Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Ceriale si dimette Delfino commercialista
Vergogna top alla Servizi Ambientali Spa

In un altro articolo del blog (vedi…….) abbiamo dato conto della burrascosa e poco esaltante riunione dell’ultimo Cda della Servizi Ambientali Spa. Ma il primo round non era stato diverso. Per quel poco che da giornalisti liberi sappiamo (e non da fonti ufficiali) dei rapporti tra soci ed il vertice massimo, ovvero l’amministratore delegato, dr. Vittorio Savona, siamo ormai in presenza di uno spettacolo ‘indegno’ per una società pubblica. E ora un nuovo colpo di scena.

Il dr. Vittorio Savona, classe 1988, dal settembre dello scorso anno Amministratore Delegato della Servizi Ambientali Spa dove ormai è guerra aperta, più o meno dichiarata se fossero resi pubblici i verbali del Cda.

Dopo quanto è accaduto e di cui abbiamo scritto, in occasione dell’approvazione del bilancio, si è dimesso il dr. Alessandro Delfino, stimato commercialista e revisore dei conti con studio a Loano, designato nel Cda della Servizi Ambientali in rappresentanza del Comune di Ceriale che detiene circa il 7% delle quote. Delfino  è stato consulente del Cda della Fondazione Simone Stella Leone Grossi di Loano, apprezzato per la sua preparazione, pacato e riflessivo, avrebbe avuto un duro scontro con l’Ad Vittorio Savona, praticante nello studio legale Alberto Bonifacino a Savona.

Non sappiamo se corrisponda a verità la voce che nel corso della riunione  poco è mancato che si mettessero le mani addosso. Siamo nell’ambito di una società che amministra il denaro dei cittadini contribuenti e non già un’azienda che promuove le manifestazioni carnevalesche. Non siamo in presenza di una guerra che deve decretare vincitori e vinti, ma di come si governa una società interamente a capitale pubblico, con decine di dipendenti, un bilancio milionario, fin troppo caratterizzata da personalismi e familismo, terra di conquista di un invincibile potere locale (ed elettorale) di protettori e protetti.

Il presidente del Cda, la nea eletta all’unanimità avv. Barbara Balbo,  percepisce circa 700 € mensili. L’Amministratore delegato, dr. Paolo Savona, intorno ai 1400 €. Il ‘grande vecchio’ Giovanni Paganelli (Direttore Generale)  12.000 – 15.000€.  La società avrebbe un’esposizione debitoria  di diversi milioni.
Tra i veterani del collegio sindacale (attuale presidente) il dr. Silvano Montaldo, già uomo della massima fiducia dell’allora ministro Claudio Scajola, ex sindaco  Dc di Laigueglia (poi in Forza Italia), assessore del rigore e della trasparenza del Comune di Savona. Almeno Mantaldo, per la sua storia e credibilità personale, batta un colpo e non lasci che un suo collega possa dimettersi per non essere presunto complice di ‘mala gestio’, tra faide interne, per il controllo della Spa pubblica. Non si dica, per favore, che siamo anche in presenza di barzellette e barzellettieri. A.a.a  buon governo cercasi…
Avatar

Trucioli

Torna in alto