Numero visualizzazioni articolo: 466

Laigueglia, il volto curioso dell’acciuga
a caccia di immagini e personaggi
Giulio Anselmi giornalista Vip nel borgo

La sesta edizione “il salto dell’acciuga”, il mare incontra la terra, un percorso di musica, cultura e gastronomia, degustazione, è stata descritta e raccontata nei particolari. Qualche stand in meno rispetto al passato. Forse più degli articoli, testimoniano le immagini. La mostra  di prodotti tipici del 21 e 22 ottobre ha coinvolto, nel ruolo di protagonisti, decine di operatori della Liguria, ma anche del Basso Piemonte sempre più alla conquista del mercato ligure. Ognuno interessato a vendere, a promuovere un prodotto, un paese, una valle. I volontari delle Pro Loco. Ormai è una competizione a farsi conoscere ed apprezzare oltre i propri confini. I risultati ? Visto il successo pare di sì,  percorrendo soprattutto la strada della qualità totale e della serietà commerciale. I prodotti di nicchia  si valorizzano col rigore, la genuinità, la materia prima.  ‘Cucina Liguria e piemontese’ e perfino i ‘panini con acciughe liguri’.

Non sono molti i visitatori di fiere e feste enogastronomiche che conoscono la storia e la vita di Anna Ferrero al banco dei formaggi, pecora brigasca soprattutto, dell’azienda agricola Boschetto di Bastia d’Albenga. Cinquantenne, impiegata di banca, cittadina di Villafalletto, nel circondario di Saluzzo, dedica il volontariato festivo, dei fine settimana, ormai da anni, al banco di promozione e vendita. Nella vita ha pure adottato due ragazzi stranieri, ha la passione dei viaggi, conosce tutto della realtà dell’Iran dove anche le turiste devono indossare il velo. Lei è entusiasta di quel paese, come è innamorata dei formaggi dell’azienda di Aldo Lo Manto, il pastore con il maggiore numero di capi in Liguria tra pecore, capre, mucche. La sua transumanza ha fatto il giro del mondo ad opera di Tv nazionali ed estere e a volte è anche accompagnato, nel percorso mare – Alpi Marittime, da piccole comitive di turisti transumanti, un’esperienza unica ad ascoltare i racconti, le emozioni e le esperienze vissute.

Volti anonimi, terza età e coppie giovani, hanno scelto un menù stile casalingo per consumare il pasto di mezzogiorno seduti sul muretto fronte mare, protetti dall’antico e storico torrione simbolo ed orgoglio della cittadina

Un pescatore, gente di mare,  Silvio Bianco della omonima pescheria di Laigueglia con a fianco la moglie

Silvio Bianco volto famigliare sulla battigia di Laigueglia, riservata ai pescatori, rammenda le sue reti da pesca, un vecchio mestiere sempre ricco di fascino e da album di mare, bersaglio prediletto nelle fotografie.

La stand Albigadus di Albisola Superiore grossista di pesce e lavorazione stoccafisso della famiglia Spinetti

Lo chef Corrado Siffredi, consigliere comunale ad Andora, già assessore al turismo ai tempi di Pesenti sindaco

Lo stand di un produttore di Garessio con le castagne e patate garessine,ma  non sono piccole come si è visto spesso alle feste delle caldarroste. E spiega la ragione:  alberi innaffiati, il prezzo 5 € il kg

La giovane coppia di ‘ pescatori’ alassini all’ora di pranzo si concede uno spuntino

Un’intervista microfonica al pescatore che sta sviscerando le acciughe nostrane

Da Ormea a Laigueglia con i prodotti della terra ormeasca e le castagne assai piccole causa siccità e prezzo davvero conveniente 2,60 € al kg. Lui è Piergiorgio Sappa, già gestore del negozio di generi alimentari, primizie, prodotti locali di Piazza Libertà. Ha passato il testimone del negozio al fratello per dedicarsi alla gestione di una azienda agricola a carattere famigliare  in Località Fossato ( strada per Chioraira ) di Ormea. Predilige coltivare e produrre ortofrutta locale come patate, castagne, mele di antiche varietà.

IL BORGO MARINARO SCELTO A DIMORA RELAX DA UN VIP DEL GIORNALISMO ITALIANO, GIULIO ANSELMI, CHE ALLA DEGUSTAZIONE  DI PRODOTTI TIPICI HA SCELTO I TAVOLI DEL DEHOR DEL CAFFE’ ITALIA IN COMPAGNIA DI AMICI

Nato in Val Brevenna, 72 anni, è presidente dell’agenzia di stampa ANSA e presidente della Federazione Italiana Editori Giornali.

Laureato in giurisprudenza all’Università di Genova, ha incominciato ad interessarsi al giornalismo da studente, collaborando al Corriere Mercantile. Dopo il conseguimento della laurea, per un breve periodo esercita la pratica forense, e dopo due anni inizia a collaborare con il Corriere Mercantile, per passare, nel 1969 a Stampa Sera e successivamente a La Stampa. La sua carriera di inviato speciale è iniziata nel settimanale Panorama.  Dal 1977 al 1984 ha lavorato a Il Secolo XIX; in seguito è stato direttore del settimanale Il Mondo (1986). Nel 1987 è passato al Corriere della Sera come vicedirettore. Promosso condirettore nel 1992, nel novembre 1993 è nominato direttore responsabile de Il Messaggero, dove rimane fino al giugno 1996. Dopo un breve periodo in cui è editorialista del Corriere della Sera, dal 1997 al 1999 è direttore responsabile dell’ANSA. È direttore del L’Espresso dal 1999 al 2002, in seguito rimane editorialista del quotidiano del Gruppo Editoriale L’Espressola Repubblica. È stato consulente della trasmissione televisiva di Rai 3 Ballarò. Dal 2005 al 2009 è direttore de La Stampa di Torino. Il 2 dicembre 2008 è oggetto di una dichiarazione del Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana Silvio Berlusconi, che durante una visita in Albania, a Tirana, attacca il Corriere della Sera e La Stampa, aggiungendo: «certi direttori cambino mestiere». Il 22 aprile 2009 lascia la direzione de La Stampa per assumere la presidenza dell’ANSA. Al suo posto, alla guida del quotidiano torinese, arriva Mario Calabresi. Nel 2012 è confermato presidente dell’Ansa ed assume anche la presidenza della Fieg. Dal 2010 al 2015 è docente a contratto insieme a Eugenia Romanelli di Teoria e tecniche del giornalismo presso l’Università LUISS Guido Carli.

Giulio Anselmi, al centro, cellulare in mano che squilla senza sosta, con un amico e la moglie nella piazzetta di Laigueglia che ospita il Caffè Italia ritrovo abituale di residenti e proprietari di seconde case

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi