Numero visualizzazioni articolo: 254

Pietra Ligure: oh viandante che passi per questa via guarda il degrado ! Ha raggiunto la grotta della Madonna. Mozione consiliare

Spesso non ci sono parole, espressioni capaci di focalizzare la realtà. Il decoro non abita quasi mai nelle località turistiche della Riviera delle Palme e dei Fiori. Ci sono, nell’entroterra, i ‘Comune Fiorito’, ma la cura al bello, ordine, pulizia dovrebbe coinvolgere tutti. Anche se i primi a dare il buon esempio dovrebbero essere proprio i Comuni. Non si invochi, per favore, la storiella dei bilanci all’osso quando si spendono 800 – un milione e passa di €. per la ‘promozione turistica’, soprattutto pioggia di eventi e manifestazioni anche in odore di passerelle e clientele varie. Il ‘caso Pietra’ con la Grotta della Madonna lasciata nel degrado è solo la pagliuzza in una selva di travi, trascuratezza, noncuranza, indifferenza, abitudine a convivere con le ‘brutture’ causate dall’uomo e dall’inciviltà, dalla diseducazione di massa. La mozione consigliare di Mario Carrara, pietrese, maestro tenore della Scala di Milano, è soltanto una conferma che si trasforma in denuncia pubblica, grido di dolore, clamoroso quanto volete, ma non sarà l’ultimo, né smuoverà più di tanto.

L’humus in cui viviamo ha raggiunto limiti che in altri paesi dell’Europa sarebbero impensabili. Chi ha modo e la possibilità di ‘viaggiare,’ in Europa centrale e nel Nord, troverà centri storici – bomboniere, paesi in fiore dall’ingresso all’uscita. Chi è stato anche solo nell’italica Merano difficilmente potrà dimenticare la cura minuziosa alle aiuole in fiore, addobbate 360 giorni l’anno, mai trascurate. Dove c’è un turismo dieci mesi all’anno anche da folla, ma resistono e bene strutture d’eccellenza. Basti pensare alle vacanze corroboranti, proprio al Grand Hotel di Merano, del miliardario Silvio Berlusconi. Un ex presidente del consiglio che può  passeggiare sotto i portici, fare shopping con la giovane compagna, entrare nel bar preferito, insomma, suo agio.

A Pietra si parla di un futuro (a marzo) neo Grand Hotel, cambia insegna rispetto all’attuale L’Assunta, nuovo di zecca e rimasto chiuso per la morte del capofamiglia. I figli, agenti immobiliari a Monza, non hanno nessun interesse a trasformarsi albergatori. Hanno trovato, pare, la persona interessata, del mestiere, che ha già un Grand Hotel di famiglia ad Alassio e interessato alla gestione. Speriamo porti bene alla città, alla sua nomea, all’industria delle vacanze che ha visto, negli anni, pure a Pietra, la spaventosa decimazione di strutture ricettive tradizionali. Posti di lavoro per i giovani e non solo.

LISTA CIVICA DEI PIETRESI

MOZIONE CONSILIARE

“Anche la grotta della Madonna svillaneggiata da teppisti, ma soprattutto, dalla noncuranza, dall’indifferenza dalla mancanza di ogni cura e manutenzione da parte dell’Amministrazione Comunale del Sindaco Valeriani”.

Tutta la zona più bella e caratteristica del parco “Offemburg”, per la presenza della grotta naturale dedicata e consacrata alla Madonna di Lourdes, ove sono state collocate immagini di Lei e di S. Bernadette a grandezza naturale, è sprofondata nel più squallido degrado.

Di fronte alla grotta, proprio “attaccati” al suo cancello, qualcuno ha addossato tavoli e panche (li abbiamo fotografati in due giorni diversi), così che nessuno può più neanche avvicinarsi per dire una preghiera; tutta l’area ad essa prospiciente è ormai solo terra battuta sporca; ogni traccia del prato erboso che esisteva è stata cancellata; al posto dell’erba rifiuti di ogni genere, tra cui anche vetri e colli di bottiglia rotti; il bel roseto a fianco alla grotta, prima rigoglioso, senza che mai qualcuno lo innaffi sta per seccare; a fianco dell’area di fronte alla grotta, c’è una zona del parco, prima prato accessibile e arredata, ora chiusa e recintata malamente, dove l’erba è alta quasi quanto un bambino ed il degrado e l’incuria, la bruttezza regnano sovrani; tutt’intorno la sporcizia è diffusa ovunque; qualcuno ha anche sporcato con graffiti le rocce ed i muri a secco che non vengono ripuliti; la fontanella non dà più acqua.

Abbiamo ricevuto da tante persone innumerevoli proteste, che facciamo nostre, per questa veramente vergognosa situazione di degrado. Una signora, Agnese, molto anziana ci ha pregato di intervenire, perché dopo aver parlato, chiesto, sollecitato il Sindaco ad intervenire, si è stancata di essere presa in giro, constatando che, dopo tanti mesi, non è stato fatto assolutamente nulla; lei, come tante altre che volevano solo arrivare davanti alla grotta della Madonna per dire una preghiera, trovando un ambiente decoroso, che presentasse, almeno, un po’ di rispetto. Invece, trovano la sporcizia e la sciatteria.

Perché lasciare per mesi degradare ed abbruttire un luogo così bello?

Perché il Sindaco, pur essendo a conoscenza della situazione perché informato ufficialmente dai cittadini, fa finta di niente e lascia degradare tutto in questo modo? Ma non prova un po’ di vergogna egli stesso a lasciare andare in malora il patrimonio che gli è stato affidato? A vedere come viene “svillaneggiata” la stessa grotta della Madonna di Lourdes, prima luogo accessibile di devozione ed, ora, non più?

E non ci venga a dire in Consiglio che non ne sapeva niente; non venga a dire che la situazione “…É da poco che è così” perché questo degrado progressivo va avanti da molti mesi. Non venga a dire che non ci sono i soldi per rimediare, perché le somme di spendere erano quelle di una normale manutenzione, prima che la situazione si aggravasse fino a questo punto.

E dire che sia il Sindaco che l’allora assessore Luciano Antonio, già nel 2014, sollecitati in Consiglio da chi sta ora scrivendo, al fine di eliminare i raid notturni dei vandali e dei teppisti, si erano ufficialmente impegnati, come hanno fatto anche successivamente, a realizzare la recinzione del parco. O, anche o almeno, a mettere delle telecamere.

Cose mai fatte: né l’una, né l’altra; né la recinzione, né le telecamere. E dire che in quattro anni, il tempo c’era per farlo.

La situazione attuale è sotto gli occhi di tutti e non può essere smentita: le foto lo dimostrano

Per tutto quanto soprasscritto chiediamo che venga approvata la presente Mozione Consiliare nel dispositivo che segue :

Il Consiglio Comunale di Pietra Ligure impegna il Sindaco e la Giunta ad intervenire nel Parco “Offemburg” per ripristinare una situazione di accessibilità e decoro in tutta la zona prospiciente la grotta della Madonna di Lourdes ed in quella a lato, intervenendo tempestivamente :

1) Rimuovendo tutti gli arredi come tavolini e panchine, collocati da teppisti di fronte al cancello della grotta stessa e rifissando al suolo, stabilmente, altrove, gli stessi arredi, in modo che non possano più essere spostati arbitrariamente.

2) Ripulendo tutta la zona dagli innumerevoli rifiuti e spazzatura presenti e disponendo la pulizia costante della stessa zona. Inoltre, siano cancellati i graffiti sulle rocce e sui muri a secco.

3) Riseminando l’erba in modo da ricostituire il prato o collocando, almeno, delle lastre sul terreno o, pavimentando la stessa zona, in modo da evitare in futuro l’usura del prato dal calpestio.

4) Sia ripulita, rimessa in ordine e riaperta al pubblico tutta la zona a fianco alla grotta, ora recintata e degradata, con la risistemazione degli arredi.

5) Sia scongiurato il fatto che venga condannato a seccare il bel roseto sulla roccia, fianco alla grotta, ma venga, invece, rinvigorito e preservato.

6) Sia riattivata la fontanella dell’acqua.

Pietra Ligure, 10/7/2018

Mario Carrara

Capogruppo Consiliare

Ps: la presente viene inviata per opportuna conoscenza ai Parroci di Pietra Ligure.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi