Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Cairo M. Studenti del Patetta vincitori (primo premio) concorso “PlayEnergy Enel”
E a piedi per scoprire tre realtà territoriali

Ha vinto il primo premio del concorso nazionale PlayEnergy Enel edizione 2017 con i complimenti del sindaco Lambertini. Il progetto “I’m Smart, and U?”, elaborato dagli studenti della classe V B Elettrotecnica dell’Istituto di Istruzione Superiore “Federico Patetta” di Cairo Montenotte, già vincitore del secondo premio nel concorso Green Technologies Award 2017 (indetto da Schneider Electric col patrocinio del MIUR) e del primo premio nelle selezioni regionali della rassegna sulle energie rinnovabili indetta da Enel ha raggiunto un traguardo davvero orgoglioso. E leggi: a piedi per scoprire tre realtà territoriali, la “Bi.Effe meccanica” (officina meccanica di precisione), il birrificio “Folk” (produzione di birre artigianali), la fattoria didattica “Casa Rossa” (produzione di olii essenziali) e la “Quidam” (lavorazione di lastre in vetro).

Allievi V B Elettrotecnica dell’Istituto di Istruzione Superiore “Federico Patetta” di Cairo Montenotte

Il prestigioso riconoscimento ha premiato il modo in cui gli studenti (guidati dal tutor prof. Gaetano Aliberti) trattato il tema delle “smart city” elaborando progetti di riqualificazione energetica degli edifici esistenti (in particolare la Scuola Media di Cairo Montenotte), proponendo progetti innovativi di nuove costruzioni dotate di impianti domotici ed elaborando un vero e proprio percorso di formazione per le nuove generazioni sulle tematiche del futuro sostenibile e dell’efficientamento energetico.

L’innovazione nella didattica e nei contenuti, unitamente all’utilizzo degli stessi strumenti e apparecchiature oggi usate nel mondo del lavoro – di cui il premio costituisce un significativo riconoscimento – consentono agli studenti della scuola cairese (a cui va 4.500 Euro da utilizzare nello sviluppo di progetti per l’innovazione) di sviluppare una grande autonomia professionale e di raggiungere conoscenze e competenze nel settore dell’elettrotecnica, del risparmio energetico, dell’automazione e della robotica. Vengono così formate figure professionali oggi molto richieste dal mondo del lavoro, come testimonia l’elevatissima percentuale di inserimento lavorativo post diploma. Un’eccellenza riconosciuta anche dal Comune di Cairo Montenotte il cui sindaco, Paolo Lambertini, ha voluto complimentarsi pubblicamente con gli studenti per il prestigioso risultato raggiunto, con la promessa di “ragionare insieme” all’Istituto “Patetta” alla ricerca di nuove sinergie per l’applicazione di questo e di altri progetti.

A PIEDI PER SCOPRIRE LE REALTA’ DEL TERRITORIO

A piedi, per Cairo Montenotte, per scoprire i segreti delle aziende. E’ “Realtà imprenditoriali del territorio” l’innovativa Unità Didattica di Apprendimento sviluppata dalle classi prime dell’Istituto di Istruzione Superiore “Federico Patetta” indirizzo tecnologico (ex periti meccanici ed elettrotecnici) nell’ambito della quale gli studenti hanno visitato in un intenso pomeriggio la “Bi.Effe meccanica” (officina meccanica di precisione), il birrificio “Folk” (produzione di birre artigianali), la fattoria didattica “Casa Rossa” (produzione di olii essenziali) e la “Quidam” (lavorazione di lastre in vetro).

Le attività interessate sono in Comune di Cairo Montenotte, località Carpeneto e sono raggiungibili a piedi , senza costi aggiuntivi per le famiglie, utilizzando il percorso pedonale che collega il centro di Cairo con questa zona.

Durante le visite i titolari hanno illustrato le varie lavorazioni che vi si svolgono e hanno risposto alle molte domande e curiosità degli allievi, che hanno potuto fotografare le macchine e le fasi lavorative, potendo così esaminare “sul campo” molti dei segreti produttivi delle imprese.

L’unità didattica di apprendimento prosegue ora all’interno dell’Istituto cairese: gli studenti, divisi in gruppi e valutati dai docenti, I ragazzi, suddivisi in gruppi, produrranno infatti  una serie di presentazioni delle attività esaminate.

Avatar

Trucioli

Torna in alto