Josi: Il cardinale Siri. Massoneria, P2, i padrini di Teardo, il Psi. Sanità, spesa farmaceutica, sprechi. Pietra Ligure? E’ più bella, ma ha fallito sul S. Corona. E per mio papà …

Pietra Ligure Pino Josi anteprima

Pino Josi, laurea in ingegneria navale e meccanica, ai tempi del ginnasio e del liceo, era considerato dagli insegnanti, dai suoi compagni e compagne, un ingegno, senza spocchia, gran lettore di libri spesso astrusi, carattere spiritoso. Per sette anni assessore regionale socialista alla Sanità, senza macchie. Faceva la guerra alla spesa farmaceutica, tra i primi successi la ‘lettura ottica’ delle ricette. Il successore l’ha subito abolita. Con il cardinale Siri aveva un rapporto di reciproca stima. Qualche volta gli telefonava il presidente Scalfaro. Josi legge molti libri di greco antico e di neuroscienze. “Noi siamo figli dell’uomo di 30 mila anni fa”.
Continua…

La Pietra di Nava, cava chiusa dopo il suicidio del titolare e la morte del padre

Emilio Fossati -  sindaco Comune di Pornassio

Si è ‘spenta’ senza riflettori Tv, articoli stampa e on line, la cava ‘Pietra di Nava’ (Comune di Pornassio). Il suo motto era ‘Bellezza senza tempo’. Portare prestigio nel proprio ambiente, esprimere la propria cultura e il legame con la propria terra. La ‘Pietra di Nava’ utilizzata in km di muri, rivestimenti interni ed esterni, caminetti, pilastri, archi, giardini. I massi a protezione di imponenti porti turistici: Loano, Imperia, Diano Marina. Il suicidio, per motivi famigliari, di Francesco Gola, cuneese doc, titolare dell’azienda, ha imposto la chiusura. E da poco tempo è mancato anche papà che aveva lasciato le redini al figlio. Regione Liguria e Comune si sono accordati per un nuovo bando di assegnazione dell’attività estrattiva. Continua…

Se Cristo non si è fermato a Monesi… aperta la strada per Limone ma si chiude…

La coppia di canguri nel giardino di Belfagor a Monesi (foto riservata copjright)

Novità importanti per i visitatori delle straordinarie bellezze naturali delle Alpi Marittime e le perle lungo l’ex strada militare Monesi – Limone. Per due giorni la settimana (lunedì e martedì) divieto di accesso – contrariamente  alla stagione 2015 – alle auto e moto. Due giorni riservati a mountain bike e ai pedoni. Non solo, le manifestazioni turistiche, folkloristiche, ludico – sportive, anche a piedi,  dovranno avere l’assenso dell’ente gestore del Sic-Zps Alpi Marittime. Per l’economia di Monesi è positivo o è un altra ‘batosta’ ? che si aggiunge al dramma frana. Preservare la natura, l’habit – dopo la ‘strage impunita’, a suon di cemento e asfalto, che ha deturpato la fascia costiera ligure – significa salvare un angolo di paradiso terrestre. Purchè sull’altare non si sacrifichino solo gli ultimi ‘eroi’ e si metta finalmente in atto una strategia capace di dare un futuro. Non a parole e promesse. Continua…

Finalmente?! Monesi isolata, tutti a piedi
L’ultimo vero spettacolo? Frana la strada

Fabio Natta

Dove spira il vento del futuro: Monesi di Triora, Monesi di Mendatica con le sue frazioni: Valcona Soprana e Sottana, Salse. E Piaggia capoluogo di Briga Alta. Nel terzo secolo dopo Cristo, finalmente isolati da venerdi 17 giugno ‘causa frana’. Meritata ? Non esageriamo. Sta di fatto – carta canta – che il povero trucioli.it, peraltro coordinato da un ‘mendaighino’ vero, un anno e mezzo fa lanciava l’allarme raccogliendo il timore di un’allora assessore, farmacista in quel di Pieve di Teco. Durante l’ultimo alluvione era stato segnalato dai tecnici della Provincia un “pericoloso movimento franoso sulla provinciale per Monesi”. Ora strada chiusa. Una soluzione d’emergenza dopo proteste e indignazione: apertura di una  ’pista di cantiere’, in attesa del fine lavori tra sei mesi. Vedi anche il nuovo regolamento del 22 giugno scorso della strada Monesi Limone…..   ULTIMA ORA: GLI ORARI APERTURA STRADA FRANATA A FONDO PAGINA. Continua…

Commercialista di Loano alla ribalta,
da Genova una storia che scuote
Maristi, Salesiani, sindacati e la Conad

Loano Raineri Maristi

E’ stata la Repubblica, del 7 giugno scorso, a firma di Marco Preve, a titolare “Conad piace ai frati. Dopo lo Champagnat tocca ai Salesiani. I dipendenti dei Maristi protestano in strada”. Nell’approfondito servizio viene chiamato in causa, come superconsulente, Luigi Raineri commercialista di Loano “che segue le trattative con Conad sia per lo Champagnat – maristi, sia per i Salesiani di Quarto”. Nella città dei Doria, Raineri, professionista mai salito alla ribalta, forse qualche problemino di vecchia data per l’amministrazione di condomini. Ha l’ufficio nella palazzina conosciuta per essere stata la nuova sede del compianto notaio Giacomo Burastero, personalità ricca di storia. Continua…

E’ morta Cecilia, donna d’altri tempi
pioniera del primo telefono a Peagna

Peagna cartello

Se n’è andata senza chiasso, senza eco mediatica, in sordina, un giorno di primavera anomala. Ha raggiunto, in cielo, il paradiso terrestre dove l’attendevano due  amori carissimi: l’adorato figlio Giampiero e Gino, fiero ed esemplare marito. Così ci ha lasciati su questa terra di gioie e sofferenze, di giustizie ed ingiustizie, di persone perbene e mascalzoni, di anime pie e miscredenti, Cecilia Natero, 88 anni. Per la storia dimenticata di Peagna,  borgo sulla prima collina di Ceriale, Cecilia fu la prima persona, con la sua famiglia, ad usufruire del telefono pubblico. Agli albori degli anni sessanta. Continua…

Casa della Legalità: ‘Gli struzzi di Diano Marina’. Ma Claudio Scajola non c’entra

Giacomo Chiappori (da Il Secolo XIX)

Chi non brinderebbe, non canterebbe vittoria, al posto di Giacomo Chiappori, sfortunato nelle ‘amicizie’, ma baciato dalla solidarietà di tantissimi elettori concittadini. Altri avrebbero organizzato una festa popolare intitolato ‘Quando l’onestà paga’. Purtroppo, con incredulità, c’è chi non è d’accordo e continua a martellare. Leggi La Casa della Legalità: Gli struzzi di Diano Marina….  O ancora cosa accade quando ci sia trasforma in struzzi. Continua…

Elezioni virtuose. Lista unica,
il buon esempio di cinque paesi imperiesi

Elezioni comunali 2016

Basta contrapposizioni, personalismi, risse (dal cattivo esempio del Parlamento). Il ‘modello imperiese’, seppure non sia l’unico, sta guadagnando consenso. Cinque paesi dell’entroterra (nelle scorse elezioni è  già accaduto a Mendatica) hanno scelto di presentare una sola formazione, superando anche l’incertezza del quorum.  Sono Caravonica,  Costarainera, Chiusavecchia, Pompeiana, Seborga.  In altri 15 Comuni al voto si sono confrontate due liste. Continua…

Appello di Luca Nucera da Ceriale: ‘Confiscata un’area di 24 mila mq per errore. Ho deciso, vado all’estero. Mia nonna 100 anni vende gelati con mamma ad Abu Dhabi’

Luca Nucera Ceriale marzo 2016

Non c’è limite alle sorprese nella ‘Nucera story’ tra inchieste, processi, condanne, assoluzioni, fallimenti e dietro l’angolo probabili altri clamorosi colpi di scena. Le assoluzioni per lo ‘scandalo T1′ (la maggiore operazione edilizia in Liguria) potrebbero essere la conferma dei ‘castelli di carta’? Ora si scopre che il Comune di Ceriale ha confiscato non solo le aree al centro della prima inchiesta edilizia (una villa e pertinenze di Regione Parei), ma anche 24 mila mq. di proprietà Ismea di Roma, di cui 12 mila mq coperti a serra. “Il terreno non è nostro’ rivela Luca Nucera, geometra, fratello dell’architetto Andrea e di Monica.  Continua…

Loano noi habemus sindaco, grazie Lega!

Lo-spillo-di-Loano

Loano il suo sindaco l’ha già ‘incoronato. La ‘Messa cantata’ pure. Un grazie particolare lo merita la Lega Nord che, tuttavia, a Loano, non pratica il ‘Vangelo secondo Salvini’. E  un ‘riconoscimento al merito’ può essere attribuito, con qualche distinguo, al Pd cittadino, provinciale e Ligure;  alla lista civica LÖA NOI.  Comunque sia tanti candidati volenterosi, esordienti inclusi. E beati i figli dei ‘giochi’ ormai fatti ! ULTIMA ORA. Leggi a fondo pagina un volantino (anonimo) affisso sui portoni dei palazzi in centro città. Continua…

Ristoranti in Liguria. Vizzari: ‘Penuria di tavole di valore, un’eccellenza a Mentone’

Enzo Vizzari direttore Le guide de l'Espresso

Un dèja-vu. Un altro ceffone, qualora ce ne fosse bisogno, alla ristorazione ligure nonostante pare non manchino fans e giudizi positivi, basti pensare alla promozione settimanale di Rai 3 Liguria. A riproporre il ‘tema dolente’, come del resto documentano le classifiche delle maggiori ‘ guide’, è ancora una volta Enzo Vizzari, direttore della Guida de L’Espresso Ristoranti d’Italia e Vini d’Italia, critico enogastronomico, collaboratore de La Repubblica, scrittore. Continua…

Ceriale strada sbarrata da catenaccio, il Comune: ‘Espropriamo la catena’.
E come perdere un contributo per le scuole

Ennio Fazio sindaco di Ceriale

Si potrebbe definire una storiella da crepare di risate. Purtroppo è una comica di ben altro spessore. Una strada pubblica da oltre un decennio è preclusa al traffico. Unirebbe la rete stradale cittadina, poco lontano dal centro città. Invece stop per tutti: vigili del fuoco, protezione civile, ambulanze, spesso con i minuti preziosi per salvare una vita. Altro tema, sempre da Ceriale, reso noto con comunicato stampa dal consigliere  Luigi Giordano: “Come perdere un contributo di ristrutturazione, messa in sicurezza, antisismico, efficienza energetica di immobili pubblici adibiti a servizio scolastico. Continua…

Savona dietro le quinte. La sfida dell’inflazione: 14 liste, 7 ‘sindaci’, 439 candidati alle poltrone. I nomi più ‘curiosi’

Savona elezioni (da Savona news)

Nessuno si aspetti la pagella dei ‘buoni’ e dei ‘cattivi’, degli ‘angeli’ e dei ‘diavoli’, di bocciato o promosso. Un viaggio senza pretese. Curiosare nelle liste dei 439 candidati. Con poche certezze. FI del miliardario Berlusconi non è mai stata in grado di eleggere un sindaco. Nel 2016 il gioco e la storia si ripeteranno? Oppure è la volta buona. La svolta. Lo abbiamo chiesto ad un veterano testimone della ‘politica’ cittadina che non ha dubbi. Il partito trasversale degli affari, dopo qualche disgrazia,mantiene molte chance. Il patto segreto Burlando – Scajola (entrambi in disgrazia) ha ancora valore ? Nel ponente ligure c’è un rimescolamento di carte. la ‘cura romana di Verdini’ sembra avvicinarsi. Sarà ballottaggio Pd- M5S.  Un recente sondaggio prevede invece tra Pdl e grillini. Continua…

Loano, la passeggiata del sindaco (rieletto),
i 50 metri dal cimitero. Dolci varianti al PRG

Luigi Pignocca

I  bookmakers non lasciano scampo. Luigi Pignocca, senza patemi d’animo, ‘condannato a vincere’. Seguito, a qualche lunghezza, dal commercialista Paolo Gervasi, più staccato Giovanni Siccardi assicuratore in pensione. Li hanno definiti ‘ ‘magnifici tre’.Beati loro ! Loano sorride, brava gente, non c’è che dire. Gli ‘amici del cemento’, pur senza l’omonimo partito, hanno regalato alla comunità un’altra chicca passata inosservata alla ‘buona stampa’. E’ possibile costruire a 50 metri dal camposanto (quello vecchio, per intenderci). Il merito? Per iniziativa privata e variante al piano regolatore dei comparti Mazzocchi e Traxende. Riduzione della fascia di rispetto cimiteriale rispetto ai 200 metri attuali. Continua…

La morte di Enzo: a Ponte di Nava dopo 150 anni chiuso l’alimentari – edicola – tabacchi

Enzo Launo

Ponte di Nava, sui confini tra la provincia di Cuneo e Imperia, frazione di Ormea, meno di 40 abitanti. Tre ristoranti, di cui un albergo, un bar, tre negozi di alimentari, compresa una panetteria dove negli anni ’50 e ’60,negli week end si faceva la coda per comprare pane e grissini squisiti, preparati da mani esperte, cotti nel forno a legna. Il paese da un mese e mezzo è orfano di un concittadino benemerito, con la B maiuscola. Una morte improvvisa, fulminante, l’ha colto in camera da letto. Uno strazio per la moglie, i due figli, i nipotini e la mamma ultranovantenne. Una perdita ‘pesante’ con la conseguenza della chiusura della rivendita di generi alimentari, edicola, tabacchi.  Continua…

Danilo e Gianluca, amici che hanno ‘adottato’ il rifugio di Chionea e cucinano per 15 clienti

Ormea Danilo Pelassa e Gianluca Gai anteprima

In Val Tanaro i rifugi sono quattro. Quello di Chionea (frazione di Ormea,) a 1100 metri di altezza, ha una straordinaria storia recentissima. L’edificio della scuola elementare, senza studenti, ristrutturato dal Comune ed adibito all’ospitalità. Una sala pranzo di pochi tavoli per una quindicina di commensali. Due camere da letto con 12 posti letto. Un locale nato dalla scelta di vita di due amici: Danilo Pelassa di Mendatica e Gianluca Gai di Ormea. Hanno lasciato il lavoro di perito chimico il primo, artigiano di restauri e decorazioni il secondo.  Continua…

E a Loano suonò il silenzio

Luigi Soro

E’ prassi abituale che una dipendente comunale nel giro di 5 anni venga ‘trasferita’ in quattro diversi uffici ? Accade a Palazzo Doria, sede del Municipio. E’ normale che alla stessa impiegata sia inflitta, a seguito di un procedimento disciplinare,  la sospensione dal servizio e dalla retribuzione per 3 giorni e poi di fronte alla Commissione provinciale del Lavoro venga accolto il ricorso della dipendente all’unanimità? Doveva rispondere di inosservanza di una disposizione legittimamente data dal proprio dirigente. Altra nota assai più dolente: suona da tempo il silenzio nonostante sia stato smantellato il comando dei vigili urbani. Continua…

Grazie Loano, finalmente via La Quiete, dopo 20 anni arriva un RTA alberghiero.
E il Pd? In pista testimonial da ‘mani pulite’

Vittorio-Burastero

Ci perdoneranno i lettori. Una delle più belle notizie degli ultimi anni di Loano non ha avuto l’eco ed il risalto che meritava. L’ex colonia La Quiete, ormai rudere e in brutta mostra, affacciata sul mare e sul mega porto turistico, sarà trasformata in Resistenza Turistico Alberghiera. La struttura era stata acquistata dalla famiglia Panozzo, operatori turistici d’eccellenza e di lungo corso. A vendere era stato l’ultimo proprietario, la banca San Paolo di Torino. Ora con la giunta del sindaco Pignocca, l’attesa svolta è andata in porto. Via libera al progetto dell’architetto Angelo De Francesco.  Continua…

Il ponte di Borgo Castello (Loano): committente di Torino, direttore dei lavori
di Bardineto, impresa di Calizzano

Loano concessione edilizia ponte

Il  nuovo ponte di Borgo Castello sarà inaugurato prima delle elezioni comunali ? Un’opera attesa anche perchè la vecchia struttura era pericolosa e vietata al transito degli automezzi. Creando pure obiettivi ostacoli a prevedibili, futuri interventi edilizi sulla sponda di ponente del Nimbalto. I lavori, contrariamente a quanto si vocifera da male informati o disinformati, non hanno come committente il Comune, ma una solida impresa di Torino che ricostruisce il ponte a scomputo di oneri di urbanizzazione per l’edificio Villa Licia, in via Aurelia. In precedenza aveva acquistato dal Comune e dalla fondazione Simone Stella, Villa Italia, valorizzata in seconde case.    Continua…

Bandiera blu, Ceriale promossa, ma irrompe il caro parcheggi: 1€ per 5 minuti di sosta.
E le ‘antenne della salute’ tra case e scuole ?

Ennio Fazio 2015

Una bella notizia per Ceriale e l’amministrazione comunale ‘guidata’ dal sindaco – floricoltore di FI, Ennio Fazio, reduce della clamorosa assoluzione per lo ‘scandalo’ T1 – Nucera, crollato come un castello di carta.  La cittadino, con 2016, entra a far parte dei promossi con la bandiera blu, grazie ad una serie di requisiti balneari, la principale industria della Riviera. Purtroppo, a guastare la festa, irrompe il ‘caso caro parcheggi’. Luigi Giordano, già candidato sindaco e consigliere di opposizione, protesta per la tariffa minima: 1€  per 5 minuti di sosta è davvero grottesco !  Continua…

A Savona Ivg.it sbaraglia tutti: ‘Ci leggono 4 cittadini su 5, il 79% laureati. 50 mila accessi al giorno mentre giornali e tv locali crollano’. Storie dimenticate di giornalisti e direttori

Matteo Rainisio editore IVG- Edinet

Iniziamo dal titolo (autocelebrativo?): “10 anni di Ivg.it, come da una chiacchierata al bar sono nati 18 posti di lavoro”. E ultime novità sulla diffusione: “A marzo 2016 raggiunti 50 mila accessi al giorno con una crescita del 20% rispetto allo scorso anno”. L’editore-proprietario esulta e scrive: “Mentre noi cresciamo sono sempre meno le copie vendute dai giornali nelle edicole savonesi, come certificato da ADS. Così come Auditel ogni mese mette nero su bianco il crollo di ascolti delle televisioni locali”. Lo smacco ai “media tradizionali” è servito attraverso un comunicato. Storia di un giovane giornale on line di provincia: informazione, cronaca, sport, alle spalle provider, ideazione di magazine e siti Internet, a cominciare dall’Unione Industriali della provincia di Savona, a enti pubblici (Comune di Loano), fino ad aziende private. Una mano lava l’altra. Io ti aiuto e tu mi aiuti. Un occhio di riguardo reciproco. Scenario per nulla insolito nell’informazione.  Continua…

Loano, il ‘manifestone’ di Luca: votatemi!
Da 20 anni sono il Vostro angelo custode

Loano Luca Lettieri

Non si può dire che il ‘pio assessore’ faccia le cose di nascosto. Dalle dichiarazioni  stampa, all’auto promozione, aiuti ai nuclei famigliari residenti più bisognosi, ispirandosi alla scuola dei professionisti della politica. Niente manifestini sui muri della città, solo gigantografie. Loano stravede, da anni, per i ‘faccioni’  sorridenti. Benemeriti con 20 anni di servizio e spirito di esemplare abnegazione per Palazzo Doria. C’è anche chi si avvicina al traguardo della trentina (sempre in servizio attivo). E non si dica, per favore, che non ci sia rinnovamento. E’ tutta meritocrazia fondata sulla competenza, efficienza, capacità manageriali, lungimiranza. Continua…

Monesi di Mendatica è nato Ramingo, B&B

Cinzia Lanteri

Giornali cartacei e on line, Imperia TV , Rai 3 Regione, politici di destra e sinistra (grillini assenti), tutti tifosi di Monesi di Triora e Monesi di Mendatica (prima nata con poveri ‘tecci’ in pietra). Storia di boom edilizio ed economico, di corsa alla seconda casa in montagna. Poi gli anni dell’abbandono e crisi nera, desertificazionie. C’è chi  si è specializzato in annunci – spot sul ‘rilancio di Monesi’, sempre smentiti dai fatti. Per fortuna, da mosca bianca, c’è chi pur nel piccolo ha deciso di investire davvero. Dalle parole ai fatti, il buon esempio. Cosi è nato Ramingo. B&B di tre camere, da 14 mq. all’insegna del comfort. E, udite, udite, apertura annuale, con la possibilità di mezza pensione o pensione completa. Tutto merito di una coppia di commercianti di Imperia. Una bella notizia, farà notizia sui media regionali ? Continua…

Loano elezioni chi arriva, chi lascia

Il prof, Pietro Oliva già vice sindaco, presidente del consiglio comunale

Niente gran ballo e neppure paginate. Loano in punta di piedi si appresta ad eleggere o meglio riconfermare sindaco Luigi Pignocca. Lo conferma un sondaggio commissionato da chi può permetterselo ed il metodo viene utilizzato a livello nazionale. E’ vero che mancano oltre 40 giorni. Basterebbe mettere a confronto la vivacità elettorale loanese con quella di altri centri. Il Secolo XIX, senza andare lontano, ha già pubblicato 26 titoli sulla competizione di Diano Marina, oppure di Spotorno. A Loano le briciole, non certo per colpa dei mezzi di informazione. Sarà pur vero che non sono troppo curiosi, si accontentano di ciò che passa il ‘club’. Non sono interessati ai retroscena, molti, nonostante pompieri e palizzate. Continua…

Un solo distributore di giornali, 270 edicole, chiusure, crollo vendite. Poco o nulla si scrive

Edicola si vende

La lettera – segnalazione di un esercente alassino (‘Ho un bar, non mi forniscono più i quotidiani da vendere….) apre la finestra su un mondo di cui poco o nulla si viene a sapere, così come del resto accade nella vita delle redazioni locali. Ci occupiamo, è bene dirlo, della Provincia di Savona dove i lettori non hanno mai saputo, da fonte diretta, cosa è cambiato e cosa ha significato la fusione La Stampa – Il Secolo XIX da sempre in ‘sana’ concorrenza sulle notizie e sulla completezza d’informazione. E dal prossimo anno, cosa muterà ancora, con la concentrazione tra la società Itedi (Agnelli, Elkann, Perrone) e il Gruppo Espresso – Repubblica. In Provincia di Savona le edicole sono 270 (oltre alle estive), 4-5 chiudono ogni anno. I distributori di giornali e riviste da 4 sono scesi a 1. Hanno cessato o riconvertito Consavella, Panizza, Mantovani. Quest’ultimo è confluito nella Regis Eugenio Sas e C. con sede a Vado Ligure, 4 generazioni e rimasta unica operante.   Continua…

Loano vota sindaco Pignocca, Siccardi e Pesce. I ‘Cittadini (dis)Attivi’ nella gabbia

Pierluigi Pesce

Ivg.it ha battuto tutti. L’organo di informazione libero, indipendente, qualificato (dal Comune di Loano ha sempre preso ufficialmente soldi per collaborazione meritocratica) dopo aver annunciato l’entrata e l’uscita dal ‘campo di gioco’ di Chicco Garassini nell’attivissimo gruppo di ‘Cittadini Attivi’ (con mente pensante ex grillina), ha informato i lettori che il Pd ha designato Giovanni Siccardi, un galantuomo senza conflitti di interesse, aggiungiamo. E ancora, sempre da Ivg.it, ecco il ritorno di Piero Pesce, pezzo da 90 della politica già socialista craxiana, accorso a soccorrere il governo di Boissano. Quindi le dimissioni, improvvise ? Infine la ‘chiamata’ degli indipendenti rifondatori della società civile loanese. Pesce candidato sindaco? Concorrente del ‘compagno Siccardi’ ? O suo vice sindaco ? Un destino da ‘vice’ insomma per l’ex barbiere di via Garibaldi, poi ex dipendente del S. Corona. Il più veterano servitore della politica attiva a Loano, dal 1978 (solo da 38 anni). Neppure un riposo, seguito a ruota dal concittadino illustrissimo e più potente Vaccarezza, soprannominato ‘Angelo del cielo’ e della provvidenza scajolana. Benefattore di poltrone nell’entourage. Continua…

Giallo a Pietra Ligure. Il tribunale di Savona ha venduto all’asta, per ‘orto irriguo’, una ‘strada privata’ che è ‘pubblica’ da decenni

Il dr Paolo Fontana ex consigliere comunale di Pietra Ligure

Un giallo rimasto finora tra i confini di Pietra Ligure. Un anziano di Voghera ha acquistato all’asta dal tribunale di Savona,  per 3.500 euro, un ‘frutteto irriguo’ di 2500 mq. Una vendita nell’ambito delle procedure fallimentari del gruppo Nucera di Ceriale. Il perito designato dai giudici ignora che non si tratta di ‘terreno agricolo’. E’ una ‘strada privata’, mai acquisita al patrimonio comunale (non è certo il primo caso, sono decine le situazioni analoghe solo nel savonese), sempre asfaltata dal Comune, dotata  illuminazione, sottoservizi, abitata da centinaia di persone, a ridosso dell’ex cantiere navale. Il caso è stato discusso in consiglio comunale per una mozione di Mario Carrara. La maggioranza ha scelto la linea morbida, i tempi lunghi: no all’esproprio, no ad un’azione possessoria. Ha affidato il contenzioso all’avv. Paola De Vincenzi, prima dei non eletti del Polo di Centrodestra.  ULTIMA ORA: riceviamo e pubblichiamo (vedi a fondo pezzo) dal consigliere Paolo Fontana. Continua…

Retroscena, in sala Luca Nucera. Ceriale non si spegne l’eco ‘Finalmente assolti’.
Il sindaco: ‘agiremo per disastro ambientale’

Luca Nucera Ceriale marzo 2016

C’è almeno un curioso retroscena nella ‘festa’ organizzata, a Ceriale, dopo la piena assoluzione dei sindaci Ennio Fazio e Piero Rvetria per quello che era stato definito e sbattuto in prima pagina e sulle locandine: ‘scandalo, cricca, associazione a delinquere…’. Nella sala del bar Garden del Lungumore, tra le tante personalità (l’ex ministro Scajola), sindaci del centro destra e centro sinistra, consiglieri regionali, c’era anche Luca Nucera, geometra, fratello di Andrea, architetto, latitante negli Emirati Arabi. Luca, estraneo alle vicende giudiziarie, non ha mai reso dichiarazioni pubbliche. Si è sempre dichiarato vittima, abita, da custode giudiziale, in una delle tre ville sequestrate ai Nucera di regione Parei. Continua…

L’ecomostro parla. Pietra L. suore, diocesi, onlus, Comune. Conflitto di interessi La Marinella? Sindaco, il vice e l’assessore…

Avio Valeriani sindaco di Pietra Ligure

L’operazione immobiliare (26 mila metri cubi), secondo la scheda tecnica, non prevede aumento del carico abitativo, nè delle cubature. Un artificio ? C’è da sommare 6 mila mc. dell’edificio delle suore, 10 mila della Marinella (diocesi) che, c’è scritto, non verrà dismessa. E altri 10 mila virtuali ? Il vecchio istituto di corso Europa potrebbe essere convertito in alloggi, compatibili col piano regolatore. La nuova colata di cemento in zona non edificabile, ma mista, sboccia a fianco del campo sportivo. L’onlus ‘benefattrice’ e proprietaria arriva da Cesano Boscone; aveva ospitato Berlusconi durante la conversione di pena ai servizi sociali. L’ex vice sindaco, Mario Carrara, capogruppo in minoranza, è categorico nella bocciatura, Non solo, sindaco, il vice ed un assessore ‘assenti per incompatibilità’. Votano a favore 6 consiglieri (su 13) con ‘relazione’ del portavoce di maggioranza. Continua…

Ceriale, taci che l’amico (?) ti ascolta!

Lo-Spillo-di-Ceriale

Domenica 20 marzo, via Aurelia zona di San Rocco. Qui è facile trovare uno, due, camioncini che stazionano con il cartello ‘Vendesi frutta e verdura…noci di Sorrento, arance…’. Succede da anni. E’ il ‘mercato ambulante’ illegale che prospera nell’illegalità. Chi tace acconsente? Chi vende, se autorizzato, dovrebbe rispettare tempi limitati di sosta. Invece la ‘voce legalità’ non abita qui. Accade per il losco mercato della prostituzione e tutto ciò che gravita attorno. I cittadini costretti a convivere. Anzi, a tacere perchè il nemico ascolta, fa paura. Continua…

Pagina 3 di 1112345...10...Ultima »

collabora

collabora

Segnalazioni e consigli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Archivio Articoli

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

Chiudi