trucioli

Imperia Tv, viaggio da profani tra le carte depositate, per la prima volta bilancio in rosso di 70 mila euro

Francesco Zunino editore di Imperia Tv

Mentre il ‘vento della crisi’  investe giornali come Il Corriere della Sera, La Stampa, Il Secolo XIX, colossi della comunicazione, nella cittadella di Imperia Tv si festeggia il ‘vento in poppa’. Bilanci in ottima salute nel 2011 (in attesa del deposito ufficiale del 2012). Un editore di grinta e orgolio, Francesco Zunino, che da qualche mese nelle esternazioni pubbliche non risparmia strali alla politica inconcludente, ai suoi principali attori. A cominciare da chi è stato un ‘buon amico’, il potente ex ministro, Claudio Scajola. Qualche tempo fa, battute al vetriolo per la Camera di Commercio, presieduta dal notaio Aldo Amadeo. Dove arriverà ‘patron Francesco’ gran commis di pranzi e cene, il più ‘ricercato’ e amato ospite, nell’imperiese, da enti pubblici, associazioni, sodalizi, confraternite, feste e sagre di paese. Lo scettro di commensali di riguardo con la sua troupe. Continua…

Ceriale, ogni ‘scherzo’ vale anche al sindaco

Ennio-Fazio

‘Â Peagna l’ase ô ghe ragna, aô Seio’ u ghe finisce de ragnâ’ . Un vecchio detto dei tempi di Peagna povera, contadina, ma ricca di calore umano oggi scomparso (i pochi peagnoli rimasti quasi non si salutano l’un l’altro). C’era una volta ‘u Carachettu’, Romulu, u Parpelin, i Ricci,  ’u Tanacca’, ‘u Cibin’, u Merlettu, u Lenciu, u Pippu, i ‘Rusci’, Marinin de Baci, u Milanese, i ‘Antò’, Giacuminun, a Cascetta, l’African de Paverna e altri. Oggi il loro ‘idolo’, pochi esclusi, è Ennio Fazio, il sindaco agricoltore, come lo fu Delfino con meno ascendenza. Continua…

Colle di Nava, l’equitazione di campagna punta su pony e divertimento. Basta gare

Nava cavalli 6

E’ stata ‘capitale della lavanda’ nell’area delle Alpi Marittime. Nava con i cimeli-attrazione  dei suoi storici forti che da vita alla neo associazione-circolo La Valle dei Forti. La agreste frazione di Pornassio, negli anni del boom economico, ospitava un paio di pastore, alcune ville padronali di prestigiose famiglie di industriali imperiesi. Negli anni del suo ultimo mitico parroco, don Gastaldi, era sede estiva di campi di esercitazione militare.  C’erano i seminaristi della diocesi di Albenga-Imperia, il convitto di suore e di salesiani. La nebbia non frenava sviluppo e turismo. Con qualche casa di troppo e conseguenti strascichi giudiziari. Da una ventina di giorni ha aperto i battenti la nuova gestione del centro di equitazione.  Sarà la volta buona? Continua…

Albenga verso le elezioni / L’ex sindaco Tabbò: città laboratorio matura al rinnovamento e sfida della comunicazione

Antonello Tabbò

Dopo Mauro Zunino, già sindaco, imprenditore; Gerry Delfino, già assessore e noto ‘libraio-editore’, trucioli.it ha intervistato un altro ex primo cittadino, l’avvocato Antonello Tabbò. Moderato, origini democristiane, ‘gran signore’ delle buone maniere, un politico che non urla e rispetta l’avversario. Nulla a che vedere con la veemenza linguistica, a volte provocatoria, del successore leghista Rosy Guarnieri, tra l’altro, alle prese con la condanna (appellata) per asseriti abusi edili nella casa di famiglia.  Altri tempi i Bossi ad Albenga col pollice in giù per i ‘condannati’. L’avvocato  Tabbò, da cittadino, ha risposto alle domande, compresa quella che propone di chiedere agli aspiranti sindaci la dichiarazione dei redditi,  quanto guadagnano nel lavoro, eventuali proprietà, spese per la campagna elettorale. E ancora, cosa pensa di un coinvolgimento di imprenditori meritocratici quali i Noberasco.  Come giudica i consiglieri comunali voltagabbana e traditori, i politici-affaristi, il voto dei meridionali, la candidatura di Cangiano.
Continua…

Rotary Club di Savona e di Varazze: la trasparenza è di casa, donne al vertice

Diego-Vernazza

Un viaggio tra élite e solidarietà, tra riti cerimoniali e tavole rotonde, tra serate conviviali settimanali, quote annuali di iscrizione che oscillano tra i 700 e mille €. In alcuni casi bisogna aggiungere il costo del ristorante ‘convenzionato’  e utilizzato per gli incontri, in altre è compreso nella quota, dunque chi non va paga lo stesso. Le assenze, in teoria, dovrebbero essere sempre giustificate, in realtà c’è tolleranza e rarissimi i casi di espulsione. Un ruolo preminente, come accade in altre realtà socio-economiche, avanza con il mondo femminile, seppure la presenza sia una nettissima minoranza. A Savona, nel precedente biennio, presidente del più numeroso e pioniere club provinciale, era in carica Elsa Ferrua, ora presidente della Commissione amministrazione. A Varazze, nel più trasparente (fonte internet) club ligure, presieduto dall’avv. Rosavio Bellasio, si prevede che a succedergli sarà la segretaria del club Gianfranca Tempestini. La vice presidente è Ernesta La Foce. Continua…

Il personaggio / Il pastore di Isallo snobba la Riviera: con mamma come ai vecchi tempi. La carne pregiata finisce a Giustenice

IGiannino Tassisto

La Val Maremola ha un giovane pastore che vive isolato in mezzo ai monti, ma pochi lo sanno. Ama il suo lavoro e non lo abbandonerebbe se non costretto dalla salute e dall’età. Gli fa compagnia l’anziana mamma. Una vecchia casa agricola e la stalla, una trentina di mucche e vitelli, circondati da un fitta vegetazione. Una grande finestra sul mare della Riviera ponentina. Hanno rinunciato al lusso e alle comodità, all’insegna di una vita d’altri tempi per Giannino Tassisto, 48 anni, figlio unico di Maria Zuffo, sulla soglia dell’ottantina, da 20 anni vedova di Giuseppe che se n’è andato a 66 anni. La pregiata carne dei loro vitelli (solo latte e niente mangimi, mucche 360 giorni al pascolo), finisce tutta all’unico macellaio di Giustenice. Un prodotto davvero nostrano e a chilometro zero. Eppure nessuno ne parla.

Continua…

Borghetto S. Spirito / Le due delibere del sindaco Gandolfo e il ‘caso Maritano’

Giovanni Gandolfo

Ai lettori di trucioli.it  avevamo fatto una promessa con un ‘forse’: fare luce su un asserito ‘memoriale’ o ‘pro memoria’ che avrebbe scritto l’assassino-suicida di Loano, Paolo Moisello.  Vogliamo ancora approfondire, ma emerge qualcosa di più urgente, concreto, per la comunità di Borghetto S. Spirito. Lo avevamo dimenticato e chiediamo scusa. Sul numero del 25 ottobre 2012, un anno fa, il titolo di un articolo a firma di Silvestro Pampolini, ragioniere, candidato non eletto della sinistra: “La giunta Gandolfo? Più veloce della luce”. Chiamati in causa per due delibere varate dal capitano Gandolfo  (in pensione), ex consulente della locale Confcommercio, ex presidente Pro Loco, già candidato a Balestrino (7 voti). Con lui la giunta comunale ed i beneficiari diretti: la ditta Parvam della famiglia del dr. Giancarlo Maritano, medico di famiglia, ex assessore comunale a Loano, più volte candidato. Un personaggio pubblico. Continua…

Sergio Paglieri, giornalista. Pietra Ligure ha perso un amico, non se n’è accorta ?

Sergio-Paglieri-

Un vero signore colto, nelle parole, nella vita, sul lavoro, soprattutto con i giovani colleghi, gli ‘ultimi’. Non ero in Italia quando Sergio Paglieri ha chiuso i suoi occhi, buoni e penetranti. Ho letto, commosso, il ricordo-ritratto nella interessante rubrica “Se ne sono andati“, curata da Massimiliano Salvo su la Repubblica- Liguria. Una piccola lacuna. Sergio era affezionato a Pietra Ligure. La moglie, Graziana, archeologa e professoressa, era figlia del prof. Gaetano Grosso che, a metà anni ’70, è stato assessore e consigliere comunale. Un cittadino rigoroso, autore di una ricerca sulle origini (dal 1580) delle famiglie Rembado e De Vincenzi della frazione Ranzi. Ebbene, Sergio, giornalista a 31 anni, non ha mai interferito;  né in modo diretto, né per interposta persona come spesso accade nella vita di un giornale. Prima da corrispondente, poi da cronista ho affrontato tematiche che coinvolgevano l’assessore Grosso. Continua…

Loano: mille grazie a Franco, cittadino esemplare e benemerito

Franco Calderara albergo San Giorgio

Ai funerali religiosi gran folla, affetto, solidarietà, la stima sincera che Franco Calderara meritava. Lui non ha mai sgomitato per gli onori terreni, ma era un uomo che proprio per l’impegno sociale e civile (i giovani e la pallacanestro), per i meriti sul campo prima nel mondo alberghiero, poi da ristoratore, avrebbe dovuto ricevere pubblici attestati di benemerenza. Spesso accade: onorati da morti, trascurati da vivi. Una storia da cittadino esemplare ha accompagnato nella sua ultima dimora Franco, conosciuto soprattutto per l’attività nel ristorante-pizzeria Il Gambero, a fianco alla cittadella del Santa Corona di Pietra Ligure. In precedenza aveva gestito l’albergo San Giorgio, a Loano, dove è stato tra gli animatori dell’Associazione Dilettantistica Pallacanestro, nata nel luglio 1989.

Continua…

Borghetto S.Spirito / Aridatece un sindaco…

Giovanni Gandolfo

Il paese delle stranezze e della paralisi? Può accadere che giornali e  siti web (internet) annuncino all’unisono: “Mercoledì l’Unitre apre…con il giudice Giorgi e il ricordo di Stefania”.  Invece del tragico destino toccato al vice sindaco non si è fatto (opportunamente) cenno. Per tanti buoni motivi. Semmai c’è stata l’interessante relazione di una prima della classe, già da studente: il giudice Fiorenza Giorgi. Ha trattato ‘la donna di fronte alla legge dal 1500 ai nostri giorni’. Borghetto S. Spirito, un paese dove accadono cose da prima pagina e rimaste con la sordina. Non per questo meno devastanti. Il cronista che non deve vendere copie, né incrementare la pubblicità per l’editore che lo paga, può permettersi la sfida di informare, con notizie vere e retroscena conosciuti. Nel rispetto del persone, non del servilismo e tanto meno delle fazioni alle prese magari di interessi inconfessabili. Con regie di politicanti ed affaristi. Continua…

Carcare, stangata sulle ‘lampade’ votive del camposanto? Raddoppio

Franco Bologna sindaco di Carcare

Il costo del canone annuo delle lampade cimiteriali, a Carcare, è stato raddoppiato? Il competente ufficio comunale assicura di non aver notizie e non aver dato pareri. Anche se , precisa, il Comune può assumere una delibera senza chiedere alcunché. Sono circa un migliaio, forse più, forse meno. L’ente locale incassa di agio annuale 7.500 euro. Sta di fatto che abbiamo di fronte un conte corrente postale (codice cliente mai mutato dal 1995)  in cui entro il 15 luglio bisogna versare  euro 65,60. Anzichè  32,80 pagati nel 2012,  31,20 nel 2011 e cosi via. Insomma dall’adeguamento Istat si passati alla stangata. “Forse si è trattato di un errore – si affrettano a spiegare in Comune -, è la prima e unica lamentela. In passato ci sono stati dei casi, ma rettificati”. Continua…

Borghetto S.Spirito/ Marco e Mirella Oliva: “I nostri 41 anni a La Borghesina e nel cuore Nasino”

I titolari del La Borghesina di Borghetto S. Spirito

Dal borgo agreste-medievale di Nasino, in val Pennavaira, alla Riviera turistica. Marco Oliva aveva 13 anni quando ha iniziato la prima stagione di lavoro al ristorante “Cameriera” di Regione Muragne a Ceriale. A 14 anni, ad Alassio, al G.H. Diana della famiglia Quadrelli. Poi un inverno in Svizzera, quindi all’hotel Foresta di Cervo che apparteneva ad un gruppo svedese. Nel 1971 la gestione di un locale (Bar Napoleon) sul lungomare di Loano. Da 41 anni, con la sorella Mirella,  è contitolare dell’ormai mitica La Borghesina di Borghetto S. Spirito e record  di longevità commerciale, insieme al K 609 della famiglia Lammardo. Continua…

L’intervista/ Decia: i ‘dominus’ di Savona, i ’3′ della casta, perché Di Tullio è ‘garanzia’

Roberto De Cia

Savona –  Taccuino, penna, l’ufficio è sobrio e ‘silenzioso’. Intervista in un momento di grandi turbolenze nella sinistra di Savona e non solo.  A Palazzo Sisto. Domande, risposte, riflessioni a getto, senza ‘paracadute’, senza condizioni a priori. Spaziano sui ‘dominus’ e casta.  Interessi, progetti, imprenditori, cooperative, professionisti. Ricordi. Continua…

Ecce Bombo ! No, ecce Uomini Liberi Savona

Antonio-Signorile

Un articolo pubblicato  su Uomini Liberi,  nel savonese leader incontrastato di smentite, lettere di scuse, rimozione di pezzi a tamburo battente.  Questa è informazione di qualità, documentata che riporta i fatti e non solo opinioni ? L’ultima impresa del suo manager giornalista, pardon editore puro, Antonio Signorile, risale a lunedì 10 febbraio 2014. Obiettivo di ignoti, ma non troppo, è stato bersagliato da ‘anonimi autori’ il presidente uscente dell’Arci, Giovanni Durante; una vita spesa anche per gli ideali. Epilogo: ennesima figuraccia e ‘navigatori’ tenuti all’oscuro. Continua…

Ceriale: Nucera story ? Boomerang in vista per il Comune

Andrea Nucera in una foto datata

Si avvicina la data dei tre anni ed il più grave scandalo edilizio della storia di Ceriale sta lanciando allarmanti segnali. Troppo intricata la sciagura per essere indovini. Basta leggere una parte, quella depositata, della montagna di carte della maxi inchiesta giudiziaria sfociata nel clamoroso sequestro del febbraio 2011 e poi i fallimenti a catena. Ci sono alcuni punti fermi e molti interrogativi. Chi ha riflettuto sulle conseguenze giuridiche del dissequestro? Quale la sorte del complesso immobiliare dopo gli osanna alla confisca e invece via i sigilli, con procedura fallimentare in corso. Essa prevede che pagati i creditori, se c’è un avanzo sia versato al ‘fallito’. Cioè società di Andrea Nucera. E che dire dell’interesse manifestato da una, forse due, società di fondi di investimento alla sollecitazione del dr. Alberto Marchese, curatore di Geo Sviluppo Immobiliare Italia Srl ? Professionisti ‘indipendenti’ da noi consultati ritengono che, alla fine, a lasciarci le penne sarà in particolare il Comune per non aver  subito contestato agli ‘aventi diritto’ la lottizzazione abusiva. Continua…

Alassio è più ‘povera’ senza Maria Teresa

Maria Teresa Verda Balzola

Maria Teresa Verda per decenni dietro le quinte della famiglia Balzola. Le istituzioni si sono doverosamente ricordate di due persone valide e benemerite nel contesto socio-economico-turistico. Il marito Rinaldo e l’amatissimo figlio Pasquale. A lei, allergica alle ‘passerelle’ e al ‘palcoscenico’, restava l’amore di moglie, mamma, nonna. L’intransigenza della dignità e il segreto di sentirsi coprotagonista della fortuna e della gloria del ‘marchio Balzola‘. Ma è Alassio che si ritrova più povera, moralmente ed umanamente, in quel suo tessuto corroso dallo sfascio di molti ideali. E’ partita per sempre la donna laboriosa e onesta, da sette decenni sulla plancia di comando di un’azienda. Ha abbracciato 150 anni di storia. Cara Maria Teresa, ti salutiamo chiedendo scusa per non essere stati capaci a smuovere le coscienze al Comune di Alassio, alla Camera di Commercio (due istituzioni) che ti hanno sempre dimenticato, ignorato. In buona fede, pensiamo, non per questo giustificabili. Continua…

Tuoni al Secolo XIX, via l’amministratore delegato sostituito con un ‘fedele’ di Elkann

Stefano Sisti  ha lasciato il Secolo XIX

Tornano momenti cruciali e apprensione nella sede centrale del Secolo XIX. Martedì, 9 luglio, nel box riservato alla ‘gerenza’, è scomparso il nome di Stefano Sisti (molti elogi quando fu nominato, tanti meriti) , sostituito da Maurizio Scanavino. I rumors di piazza Piccapietra sostengono che il fulmine  è ‘arrivato’ senza la ‘classica raccomandata’. Un ‘benservito’ via filo. Scanavino  ricopriva il ruolo di amministratore delegato  Publikompas (pubblicità). Ora la Sep (editrice proprietaria della gloriosa testata fondata nel 1886)  vede ancora Carlio Perrore, presidente; consiglieri Luca Ascani, Franco Capparelli (già al vertice dell’azienda), Nathalie Collin, Guglielmo Maisto, il primogenito Alessandro Perrone e Scanavino appunto. Voci e smentite si susseguono. Cessione del giornale alla famiglia Agnelli? Piano di smantellamento delle edizioni liguri de La Stampa, lasciando campo libero al Secolo XIX? Medicina per superare endemici bilanci in rosso, vendite in edicola attestate su 60 mila copie, contro le 140 di fine anni ’90.   Continua…

Classifica vendite dei quotidiani. L’editore di Alassio, tiene banco

Lorenzo Fazio editore

L’Italia, oltre ai primati di corruzione, evasione fiscale, consumo del territorio (cementazione), con la sola Grecia, è il paese che legge meno e male.  I quotidiani sono ben fatti, c’è concorrenza, ma vengono snobbati dal ‘popolino’.  Arduo analizzare le ragioni. Come in precedenza, trucioli.it, pubblica i dati aggiornati delle vendite di tutti i quotidiani italiani, ultimi dati maggio 2013. Il più diffuso in Liguria, Il Secolo XIX, mantiene le posizioni e piccola crescita. Diffusione media giornaliera: 61.518 copie (era più del doppio meno di 20 anni fa), totale vendite 59.035 contro 58.317 di aprile. Ma rispetto allo scorso anno il calo è del 6,8%. La Stampa, con l’edizione  ligure in lieve calo sia diffusione media, sia vendite in edicola. La prima si assesta su 225.697, la seconda 192.990.  Continua…

Borghetto S. Spirito: i 18 mestieri dell’edicolante

Massimo Alessi edicolante a Borghetto S. Spirito

Da 20 anni edicolante a Borghetto S. Spirito. Per Massimo Alessi è il diciottesimo e (forse) ultimo mestiere. Aveva iniziato dodicenne.  Una vita trascorsa sulla Riviera ponentina, tra Finale e Alassio. Penultima attività: tassista davanti all’ospedale  S. Corona. Nel passato esperienze di gelataio, pasticcere, barbiere, meccanico, rappresentante di commercio. Un uomo d’altri tempi, si direbbe. Invece.  Si parla e si straparla di lavoro, ma in questo caso abbiamo di fronte un ‘mastino’: 14-16 ore dietro il banco in stagione estiva, 12 ore la media abituale. Continua…

Savona/ Opere Sociali Servizi Spa, inchiesta sui bilanci con avvisi di garanzia

Savona –  Gli esposti firmati, un’informativa della Guardia di Finanza, ora l’inchiesta della Procura della Repubblica sfociata in una raffica di avvisi di garanzia. Falso in bilancio e false comunicazioni sociali? Sarebbero questi i pilastri accusatori (da dimostrare) issati contro i vertici del precedente Cda di Opere Sociali Servizi Spa, nata nell’aprile 2007. Per il 68% di proprietà  delle Opere Sociali N.S della Misericordia e il 32% della mega cooperativa ligure C.RE.S.S che fornisce servizi di personale fatturando il 70% dei ricavi aziendali della partecipata Spa. Continua…

Alassio e le sue spiagge. Giù la maschera degli intrighi !

Ernesto Schivo (Alassio)

Sarà successo a tanti cronisti. Mettere in agenda un articolo e rinviarlo fino a quando non fa più notizia. Non è proprio il ‘caso Alassio’. La sorte dei 4 stabilimenti balneari (Levante, Ponente, Cadorna e Adelasia) e delle 9-10 spiagge libere. Un ‘tesoro’ del Comune che negli anni ha portato più discussioni, polemiche, contrapposizioni, personalismi, vendette, ricorsi a giudici ordinari e amministrativi, indagini giudiziarie, scontri tra alleati, secondo soltanto alla ‘torta perenne’ dell’immobiliare (aree, strumento urbanistico, varianti, professionisti benedetti).  Così documenta l’archivio che evapora come l’acqua al sole. E’ trascorso qualche tempo, da quando avevamo interpellato il presidente della locale associazione bagni marini, Ernesto Schivo, per avere alcune informazioni e sapere cosa pensa la categoria in merito a ‘voci’  di riconferma delle cooperative sociali (Camino-Jobel e Arcadia) nella gestione della Sla, quando tutto sembrava messo in forse. Continua…

Savona e Imperia scosse per Gianbattista Pizzimbone: diploma al Boselli, poi Aimeri e Biancamano (3300 dipendenti). Arresti per un appalto da 90 milioni in Puglia

Giovanbattista Pizzimbone

I mass media, savonesi ed imperiesi in particolare, hanno dato notizia senza ‘sbattere il mostro in prima pagina’. L’ occasione ‘ghiotta‘. Giavanni Battista Pizzimbone, 48 anni il 4 maggio, cittadino di Montecarlo, residente a Ospedaletti, sposato, separato, senza figli, convivente, diploma da geometra al Boselli di Savona, presidente di  Biancamano Spa (3300 dipendenti), si è costituito lunedì mattina  dopo l’ordine di arresto (turbativa di gara d’appalto) del Gip di Trani. Coinvolti anche tre dipendenti. La madre abita a Bergeggi, il compianto papà era tecnico comunale a Savona, membro di commissione edilizia a Pietra Ligure (anni ’70). Il fratello, Pier Paolo, 45 anni il 4 marzo, vice presidente, assai meno schivo, è  spesso alla ribalta della cronaca, del gossip. E’ tra i fondatori dei Circoli del Buon Governo di Sanremo, Imperia, Albenga, Alassio, Acqui Terme.  Nella città del Muretto è stato abituale frequentatore del Palazzo, in ottimi rapporti con il popolare ex sindaco Marco Melgrati.  Con fedelissimi  e un paio di giornalisti in pool position. Continua…

Loano dirigente Sar licenziata, Acts condannata. Retroscena di 32 ‘malefatte’ ? Il giudice bocciò il ricorso e addebitò le spese

Marco Lengueglia

Marco Lengueglia, già sindaco Dc di Pieve di Teco, di Cisano sul Neva, assessore ad Albenga, definito ‘principe dei galantuomini’ , se n’è andato a novembre 2011. Manca la sua versione di presidente Sar che ha firmato il licenziamento di Milena Ferrando, promossa dirigente nel 2002;  carriera tutta interna all’azienda pubblica trasporti e da ultimo responsabile amministrativo. Assunta, non ancora ragioniere, dal presidente Mario Rembado, ex sindaco Dc di Loano, e di cui è stata allieva e segretaria. Il marito Franco Delfino,  descritto competente e preparato, designato direttore quando Luca Delbene era al vertice del Consorzio Acts. Poi Spa e che dovrebbe versare 500 mila € alla ex dipendente (dopo la fusione Sar-Acts). Il giudice del lavoro del tribunale di Savona ha dichiarato illegittimo l’allontanamento dall’azienda della moglie. Forse non è finita, si parla di appello. C’è in ballo un maxi risarcimento che, se concluso, non avrebbe precedenti nel savonese.   Continua…

Carabinieri a Savona: pensione da 14 mila € netti mensili. La Corte dei Conti taglia, ma….

Il generale dei carabinieri Massimo Cetola

Il Sole 24 Ore, prestigioso quotidiano della Confindustria, è tra i pochi organi di stampa ad aver pubblicato in risalto la notizia che la Corte dei Conti ha dichiarato illegittima la super-indennità dei vice comandanti generali dell’Arma che entrano in ‘ausiliaria’. Ovvero una volta lasciato il servizio. Un periodo di 5 anni in cui l’alto ufficiale può essere richiamato. Con un extra di 5-6 mila euro al mese che entra a far parte dell’assegno pensionistico, arrivando fino a 14 mila€ netti mensili. Tra i nomi citati due alti gradi che da giovani ufficiali prestarono servizio a Savona: Salvatore Fenu, capitano del nucleo operativo all’epoca delle bombe di Savona (’74-75) e Massimo Cetola, poco più che ventenne ebbe il comando la tenenza di Alassio, occupandosi del sequestro Berrino e poi comandante del Gruppo provinciale.      Continua…

Borghetto S.Spirito, quei sepolcri imbiancati per l’abbraccio a Stefania

Paolo-Moisello

Una tragedia censurata? Fiumi di inchiostro per la meravigliosa Stefania Maritano e la sua stimata, agiata famiglia di ex agricoltori. Stefania, vice sindaco, più onorata da morta che nella sua, spesso solitaria, attività amministrativa. Paolo Moisello  ’introverso, taciturno, scontroso, riservato, sfiduciato’ senza un solido lavoro. Colpevole di omicidio premeditato (ha confessato con scritto autografo). Nessuna certezza invece del movente. Copione di trame da improbabile film giallo? Lui nato ad Alassio, residenza a Ceriale, abitava a Loano dove ogni domenica mattina, alle 9, andava a Messa accompagnando la mamma Giuseppina.  ”U’ scia Andrea”, il papà, è stato socio in affari della famiglia Delbalzo; oggi proprietari di tre supermercati, alberghi e prossima apertura  di un maxi centro commerciale ad Albenga. Imprenditori operosi e schivi. E che dire della sorella, Clara Moisello, insegnante di religione nelle scuole medie loanesi? Continua…

Savona/ Lagasio, ingegnere: Aurelia bis? Ecco le colpe dello scempio

Carlo Ruggeri

Aurelia-bis, a Savona. Un disastro annunciato che purtroppo non risolverà i gravi problemi che soffocano la città, anzi li aggraveranno. Ma il progetto  esecutivo bisognava fermarlo prima, invece a Savona si accendono le polveri e fuochi d’artificio quando il bue è scappato dalla stalla.  Sarebbe interessante conoscere chi sono i veri artefici finali di questo colpo di grazia alla città.  Parla, su nostra sollecitazione,  Mario Lagasio, 66 anni, ingegnere, già giovane esponente della Dc-Forze Nuove negli anni ’80. Ha poi lasciato il partito per contrasti; è statato capogruppo in seno alla Comunità del Giovo e nel consiglio di amministrazione dell’Iacp, prima del suo scioglimento e trasformazione in Arte. Tra i testimoni ‘silenziosi’ di fatti e misfatti Continua…

Alassio dei record europei, se ‘corruzione’ e ‘poltronificio’ sporcano il mare. Reportage esclusivo

L'allevamento ittico al largo della costa di Alassio: per il Comune la concessione è decaduta e vanno rimossi i gabbioni

Un lunedì mattina di luglio, di sole e scirocco. Il vento, contrariamente alla tramontana, non ‘tiene pulite’ le acque del golfo. Bagnanti (per caso) sul litorale di levante di Alassio. Tra i primi ad arrivare nell’ “Ultima spiaggia” (Sla 1) da due anni affidata alla cooperativa Jobel, emazione de Il Cammino di Sanremo. Rapporti di collaborazione con la Caritas di Albenga. E’ l’unico stabilimento balneare a fare quasi il pienone, documentano le sequenze fotografiche,  grazie alla politica dei ‘prezzi bassi’ (7 € mezza giornata, 10 intera). Deserti e semideserti, almeno la mattina, altri ‘bagni privati’ compresi tra il vecchio bastione e passeggiata Cadorna. Con tante sorprese. Acqua del mare sporca, estesa massa oleosa (non da idrocarburi), bollicine bianche. Un bagnino, 40 anni di esperienza, sostiene: “Sono conseguenze della mancanza del depuratore“. Un cliente-avvocato: “Qualche pomeriggio fa era peggio, con la striscia gialla del piscio”. E giovedì mattina, primo agosto, davanti alla scogliera di levante grande chiazza giallo-verdastra.

Continua…

Loano, Villa Mara, un ‘boccone ‘- gioiello da 2 milioni di euro. Era di un’Opera Pia di Savona

Villa-Mara-Vendesi

Villa Mara fa bella mostra, circondata dal prezioso polmone  verde. All’ingresso ci accoglie un  maestoso fico d’India, da esposizione.  I pregi di un’architettura ligure, stile liberty. Il fascino del tesoro architettonico, tra i pochi rimasti nella città dei Doria, ricca di storia e tradizioni. Si accede da via Matteotti. Nella zona è in corso un altro intervento di recupero edilizio che ha attratto le mire di un affermato gruppo immobiliare milanese, con personaggi che vanno dal mondo del calcio (Milan) a quello discografico e big della canzone; i loro commercialisti,  impresari dello spettacolo, rappresentanti del foro. Villa Mara ha una sua storia. Venne venduta da un’Opera Pia di Savona ad una famiglia laonese (Rossi).  E’ racchiusa nella cartografia dei vincoli proprio per i suoi pregi. Ebbene “radio vecchia Loano” ha comunicato che è in vendita. Continua…

Borgio Verezzi, piccolo viaggio alla scoperta della ‘trasparenza’

Renato Dacquino sindaco Borgio Verezzi

Il mare, il teatro di qualità, il paesaggio fiabesco delle grotte e quello collinare. In questi ultimi mesi Borgio Verezzi discute animatamente e si interroga per alcune scelte  sul fronte urbanistico (varianti), in attesa dell’adozione del nuovo Puc.   Non è certo la prima volta, nella storia cittadina, che ‘suona’ l’allarme cementificazione. E’ giustificato? Per alcuni si, per altri no. E quali gli interessi in gioco? Continua…

Pagina 11 di 11« Prima...7891011

collabora

collabora

Segnalazioni e consigli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Archivio Articoli

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

Chiudi