Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga, isola Gallinara si attende il Tar. Pista ciclabile per Leca e Bastia: 600 mila €

Videoconferenza tra Comune di Albenga, Soprintendenza e i dirigenti del Ministero della Cultura avente ad oggetto i progetti di valorizzazione dell’Isola Gallinara. Ed in attesa del responso del Tar nella disputa tra per il diritto di prelazione con i proprietari dell’isola. Leggi anche: i lunedì culturali all’Unitrè; la consegna delle maglie dell’A.S.D. Albenga 1928 realizzate in onore dei quartieri cittadini; progetto per la pista ciclabile che collegherà il centro di Albenga con le frazioni di Leca e Bastia (costo 600 mila €).

Isola Gallinara: oggi l’incontro tra Ministero Soprintendenza e Comune 

COMUNICATO STAMPA –  Si è tenuto un incontro in modalità videoconferenza tra Comune di Albenga, Soprintendenza e i dirigenti del Ministero della Cultura avente ad oggetto i progetti di valorizzazione dell’Isola Gallinara.

Oltre ai dirigenti e i tecnici del Ministero, hanno partecipato il Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio ad interim per la città metropolitana di Genova e la provincia di La Spezia Manuela Salvitti, il Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona Roberto Leone, il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis, il consigliere con delega alla valorizzazione dell’isola Gallinara Giorgio Cangiano e i dirigenti e funzionari del Comune di Albenga.

Durante l’incontro il Ministero e la Soprintendenza hanno confermato l’interesse nei confronti dell’Isola Gallinara anche in relazione alla presenza sul territorio del museo navale e di un importante sito di archeologia subacquea. L’intenzione è quella di valorizzare l’edificio sul quale lo Stato ha esercitato il diritto di prelazione, ma per farlo sarà necessario attendere l’esito del ricorso al TAR presentato dai proprietari in relazione alla prelazione esercitata dallo Stato.

Solo all’esito del ricorso sarà quindi possibile compiere ulteriori passi per avviare un importante progetto di valorizzazione di quello che è un bene unico sia dal punto di vista storico, culturale che naturalistico, progetto che dovrà prevedere una stretta collaborazione e sinergia  tra pubblico e privato.

I LUNEDÌ CULTURALI DELL’UNITRE COMPRENSORIALE INGAUNA

Dopo una pausa forzata dovuta alla pandemia, ritornano i lunedì culturali organizzati dall’Unitre Comprensoriale Ingauna. Si comincia il 14 giugno con: “40 anni di Museo Diocesano: un patrimonio di Arte, Fede e Cultura da riscoprire”, a cura del Prof. Gianmaria Mandara, in cui si racconterà la storia di questo gioiello purtroppo poco noto alla cittadinanza, che ospita capolavori di Guido Reni, Lanfranco, e altre opere di scuola genovese e caravaggesca. Segue il 21 giugno: “Stelle rosse brillano nel cielo: la politica spaziale dell’URSS”, a cura del Prof. Federico Mandara: a sessanta anni dall’impresa di Jurij Gagarin, ripercorreremo una pagina poco nota di Storia contemporanea. Quindi il 28 giugno la presentazione del libro: “Indovina chi Jazz a cena”, che racconta quindici anni di jazz dal vivo ad Albenga, presenti gli autori, il Prof. Giannino Balbis, grande appassionato di musica oltre che di letteratura, e Umberto Germinale, fotografo di livello internazionale. Si conclude il 5 luglio con: “Emys, la testuggine palustre albenganese 100% ingauna”, a cura di Dario Ottonello e Pino Piccardo, in cui la cittadinanza potrà scoprire i segreti di questa specie animale autoctona. Gli incontri si tengono in Piazza Trincheri alle 21, sono 50 i posti disponibili, per cui si raccomanda puntualità.

Consegna delle maglie dell’A.S.D. Albenga 1928 realizzate in onore dei quartieri cittadini:

San Giovanni, San Siro, Santa Eulalia e Santa Maria

COMUNICATO STAMPA – Si è svolta, nella suggestiva cornice della sala Stucchi del Comune di Albenga, la cerimonia di consegna delle maglie dell’A.S.D. Albenga 1928 realizzate in onore dei quartieri cittadini: San Giovanni, San Siro, Santa Eulalia e Santa Maria.

Una nuova testimonianza del legame che unisce la squadra e la città, un rapporto che il club della presidente Claudia Fantino ha voluto celebrare donando le casacche ai capitani dei diversi quartieri. Presenti alla cerimonia, oltre alla presidente Fantino, anche il patron della società Gian Piero Colla e il direttore generale Andrea Mei. Per il Comune, era presente il sindaco Riccardo Tomatis che ha officiato alla consegna delle speciali divise.

Teniamo molto al legame con la città e questa iniziativa lo conferma – ha spiegato la presidente Fantino – queste maglie vogliono rappresentare il rapporto di vicinanza, che vogliamo continuare a rafforzare, con il territorio: la vicinanza della squadra alla città, ma anche della città e dei cittadini alle vicissitudini del nostro club”.

Le quattro speciali divise, recentemente indossate dai portieri della compagine ingauna in occasione delle sfide disputate nel campionato di Eccellenza (gare che peraltro hanno fruttato risultati utili), sono inoltre a disposizione di tifosi e appassionati: è possibile acquistarle presso la segreteria dello stadio “Annibale Riva”. “Questa iniziativa evidenzia e sottolinea il legame tra l’Albenga Calcio e il territorio, legame colto perfettamente dall’attuale presidenza che ha voluto omaggiare i rappresentanti dei quartieri del Palio con quattro diverse maglie – ha commentato il sindaco Riccardo TomatisUn po’ di Palio ora sarà nell’Albenga Calcio e viceversa. Oggi si è rafforzato ancor più questo legame che parla di storia, tradizione, territorio e sport. Una collaborazione iniziata in un periodo diverso da quello che stiamo vivendo, ma che il Covid non ha fermato, ma forse, anzi, ha rafforzato. Ora è il momento di guardare al futuro con un legame che ci auguriamo possa durare a lungo”.

A seguire, ha preso la parola il patron dell’A.S.D. Albenga 1928 Gian Piero Colla: “Questa iniziativa è stata resa possibile soprattutto grazie all’impegno del nostro direttore generale Andrea Mei, che ringraziamo per questo ma più in generale anche per il suo lavoro importantissimo per la nostra società. Arriviamo da un periodo complicato per via dell’emergenza covid, che personalmente abbiamo purtroppo dovuto affrontare da vicino: è per questo che abbiamo deciso che dedicheremo sempre più spazio ad attività per il sociale. Colgo inoltre l’occasione per ringraziare l’amministrazione comunale e il sindaco per il loro appoggio nei confronti dell’A.S.D Albenga 1928, che non è mai mancato”.

In conclusione, il pensiero di Andrea Mei: “Grazie alla proprietà dell’Albenga Calcio per le energie che ha profuso nonostante le difficoltà che l’hanno costretto a rimanere distante, ma solo fisicamente, dalle vicissitudini societarie. Il sostegno economico non è mai venuto meno così come la speranza di vedere un giorno la nostra squadra in categorie superiori”.

Approvato il progetto il linea tecnica per la realizzazione della pista ciclabile

Collegherà il centro di Albenga con le frazioni di Leca e Bastia

COMUNICATO STAMPA – La Giunta approva il progetto in linea tecnica, redatto dall’Arch. Marinella Orso e dall’Arch. Michela Ruffini, per la realizzazione della pista ciclabile che da Albenga porterà a Leca e Bastia.

Il progetto, necessario per poter partecipare a bandi di gara regionali e statali (tra di essi quello sulla rigenerazione urbana), prevede un importo lavori di 600.000 euro.

Quest’opera oltre ad essere particolarmente importante per la viabilità alternativa della Città – aspetto che l’Amministrazione Comunale intende curare e promuovere – sarà fondamentale anche in prospettiva. La pista ciclabile, infatti, potrà congiungersi all’arteria della Ciclovia Tirrenica infrastruttura che unirà Ventimiglia a Roma e che collegherà tutte le piste ciclabili del territorio in un unico, grande percorso di oltre 1000 chilometri.

Ricordiamo che la Tirrenica sarà una delle ciclovie turisticamente e storicamente più interessanti che, grazie al suo collegamento monti-mare, potenzierà e promuoverà non solo lo sviluppo della mobilità ciclabile, ma anche il turismo sostenibile.

Afferma il sindaco Ricardo Tomatis:Abbiamo approvato il progetto in linea tecnica per poter partecipare ai bandi di gara necessari ad ottenere i finanziamenti per la realizzazione della pista ciclabile che unirà il Centro di Albenga alle frazioni di Leca e Bastia offrendo risposte concrete alle esigenze della città. I nostri concittadini, infatti, potranno spostarsi in bicicletta, tranquillamente e in tutta sicurezza, da e verso il centro con molteplici vantaggi per la viabilità cittadina, la situazione parcheggi e per l’ambiente”.

“Nell’ottica di un suo collegamento ad altre importanti ciclovie – italiane e non – infine, la nostra pista ciclabile acquisirà un’importante e non trascurabile valenza turistica. Per questo la nostra Amministrazione ha intenzione di continuare a portare avanti il progetto accedendo, come sottolineato, ai bandi di gara che prevedono la possibilità di ottenere finanziamenti per la realizzazione della nostra pista ciclabile o anche, eventualmente, richiedendo mutui a tasso zero al credito sportivo (ad esempio attraverso Comuni in Pista o Sport Bene Comune)”.

Aggiunge il vicesindaco Alberto Passino: “L’auspicio di poter ottenere finanziamenti attraverso la candidatura di questo progetto che è un punto programmatico della nostra Amministrazione che ha come obiettivo la mobilità sostenibile, ma anche la riqualificazione del tratto interessato, nonché del pieno collegamento del centro città alle frazioni di Bastia e Leca”.

I disegni dei bambini  di Bastia d’Albenga sul rispetto dell’ambiente diventano cartelli stradali

COMUNICATO STAMPA – I disegni dei bambini della scuola elementare di Bastia d’Albenga diventeranno cartelli allo scopo di sensibilizzare i cittadini della frazione al rispetto le regole del buon vivere civile. Il progetto nasce dalla segnalazione di alcune problematiche relative all’ambiente – quali l’abbandono di cartacce e mozziconi di sigarette per strada o sulla raccolta differenziata porta a porta – riscontrate da alcuni residenti.Ai bambini, spesso più sensibili degli adulti a queste tematiche, è stato chiesto di fare dei disegni per “insegnare ai grandi” a comportarsi correttamente.

Questa mattina gli alunni hanno consegnato i loro elaborati all’Amministrazione (erano presenti l’assessore all’ambiente Gianni Pollio, l’assessore ai servizi sociali Marta Gaia e Camilla Vio consigliere comunale con delega alla frazione di Bastia) e agli agenti della polizia locale di Albenga ricevendo in cambio delle borse contenenti depliant informativi sulla città e, soprattutto, una borraccia da utilizzare al posto delle bottigliette di plastica. L’Amministrazione avrà ora il compito di selezionare cinque disegni e, grazie all’aiuto della Polizia Locale, trasformarli in cartelli da posizionare nelle zone più sensibili della frazione.

Afferma Camilla Vio consigliere delegato alla frazione: “Questo progetto è nato dall’idea di una cittadina di Bastia che ha proposto la collaborazione con la scuola per sensibilizzare gli abitanti della frazione ad essere più civili quando passeggiano per strada, quando portano i loro cani a fare una passeggiata ed anche e soprattutto nel fare la differenziata porta a porta.

Con i loro disegni i bambini, supportati dalle loro insegnanti che ringraziamo per la disponibilità dimostrata, hanno voluto rappresentare le varie esigenze dell’ambiente, della società e i doveri che hanno i cittadini. Cinque di questi saranno scelti e trasformati in cartelli e posizionati nella frazione grazie al supporto dei nostri agenti di polizia locale ed in particolare Paolo Lavagna che ha seguito il progetto. Questi cartelli rappresentano “un grido” con il quale i giovani vogliono farsi ascoltare e dire agli adulti di essere più attenti alle scelte che fanno ogni giorno per il nostro ambiente”.

L’assessore ai servizi sociali Marta Gaia: “I bambini sono più attenti degli adulti all’ambiente anche perché vivono il territorio, i parchi e gli spazi verdi e sono proprio loro a poter insegnare agli adulti a rispettare il luogo in cui vivono. Il messaggio che vogliamo veicolare è che casa nostra non è solo casa nostra, ma è anche la nostra città”.

L’assessore all’ambiente Gianni Pollio: “I bambini sono il nostro futuro e spesso si mostrano più attenti degli adulti alle tematiche ambientali. Supportati dalle loro insegnati hanno fatto dei disegni bellissimi trasmettendo messaggi importanti che ci auguriamo possano portare anche nelle loro famiglie e tra i loro amici. Tutti insieme dobbiamo e possiamo migliorare il nostro mondo. Se ognuno di noi rispetta l’ambiente la città sarà più bella e pulita”.

Avatar

Trucioli

Torna in alto