Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga, il rag Siri non è fuggito, ospite a Ceriale e sta collaborando. 50 i condomini amministrati, centinaia di famiglie coinvolte
Ultima ora – Lidl un nuovo ampliamento

‘Vi scrivo perché sono proprietaria di un appartamento amministrato dal Rag. Massimo Siri da ben 9 anni, e del cui operato ero veramente soddisfatta’.  Trucioli.IT ha cercato di approfondire e emerge che il professionista non è fuggito con il malloppo, è a disposizione dell’autorità giudiziaria, sta collaborando nel ‘trapasso’ della documentazione ad altri colleghi amministratori. Pare si trovi in cura presso un residence di Ceriale. Leggi anche la nota settimanale del consigliere Luigi Giordano, da Ceriale, sull’etica del turismo e i camper. Ultima ora: un nuovo ampliamento del supermercato Lidl, vedi a fondo pagina.

Gli uffici dove lavorava il ragionier Massimo Sirii ad Albenga  in viale Martiri della Libertà (Foto Savonanews)

“Verso il Rag. Massimo Siri nutrivo e vorrei nutrire ancora la massima stima per aver verificato più volte la sua onestà, la sua solerzia nel risolvere i problemi dei condominio, la sua disponibilità a rispondere ai vari problemi di manutenzione o amministrativi.
Poi questa estate è arrivata la doccia fredda per tutti. Il Rag. Siri si è dimesso dicendo che voleva cambiare vita e che avrebbe iniziato una nuova e diversa attività. Dalla fine di agosto invece, si sono concretizzate altre voci, ed abbiamo potuto leggere sui giornali che lo stesso si è dimostrato un ‘poco di buono’ Cosa che io personalmente non riesco ancora a credere!
Poiché sia io, che molti miei conoscenti ci avvaliamo delle informazioni che pubblicate sui TRUCIOLI, mi piacerebbe leggere un vostro prossimo articolo in cui fate chiarezza su questa tristissima situazione.” (segue indirizzo e mail).

La vicenda o le ‘disgrazie’ dell’amministratore condominiale di Albenga, 48 anni, che a quanto ci risulta aveva in carico fiduciario  per una cinquantina di condomini, sia nella città vecchia, sia nelle zone ‘nuove’, era stata resa nota in esclusiva dal blog ‘Mediagold‘, con redazione a Loano, sede ad Albenga in viale Pontelungo,  e di cui è editore un fotoreporter professionista, Tommaso Marinelli, da anni è collaboratore de La Stampa.

L’avvocato Andrea Garibaldi, con studio in viale Martiri ad Albenga, assiste  il rag. Siri e si limita ad una stringatissima dichiarazione: “Ho letto sui giornali fantasie ed imprecisioni, dati campati in aria, persino che il ragionier Siri è fuggito in Sud America. Posso solo confermare che il professionista si trova in zona, non è mai fuggito, né è sua intenzione allontanarsi; si sta procedendo al passaggio di consegne verso altri colleghi amministratori. Il rag Siri ha manifestato la ferma volontà di provvedere al risarcimento di eventuali danni se saranno accertati in sede giudiziaria nell’ambito dei resoconti che  forniranno i nuovi amministratori”.

Il suo assistito è già stato interrogato, ha ricevuto convocazioni in merito ai presunti e reclamati ammanchi, o ‘buchi’ di bilancio ? “Su questo aspetto ritengo corretto astenermi da ogni considerazione, ripeto il rag. Siri è sempre rimasto a disposizione per ogni evenienza che gli organi competenti possano intraprendere. Con lui ci siamo ripromessi di fare dichiarazioni quando sarà conclusa la fase di accertamento.  Sicuramente è una persona molto provata, diciamo colpita da eventi sfavorevoli”.

Nessuna conferma, da parte del legale ingauno, sul possibile ammontare del ‘buco’, si parla di 300 – 600 mila euro. Denaro che alcune centinaia di condomini avrebbero versato e che non sarebbe servito per pagare le spese condominiali, ma utilizzate per altri fini. C’è chi sostiene, tra i conoscenti del professionista, che negli ultimi mesi era facile trovarlo in ufficio, a tutte le ore, alle prese con il computer. Tra le ipotesi quella del gioco dove non è un’eccezione riscontrare stati patologici, vere e proprie malattie, come può essere l’alcolismo, la dipendenza da droghe. Resta da capire se Siri era finito nel tunnel dell’azzardo, scommesse, o investimenti di borsa andati male.

Il ragionier Siri appartiene ad una stimata ed agiata famiglia ingauna. Il padre è stato titolare dell’azienda ‘Albenga Petroli‘ (facile trovare la pubblicità di organi di stampa locali)  e a quanto si dice da qualche tempo era, a sua volta, in rapporti difficili con il figlio Massimo,  un altro figlio vive a Milano. La sorte ed il destino hanno avuto la loro parte. Per il ragioniere il primo matrimonio fallito, il secondo con alterne problematiche. I figli. Il fatto che contrariamente a quanto la cronaca ha spesso raccontato di amministratori condominiali fuggiti all’estero col malloppo, lasciandosi alle spalle buchi milionari e nullatenenti, per Siri la conferma che ‘si trova in zona’, è pronto a risarcire chi ha avuto danni provati e, a quanto pare di capire, bisognerà attendere che i colleghi amministratori, subentrati, diano conto del dare e dell’avere, di quanto risulta versato dai condomini, pagato o non pagato. Certo non questioni di giorni, di mesi.  Il fatto che tra le persone che ‘vantano’ un credito ci sia l’avvocato Giorgio Cangiano, sindaco di Albenga, è la conferma di quale fosse la stima e la professionalità che caratterizzava lo studio Siri, amministratore condominiale di fiducia di persone semplici e di famiglie benestanti della piana ingauna.

DAL SITO DEL RAGIONIER SIRI SI POTEVA LEGGERE

Hai bisogno di cambiare amministratore per adeguarti alla nuova normativa sui condomini? Sei di AlbengaUn Amministratore che non adempia a tutte le sue funzioni, o che non abbia sufficienti competenze per gestire pulizia dei luoghi comuni condominiali, controversie sulle piante nelle aree condominiali o manutenzione nelle zone comuni del condominio puo’ arrecare gravi danni al tuo immobile. Chiedi una consulenza specialistica prima di scegliere. Lo sapevi che e’ da poco entrata in vigore una riforma della normativa sul condominio? Il tuo amministratore e’ in grado di informarti sulle novita’ legate alle spese condominiali, alle agevolazioni per la ristrutturazione e a cose come rappresentazione legale del condominio, mediazione nelle controversie condominiali o rendiconto condominiale annuale della gestione? Se la risposta e’ no, meglio rivolgersi a un professionista del settore! Non rinunciare ad un’ottima gestione fiscale e patrimoniale affidandoti al caso. Un bravo amministratore e’ in grado di far risparmiare il condominio!

E QUANDO SIRI PRESENTO’ NEL 2013 UN ESPOSTO DENUNCIA AI CARABINIERI (LEGGI….) ,QUALE AMMINISTRATORE DI BORGO DELLA FORNACE A LUSIGNANO D’ALBENGA

E CERIALE PARLA, la nota settimanale del consigliere Luigi Giordano

Luigi Giordano consigliere comunale di opposizione

Dal molo San Sebastiano, quando non ci sono i camper, potete vedere il sole al mattino tingere di colori Ceriale, lasciandosi alle spalle la notte. Uno spettacolo unico, irripetibile, specialmente in autunno, in questa precisa stagione. Ma adesso ci sono i camper! E finché ci saranno i camper, nessuno potrà apprezzare una parte che è di tutti. Ieri sono stato invitato a una presentazione  di un libro molto interessante che parlava appunto di natura e turismo etico del Prof. Corrado Del Bò e parlava appunto di “ETICA DEL TURISMO” coinvolgendo i presenti in una appassionata discussione, a mio parere creativa, purché le cose dette possano diventare realtà, almeno in parte. E ritorno sul molo San Sebastiano, per fare un piccolo giro con la presente Marinella Fasano, non per fargli vedere i camperisti che bivaccano, ed alcuni sversano liquami, non per quello, ma per fargli notare che i camper ci sono, perché la sbarra all’entrata del molo che dovrebbe selezionare l’entrata dei mezzi, è rotta, spezzata, non esiste più. Allora hanno buon gioco i camperisti a stazionare sul molo impedendo alle macchine di parcheggiare e ai cittadini di vedere il mare.

L’assessore Marinella Fasano

Mi domando se anche questo  è “turismo etico”. Due anni fa era successo la stessa cosa, la sbarra non c’era, allora io di persona mi sono adoperato fino a consumarmi la voce e le dita sulla tastiera del p.c. affinchè venisse posta la sbarra all’entrata del molo. E c’ero riuscito!!! Oggi approfittando della serata sull’etica del turismo e della presenza della Fasano e della sensibilità di tutti, chiedo di far rimettere questa benedetta sbarra. Non è una questione politica, anche se viene dalla voce di un signore  all’opposizione, è un problema etico ed estetico. Io mi sono già mosso qualche settimana fa, adesso chiedo aiuto almeno agli amministratori che erano presenti alla serata dal tema  “turismo etico” e io aggiungo estetico. Luigi Giordano

ULTIMA ORA – LIDL SUPERMERCATO NUOVO AMPLIAMENTO, LA PROTESTA

Ieri sera si è consumato l’ennesimo consiglio comunale, oltre alle mie  interrogazioni riguardanti l’invito a fare i marciapiedi nei punti più pericolosi del paese, cioè via Magnone, via Romana, e via Muragne,  si è molto discusso delle verifiche delle  linee programmatiche relative ai progetti fatti e da fare per l’amministrazione. A  breve sarà tracciato il marciapiede dalla via Aurelia a  via Pineo e sarà realizzato a scomputo degli oneri del supermercato LIDEL che presto si ingrandirà , mio malgrado, facendo soffrire ancor di più il nostro centro storico e tutta la parte centrale del paese. Degli utili di questi supermercati  a Ceriale rimangono le briciole sotto forma di forza lavoro a tempo determinato, la vera ricchezza viene trasferita alle banche, e i lavori di manutenzione dello stabile vengono fatti da ditte esterne al nostro territorio, la ricaduta in termine di ricchezza è quasi pari allo zero.  Ci rimarrà un marciapiede, per giunta senza collegamento alla pista ciclabile, già esistente per il breve tratto di Aurelia angolo via Muragne. Quindi un marciapiede privo di pista ciclabile, un’occasione persa. Come si è fumata negli anni la possibilità di fare i marciapiedi nel tratto pericolosissimo di via Romana, e di via Magnone. Abbiamo perso  gli anni  dove non esisteva il patto di stabilità e i risparmi dei cittadini nelle casse del comune potevano essere impiegati per opere sulla sicurezza stradale, e non solo, invece i nostri vecchi amministratori erano concentrati su altri obiettivi. Invece  l’attuale giunta ha concentrato i suoi deboli sforzi  per altre opere che io personalmente non condivido. Vendere una farmacia e chiudere il sottopasso di via Fontana per me sono stati due grandi errori che hanno portato a peggiorare tutto il nostro centro storico. Penso che la prossima amministrazione debba rimediare a questi errori, e considerare l’attuale gioiello che abbiamo in via Roma, cioè le ex scuole elementari, dove l’attuale amministrazione vuole portare i volumi di palazzo Pesce, costruendo (spero di no) un edificio dall’altezza del palazzo della banca, privando quell’area di luce e verde; l’unica area adiacente al centro che invece deve essere valorizzata creando una sala polivalente e di aggregazione portando  nella cornice del centro storico altri servizi di pubblica utilità.

Luigi Giordano

 

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto