Numero visualizzazioni articolo: 649

Ceriale e adesso come la mettiamo? Lettera aperta all’assessore Marinella Fasano

Il papa Silvio Farinazzo, costruttore edile negli anni del boom edilizio di Ceriale, era diventato un personaggio popolare per le sue iniziative nel mondo delle attrazioni e degli spettacoli organizzati nella cittadina. Il figlio Silvio, a distanza di anni, si sta distinguendo in un’altra ‘battaglia’. Ci sono in ballo dei parcheggi che erano destinati a chi comprava gli appartamenti. E’ sorta una disputa sulla proprietà. Trucioli.it si è già occupato del dissidio, senza risposta del Comune e dell’assessore chiamata in causa, Marinella Fasano, agente immobiliare ed amministratrice condominiale. Questa volta è stata resa pubblica una lettera indirizzata all’esponente della giunta Fazio. E’ una verità di parte e tutta da dimostrare, sperando si faccia sentire anche l’altra campana.

 

NOTIZIE IN BREVE

Il consigliere Luigi Giordano scrive alla Corte dei Conti. Accade che lo scorso anno, nel calendario estivo delle manifestazioni, siano state organizzate serate con cantanti, attrazioni musicali e di cabaret affidate  all’Agenzia HPI EVENT di Giampiero Baldini.  Giordano sosteiene, documenti alla mano, che nel contratto di servizio non era previsto  che il Comune provvedesse all’assistenza tecnica con una propria autobotte e personale relativo. Il Comune, sempre a quanto risulta a Giordano che ha fatto anche un’interrogazione, ha poi emesso  una fattura di 700 euro a carico di Baldini. Trascorsi 8 mesi senza che sia sia provveduto al saldo, pare che l’amministrazione comunale non intenda procedere al recupero della somma.  Per un ente pubblico sara anche una cifra modesta, ma è il principio e alla fin dei conti la sostanza. Del resto proprio a Ceriale era stato denunciato e condannato un dipendente pubblico per aver inviato fax personali (pochi euro) a carico del Comune.  Del resto è normale che si paghi colonnine dell’Enel, suolo pubblico e anche l’assistenza dell’autobotte.  Il consigliere dell’opposizione non è d’accordo che si chiuda un occhio, facendo figli e figliastri.

AIMERI NON VERSA IL TFR ?  La ditta Aimeri che ha vinto l’appalto del servizio di raccolta rifiuti urbani nel Comune di Ceriale sarebbe inadempiente nel versamento del TFR ai dipendenti di ‘Ceriale Ambiente’.  Gli operai impegnati nel servizio sono una ventina che aumentano di qualche unità nel periodo estivo. A quanto si apprende, la società che con la capogruppo Biancamano quotata in borsa, appartiene ai fratelli Pizzimbone, dal 2013 ad oggi avrebbe versato la quota TFR solo per un mese. Sono già stati coinvolti i sindacati di categoria e messo sull’avviso il Comune. C’è il rischio che si arrivi allo stato di agitazione. Il consigliere Luigi Giordano  si è fatto interprete del malessere, ma ha anche chiesto che la civica amministrazione eviti un domani di poter essere chiamata in causa.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi