Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lettera 2/ Il prezzo della Lattoferrina

“Alla redazione di trucioli.it. Ho letto  con interesse: “Lattoferrina, arma efficace nel controllo del contagio…. anche in tempi di coronavirus (vedi……).  Ora succede che alla Lidl (supermercati prestigiosi e di successo commerciale) nel recente catalogo che riproduco, una confezione di 20 compresse si paga in offerta a 8,99, contro la confezione da voi indicata, 30 capsule a 30 €. Mi spiegate la differenza, la presente inviata pure a Altro Consumo. Gianni V. “

Trucioli ha chiesto maggiori informazioni al dr. Nicola Giusto (Arenzano) che era citato nell’articolo.

La confezione di Lattofferrina pura in offerta alla Lidl
La confezione di lattoferrina di cui trucioli ha pubblicato la novità: 30 € per 30 capsule

RISPONDE il dr. Nicola Giusto- “Frequentemente mi viene richiesto se acquistare un nutraceutico al supermercato e’ sicuro tanto quanto acquistarlo in farmacia .Come rispondere a questa domanda se non facendo riferimento a tutte quelle che sono le Norme di Buona Pratica di Fabbricazione degli integratori alimentari messa a punto dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità. Questo documento è uno strumento pratico per controllare l’ambiente e il processo di produzione alimentare, volto a garantire la sicurezza dei prodotti . Il sistema comprende le corrette prassi igieniche (GHP) e le buone prassi di fabbricazione (GMP), insieme denominati Programmi di Prerequisiti (PRP); le procedure basate sul sistema HACCP – Hazard Analysis Critica Control System, ovvero l’insieme di procedure mirate a garantire igiene e sicurezza alimentare; i sistemi di rintracciabilità e di richiamo e, infine, il rispetto del regolamento (CE) n. 178/2002 che rappresenta il requisito fondamentale per un corretto Sistema di Gestione per la Sicurezza Alimentare.

Accanto al rispetto della normativa, le aziende più serie e affidabili producono direttamente le loro materie prime oppure si appoggiano a produttori che si attengono a standard produttivi di qualità in rispetto alle principali certificazioni nutraceutiche nazionali e internazionali. Ora una domanda la pongo io : siamo certi che le Aziende che vendono attraverso Internet oppure la GDO ma non in Farmacia rispettino tutte queste normative ?
Quando c’è una grande differenza nel costo di un prodotto, bisogna necessariamente porsi delle domande e delle riflessioni …..

Dott.Giusto Nicola

Avatar

Trucioli

Torna in alto