Numero visualizzazioni articolo: 996

I miasmi e nausea a Savona, aspettando da un anno la Procura della Repubblica

Da due anni la zona di Via N.S. Angeli, Via Privata Angeli e Via Vittime di Brescia è invasa da forti miasmi ed esalazioni chimiche provenienti, stando a quanto detto dalle autorità competenti interpellate, dal depuratore del capannone di lavaggio treni, sito a poche decine di metri dall’area abitativa.

Queste esalazioni in alcune giornate sono così forti e sgradevoli da provocare senso di nausea.

Nonostante le continue e ripetute segnalazioni agli enti competenti e nonostante ci sia stato riferito dagli stessi dell’apertura di un fascicolo in Procura da oltre un anno, nulla è cambiato dalla comparsa dei primi cattivi odori.

Per quanto tempo ancora durerà questo fortissimo disagio? Perché nessuno si impegna realmente per riportare alla normalità la situazione con misure decise quali il sequestro ed il fermo dell’impianto, se è quest’ultimo la causa dei miasmi? Qualora queste esalazioni fossero dannose per la salute (da quanto appreso si tratta comunque di derivati chimici utilizzati per lavare i treni e di solventi per i graffiti) di chi sarebbe la responsabilità per il mancato intervento?

E SE ANCHE NON CI FOSSERO PERICOLI PER LA SALUTE, PER QUALE MOTIVO GLI ABITANTI DEL QUARTIERE DOVREBBERO CONTINUARE A CONVIVERE CON I CATTIVI ODORI CHE NE PREGIUDICANO LA QUALITA’ DI VITA?

Confidando in una rapida soluzione.

Alessandro Venturelli

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi