Numero visualizzazioni articolo: 240

Alassio, nasce outdoor del mare
Albenga, Tari sconto 25% a commercio e turismo. Pietra, Lidl: si a 30 posti di lavoro

Alassio Nasce l’outdoor del mare. Pietra Ligure mozione consiliare in merito alla situazione dell’apertura del supermercato Lidl, della quale, pur essendo stata approvata dal Consiglio Comunale un anno fa, non si sa più niente.  Albenga, si alla Tari con sconto del 25% per commercio e settore turismo. Leggi, Andora batte tutti: Sì alla riduzione della Tari ovvero la Tassa rifiuti anche per i proprietari delle seconde case. Agevolazioni dal 16,33% al 41,33% per le attività economiche in conseguenza delle chiusure derivate dall’emergenza covid-19.

COMUNICATO STAMPA . Nasce “Marina di Alassio Sea Experience”: un piano per promuovere l’outdoor del mare. ​Incontro con tutti gli operatori del segmento mare per il lancio di una campagna di comunicazione mirata.

Tutte le destinazioni turistiche si stanno posizionando con proposte experience: dai tour alle attrazioni, dall’enogastronomia allo shopping. Anche la società Marina di Alassio S.p.A., la partecipata del Comune, con i suoi operatori dell’intrattenimento e delle attività legate al mare intende giocare un ruolo nel progetto di rilancio con una serie di prodotti turistici incentrati sull’outdoor del mare. Di qui la riunione indetta dal direttore del porto Marino Agnese su indicazione dell’Assessore alle Società Partecipate, Fabio Macheda per lanciare un progetto di comunicazione finalizzato a promuovere in modo coordinato tutte le proposte esperienziali offerte dagli operatori del porto L. Ferrari.

Il focus ha coinvolto: il Dive Team Mola Mola (Diving, Snorkeling, Whale Watching, Tour isola Gallinara); la Cooperativa Mare (Ittiturismo, Pescaturismo, Laboratori cucina, Acciugotto); il Cnam con la Scuola di vela e il settore escursionistico cone la marcia acquatica e l’associazione VI Continente Diving center (Mermaiding, Scuola di sub, Diving, Bio Snorkeling)

Le attività proposte nell’ambito del progetto “Marina di Alassio Sea Experience” spaziano da: gite in barca all’isola Gallinara, bio snorkeling, avvistamento cetacei, serate a bordo, visita al sito archeologico subacqueo, scuola di vela, scuola di marcia acquatica, mermaiding: disciplina acquatica divertente e originale che prevede di nuotare indossando una coda di sirena, fino al pescaturismo e ittiturismo con la possibilità di gustare il pescato fresco del giorno a bordo del Motopesca “Acciuga” o di pernottare una notte a bordo del Motopesca “Don Carlo” con l’escursione Boat & Breakfast.

I prodotti “experience” investono le sfere più intime del turista: coinvolgono i sensi, le emozioni, agiscono sui processi cognitivi e incidono significativamente sulle relazioni e sugli stili di vita e sui comportamenti come, ad esempio, nei segmenti natura e cultura.

Nel piano di comunicazione saranno impegnati i futuri accompagnatori turistici Chiara Serra, Alessia Fera, Federico Bonelli, Jasmine Capponi, Giulia De Filippo, Giorgia Gallizia, Camilla Losno, Matteo Massolo, Emanuele Raimondo, Elvio Fognani, Alice Salvatico e Norma Viapiano, nell’ambito di un project work di marketing esperienziale, coordinato dal docente Franco Laureri, incentrato sul segmento esperienziale dell’outdoor del mare.

Come afferma Fabio Macheda Assessore alle società partecipate del comune: “Marina di Alassio Sea Experience è un progetto di promozione incentrato sul content marketing e sullo sviluppo di alleanze strategiche tra la Marina di Alassio S.p.A. e gli attori sociali ed economici del bacino d’utenza del porto, capace di capitalizzare attraverso il concetto di “competizione” le straordinarie potenzialità turistiche del nostro territorio”.

“Grazie a questo progetto di formazione – dichiara Marino Agnese, direttore del Porto L. Ferrari – la Marina di Alassio potrà mettere a sistema tutte le sue proposte esperienziali con il supporto della stagista Jasmine Capponi, che coordinerà tutti gli aspetti del social media marketing, promozione dell’offerta turistica a accoglienza turistica nella nostra marina”.

“Come Marina di Alassio – la conclusione del Presidente della partecipata, Rinaldo Agostini – intendiamo promuovere lo sport e la cultura del mare nonchè i servizi che il porto e tutte le associazioni e gruppi sportivi che vi operano forniscono e non solo nel periodo estivo. Sono tantissime le attività che si possono svolgere tutto l’anno nello straordinario contenitore che è il Porto Luca Ferrari. C’è un ampio ventaglio di possibilità per trascorrere giornate e serate per vivere il mare a 360° sopra e sotto la superficie dell’acqua. Il porto è la casa di tutto questo straordinario mondo e, perché la gente possa conoscerlo e viverlo, è fondamentale una corretta comunicazione”.

ALBENGA RIDUCE LA TARI ALLE ATTIVITA’ COMMERCIALI E TURISTICHE

E GLI ALTRI COMUNI RIVIERASCHI CHE FANNO ?

COMUNICATO STAMPA – Vi inviamo questa notizia e alcune dichiarazioni, in merito alla scelta da parte dell’Amministrazione di Albenga di ridurre la Tari del 25% alle attività commerciali.

Vi ringraziamo per la vostra collaborazione.

Vincenzo Muni, Consigliere Comunale. “Durante il consiglio di questa sera, verrà deliberato il 25% di riduzione della tariffa Tari, corrispondente ad un intero trimestre, per tutte le attività commerciali costrette alla chiusura dall’emergenza Covid. Bar, ristoranti, negozi, campeggi, alberghi, potranno quindi usufruire di questa agevolazione.
“Dopo aver sostenuto le famiglie in difficoltà all’inizio dell’emergenza Covid, abbiamo voluto adesso spostare la nostra attenzione nei confronti del tessuto economico cittadino, mettendo direttamente in campo risorse proprie dell’ente. Riteniamo questo un grande risultato e come Sindaco ne sono davvero orgoglioso” ( Dott. Riccardo Tomatis)
In qualità di Assessore al Bilancio, sono davvero contenta di questo risultato. Per la prima volta un’amministrazione comunale, interviene in maniera così decisa per ridurre le tasse locali. Facendo seguito a quanto da me sostenuto nelle ultime settimane, oggi posso affermare con orgoglio di aver mantenuto la parola data ai nostri concittadini e agli imprenditori locali. Lavorando sul bilancio comunale, grazie anche all’ottima sinergia con il dirigente dell’area finanziaria Dott. Massimo Salvatico ed il suo staff, siamo infatti riusciti ad ottenere questa importante riduzione del 25% sulla Tari per tutte le attività costrette alla chiusura dal covid. Un risultato ancora più straordinario, considerando che nessun servizio è stato o verrà ridotto e che non ci sarà nessun aumento sulle tariffe, nemmeno su quelle domestiche, come al contrario suggeriva invece di fare ARERA, l’autorità di regolamentazione per l’energia reti e ambiente, nelle sue linee guida. Un’operazione davvero virtuosa e di buona politica, nell’interesse esclusiva dell’economia cittadina. (Silvia Pelosi)
“Come consigliere e come membro dell’amministrazione comunale, ho sempre ritenuto fondamentale sostenere l’economia cittadina, per questo sonomolto soddisfatto di questo risultato. Aiutare in maniera concreta, con una riduzione così forte su un’imposta locale anche tutte quelle attività che per mesi a causa della chiusura forzata, hanno visto grandemente ridursi il loro volume di affari, non rappresenta solamente una scelta di equità, ma anche un sostegno concreto all’occupazione. Aiutare chi crea lavoro oggi che purtroppo i dati ci parlano di una sempre maggiore preoccupazione economica, significa infatti sostenere il futuro sviluppo della nostra città. (Muni Vincenzo Italia Viva)

PIETRA LIGURE, IL CONSIGLIERE CARRARA

E IL NUOVO SUPERMERCATO LIDL

Comunicato stampa –

Al Presidente del Consiglio Comunale . Mozione Consiliare

Il nuovo supermercato LIDL: il Consiglio comunale ha già affrontato l’argomento ed ha già preso la sua decisione il 9 Aprile 2019. Ci sono in ballo decine di nuovi posti di lavoro ed implicazioni e  prospettive sociali per la città. Il nove Aprile 2019 il Consiglio Comunale di Pietra Ligure affrontava la questione del progetto di apertura del nuovo supermercato LIDL, in viale Riviera .

In seguito ad un’appassionata ed approfondita discussione, il Consiglio   accordava: «…per i motivi espressi in narrativa, preventivo assenso alle modifiche da apportare al vigente P.R.G. sottese al progetto e all’adozione della variante urbanistica…»;approvava «…per quanto necessario ai fini dell’adozione e limitatamente agli effetti del precedente punto, gli elaborati che, anche se non materialmente allegati, formano parte integrante e sostanziale della presente deliberazione…»;  approvava ancora «…lo schema di “Convenzione Urbanistica” per l’attuazione dell’intervento in oggetto…»; quindi, infine, deliberava «…di approvare la proposta deliberativa in oggetto…», nel suo complesso.

Noi, come gruppo consiliare, in quella circostanza ci astenemmo perché, non essendo stato presentato uno studio circa le ricadute socio economiche sul tessuto della città, derivanti dall’apertura del nuovo supermercato, non eravamo in grado, in quel momento, di valutarne le conseguenze. Tuttavia, la delibera fu adottata, e lo fu con il voto favorevole di tre dei componenti dell’attuale maggioranza, che nella precedente ricoprivano ruoli gestionali di rilievo.

In ogni caso, il Consiglio Comunale nel merito si é già espresso ed ha già deciso. Non é che il Comune debba ri-decidere o rimettere in discussione quanto, nelle sue linee fondamentali e principali, é già stato deciso. L’ente comunale é uno solo e trascende le “personalizzazioni” rappresentate dalle Amministrazioni che si susseguono alla sua guida.

Risulta che LIDL abbia depositato un’integrazione della pratica al fine di renderla adeguata, anche alla luce di una sentenza del TAR Liguria in materia, circa la sottoposizione della stessa pratica alla V.A.S.

Dire, se si dicesse, che la pratica stessa, nel frattempo era diventata “irregolare” o, peggio, “illegittima”, per via della sopraccitata sentenza  del Tar Liguria, sarebbe una “fregnaccia”, perché le sentenze dei Tar, pur facendo “giurisprudenza”, statuiscono (se passano in giudicato) solo per il caso che trattano; nel campo del diritto amministrativo, si deve far riferimento per casi analoghi, alle sentenze del Consiglio di Stato, che, in quel caso non si é pronunciato.

La pratica era già completa, nelle sue linee fondamentali, anche di carattere tecnico, così com’era e così come il Consiglio Comunale l’aveva già approvata il 9 Aprile di un anno fa. Oggi, tuttavia, la situazione generale economica é stravolta rispetto all’anno scorso. Dal 2019 ad oggi é, davvero, inaspettatamente, cambiato il mondo! Le conseguenze della pandemia del Covid 19 stanno provocando una crisi economica e, soprattutto, sociale, di carattere devastante, in cui la disoccupazione e la sofferenza nel sopravvivere quotidiano stanno lacerando la nostra società. Alla luce di quanto é successo in Italia e nel mondo e della crisi sociale in cui si é precipitati, noi stessi, se oggi si fosse dovuto affrontare l’argomento, avremmo tramutato il nostro voto di prudente “astensione” in un voto di deciso consenso ed assenso all’iniziativa proposta.

I ben 30 posti di lavoro che la LIDL offre, in prospettiva della sua apertura, non possono essere ignorati o, peggio, “snobbati” e danno un’aspettativa concreta di lavoro a 30 famiglie pietresi. Un’occasione ben rara, di questi tempi, di prospettiva occupazionale nell’ambito dei Comuni della Riviera.

Inoltre, i prezzi bassi, coniugati con la buona qualità dei prodotti venduti, possono offrire una valida opportunità, in più, di scelta nell’acquisto, che venga incontro alle esigenze di risparmio e di economicità di tante parti della società pietrese. Un supermercato “discount”, com’é LIDL, non fa concorrenza ai piccoli negozi di “prossimità”, i quali ultimi, a differenza dei supermercati di largo consumo e, ancor più, dei “discount”, vendono prodotti “di nicchia” o  “nostrani” o, comunque, di qualità speciale a prezzi adeguati al loro “livello”;    tuttavia, puó costituire una spinta ad una competizione per prezzi più convenienti nell’ambito della concorrenza fra gli stessi supermercati: quindi, offrire un’ulteriore opportunità di scelta del prodotto più conveniente e di risparmio per quanti fanno fatica a conciliare le proprie possibilità e risorse economiche con la lotta del vivere quotidiano.

Per tutto quanto sopra, sottoponiamo al Consiglio Comunale la presente mozione, chiedendo che venga approvata nel dispositivo che segue:

Il Consiglio Comunale di Pietra Ligure impegna il Sindaco alla risoluzione sollecita della pratica relativa all’apertura del supermercato LIDL in viale Riviera della nostra Città, non frapponendo indugi nel proseguire  quanto già deliberato e disposto dal Consiglio Comunale del 9 Aprile 2019, così come integrato con la nuova documentazione depositata quest’anno; ció, in considerazione del valore delle ricadute di carattere occupazionale e sociale che l’attuazione concreta di tale progetto comporta per la città di Pietra Ligure. Pietra Ligure, 28 Luglio 2020

Mario Carrara, consigliere comunale

ANDORA, VARA RIDUZIONI TARI DAL 16 AL 41% PER LE ATTIVITÀ ECONOMICHE

SI ALLE AGEVOLAZIONE DEL 5% ANCHE PER LE SECONDE CASE

MISURE IN PROPORZIONE AI GIORNI DI CHIUSURA CAUSA COVID 19

Niente Tari per gli ampliamenti dei dehors e per i banchi del mercato nei periodi inattivi

COMUNICATO STAMPA – Andora – Sì alla riduzione della Tari ovvero la Tassa rifiuti anche per i

Fabio Nicolini assessore al Bilancio del Comune di Andora

proprietari delle seconde case. Agevolazioni dal 16,33% al 41,33% per le attività economiche in conseguenza delle chiusure derivate dall’emergenza covid-19. Lo ha deciso ieri sera il Consiglio comunale di Andora, approvando all’unanimità dei presenti, il nuovo Regolamento della Tari e ampliando ulteriormente le agevolazioni già varate dall’Amministrazione Demichelis nel corso dell’emergenza. Le percentuali sono calcolate in base al periodo in cui le tipologie di attività sono rimaste chiuse a causa dei decreti governativi contro la diffusione del Covid-19.

Il regolamento prevede per il solo 2020, una riduzione del 16,33%, ad esempio, per le attività artigianali, per gli uffici e le agenzie, le attività industriali in capannoni. Sconteranno il 25%  gli stabilimenti balneari, i bar, i ristoranti, le trattorie, pup, pasticcerie, autosaloni, alberghi, locande, agriturismi, negozi non alimentari, librerie, abbigliamento, ferramenta e anche i magazzini senza vendita. Riduzione del 41, 33%, invece, per le discoteche,sale da gioco, giochi e giostre. Riduzione del 5% sulla parte variabile della Tari anche per la seconde case di cui i proprietari non hanno potuto usufruire nel periodo di emergenza.

Inoltre, esenzione della Tassa rifiuti giornaliera ai banchi del mercato settimanale nel periodo di inattività e agli ampliamenti dei dehors concessi ai titolari di attività di commercio o di somministrazione nell’anno 2020 finalizzati unicamente al mantenimento del distanziamento sociale.

Abbiamo modificato le poste e dato nuove priorità al Bilancio per poter aiutare concretamente le attività economiche che hanno subito uno stop nel corso delle emergenza covid-19: le percentuali sono in proporzione al periodo di chiusura e nel rispetto degli equilibri economici del comune. – ha spiegato l’Assessore al Bilancio,Fabio Nicolini che ieri sera ha presentato in  Consiglio Comunale anche il Rediconto del Bilancio 2019 – Le riduzioni vengono applicate d’ufficio senza che sia necessaria alcuna istanza. Abbiamo, inoltre, disposto lo spostamento delle scadenze di pagamento della Tari al 30 ottobre 2020 e al 28 febbraio 2021.Come è consuetudine di questa Amministrazione, dal 2015, non vi è stato alcun aumento delle tariffe. Tutto questo va ad aggiungersi alle esenzioni Cosap deliberate per  gli ampliamenti dei dehors realizzati per rispettare il distanziamenti sociali e allo scivolamento della scadenza di pagamento dell’acconto IMU al 16 settembre”.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi