Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lettera 2/ Eredità cassetta di sicurezza, non ci crederete!

Caro Trucioli.it vi propongo una ‘chicca’, un diversivo per distoglierci dal bombardamento mediatico del Covid, ogni sera e ogni canale Tv. Chissà a quanti sarà capitata la mia esperienza di aver ereditato dai genitori una cassetta di sicurezza in una banca (con filiale nella Riviera savonese) e relativo conto corrente.

Per chiudere il conto dei miei genitori ho dovuto dismettere anche la cassetta di sicurezza dove, come dicevano i miei,  erano rimaste ormai poche monete antiche di scarso valore. La prima sorpresa che forse non tutti conosciamo. La legge vuole che per chiudere la pratica della casetta di sicurezza ci vuole un notaio. Ho chiamato il professionista che abita nei dintorni e per verificare la cosa si sarà fermato tra  5-10 minuti, la parcella fatturata ammonta a 1200 euro. Per la stessa prassi ho dovuto chiamare un orafo esperto e riconosciuto dalla legge che, constatando in pochi minuti che il tesoro era davvero minimo, ha richiesto 300 euro. Non finisce qui perché la banca per le operazioni di chiusura ha richiesto 200 euro. E’ finita li ? Macchè ! Per chiudere la pratica ho dovuto pure ricorrere al commercialista per integrazione della successione, pagando una parcella di 250 euro.

Scherzando con amici, commentavo: se vendessimo quel poco che abbiamo (parlo dei non milionari) e ci trasferiamo a Cuba  dove vivono già altri amici?  E poi si lamentano che ‘questa è la nostra Italia con cui bisogna convivere’. Non dubito, ma quanti altri hanno vissuto esperienze come la mia e hanno taciuto ?

Grazie per l’ospitalità, se utile.

(indirizzo e mail)

Avatar

Trucioli

Torna in alto