Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Appello! Mancano soccorritori volontari. Dramma ambulanze dirottate. E Premio. ‘Una vita per Finale’ a Emanuele Gerardi

Scrive Andrea Bronda sulla sua pagina Facebook. Un firmatario con lunga militanza nel volontariato e pubbliche assistenze (Albenga, Borghetto, Ceriale), assessore comunale ed esponente della Prima ora del Carroccio dell’ere del senatur Bossi. L’appello accorato che dovrebbe sfociare in una sorta di mobilitazione. Denuncia che “La situazione di tutte le Croci Savonesi e non solo, in questo particolare momento è molto difficile”.

Le vere opere buone per la comunità con il volontariato di donne e uomini di Vendone

E aggiunge: “Non si sa se per la Pandemia o altro….ma mancano sempre più i Soccorritori Volontari, manca l’altruismo, il Sacrificio e la gioia di dare.

Spesso un’ambulanza arriva da territori diversi, su territori diversi per un emergenza o un servizio ordinario, scoprendo inevitabilmente il territorio di origine. Quanto si potrà resistere così??
C’è necessità che la Gente e soprattutto i giovani, capiscano che bisogna dare una mano, che aiutare gli altri ti arricchisce.
Andate nelle Sedi più vicine a Voi ad iscrivervi…..il tempo se si vuole si trova….Volere è Potere….questo è il mio appello di Milite Soccoritori Volontario 118.
Andrea Bronda
E LA STAMPA – SAVONA HA RILANCIATO LA NOTIZIA

Autista e soccorritore, ma soprattutto una persona dal cuore grande e con grande spirito collaborativo. Quanto basta per essere annoverato tra i decani del volontariato del Ponente Ligure. Andrea Bronda, non vuole medaglie, ma lancia un appello rivolgendosi soprattutto ai più giovani: «Il mondo delle pubbliche assistenze della provincia di Savona è in difficoltà. Mancano militi che possano coprire i turni necessari per aiutare il prossimo. E’ un periodo decisamente difficile. Forse è l’emergenza pandemica a tenere lontane le persone dal nostro servizio che invece risulta essere di fondamentale importanza in questa così delicata per le nostre comunità».

Andrea Bronda, milite soccorritore, da 27 anni presta servizio alla Croce Bianca Borghetto. Si ritaglia altri momenti del suo lavoro di imprenditore oleario, facendo il volontario anche a Vendone, suo paese di origine e di lavoro. «Ovunque– spiega – c’è bisogno di organico e soprattutto di persone dal grande cuore. Quello che manca è l’altruismo, il sacrificio e la gioia di dare e fare qualcosa per gli altri. Nessuno può sapere quanto sarà ancora possibile gestire i turni e i servizi ordinari e le emergenze. E’ tutto molto complesso e le difficoltà sono enormi. C’è necessità che le persone e soprattutto i giovani, capiscano che le pubbliche assistenze hanno bisogno di nuove forze. Allora invito i giovani a raggiungere le sedi delle Croci iscrivendosi e partecipando ai corsi di formazione, per poi iniziare ad indossare la divisa e ricevere in cambio i sorrisi di tutte quelle persone che ogni giorno hanno bisogno di noi».

UNA VITA PER FINALE LIGURE

Dalla pagina Facebook del sindaco Ugo Frascherelli-

UNA VITA PER FINALE- 2021
Questa mattina, presso I Chiostri di S. Caterina, ho consegnato con immenso piacere una targa ad Emanuele Gerardi, premio “Una vita per Finale”-2021, “per l’amore e la dedizione con le quali ha partecipato e partecipa attivamente alla vita sociale e civile della Città, sempre a disposizione della Comunità Finalese con impegno, onestà e passione.”
Avatar

Trucioli

Torna in alto