Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Andora porto prima maratona di Liguria Lo scalo si aggiudica la prima Emas ligure

Due interessanti notizie segnano l’attività del porto turistico di Andora. La prima ultra maratona della Liguria in programma domenica 8 novembre, su percorso certificato Fidal di 2 km, sulle banchine vista mare. Testimonial d’eccezione gli ultramaratoneti Pablo Barnes e Virginia OliveriLa Marina di Andora, prima in Liguria, ottiene la registrazione E. M.A.S, un riconoscimento europeo per corretta gestione delle attività ambientali.

NEL PORTO DI ANDORA LA PRIMA ULTRA MARATONA DELLA LIGURIA

PRESENTATO IL PROGRAMMA AL SALONE NAUTICO DI GENOVA
COMUNICATO STAMPA – Andora – La prima UltraMaratona della Liguria si correrà, domenica 8 novembre, nella Marina di Andora su un percorso certificato Fidal di 2 km. Gli ultrarunner correranno sulle banchine in un suggestivo percorso vista mare, unico nel suo genere, che garantisce una gara in tutta sicurezza.  L’evento è stato presentato al Salone Nautico di Genova  per coinvolgere i runner liguri che avevano aderito in gran numero all’edizione di febbraio rinviata a causa dell’emergenza Covid-19. La gara avrà due testimonial d’eccezione: Pablo Barnes della Nazionale Argentina e recordman per la 12 e 24 ore e Virginia Oliveri, 9 volte nazionale italiana sia di trial sia di 24.
“Un segnale di ripartenza per il settore che si accompagna alla soddisfazione di ospitare ad Andora la prima ultramaratona ligure – ha dichiarato Ilario Simonetta, consigliere delegato allo Sport del Comune di Andora – Un evento sportivo che valorizzerà anche il nostro porto turistico Marina Resort e da sempre teatro di eventi sportivi di livello grazie alle associazioni che vi operano in collaborazione con il Comune. Ringrazio i testimonial d’eccezione dell’evento i campioni di ultramaratona Pablo Barnes e Virginia Oliveri che hanno già testato il percorso qualche settimana”.
La UltrAndoraRun, organizzata dal Comune di Andora e dalla Asd RunRivieraRun e rinviata a causa del Covid-19, è una gara Fidal, di 6 e 12 ore individuali con l’aggiunta di una Staffetta di 6 ore da 2 a max 6 atleti. Le iscrizioni sono già aperte online sul nostro sito www.runrivierarun.it e su wedosport.net. Chi era già iscritto alla competizione di febbraio, rinviata a causa dell’emergenza Covid-19,deve solo confermare la presenza.

LA MARINA DI ANDORA, PRIMA IN LIGURIA, CONQUISTA LA REGISTRAZIONE  E.M.AS

Un riconoscimento europeo a garanzia della corretta gestione delle attività ambientali 

COMUNICATO STAMPA – Andora – La conferma è arrivata da poche ore. Il Porto Turistico con Marina Resort di Andora,Bandiera Blu da 33 anni consecutivi, è il primo in Liguria a potersi fregiare della registrazione E.m.as che garantisce che l’ A.M.A. e l’approdo attuano tutte le procedute a garanzia dell’ambiente volute dal Regolamento sviluppato dalla Commissione Europea n. 1221/2009.

La consegna del certificato si è svolta al Salone Nautico di Genova, sabato 3 ottobre, nello stand di Assonat alla presenza dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Andora Maria Teresa Nasi, del Presidente  di A.M.A, Fabrizio De Nicola e dell’Amministratore delegato Silvia Garassino.

Il dott. Gianni Cramarossa, area manager di Certiquality Toscana e Liguria e la Dott.ssa Maurizia Camoirano, Consulente A.M.A. S.r.l. hanno presentato i percorsi già conseguiti dall’Azienda per giungere alla conformità alla norme UNI EN ISO 14001:2015, nonché quelli avviati per l’ottenimento delle certificazioni di conformità alle norme 9001:2015 e 40001:2018. Soddisfazione è stata espressa dal presidente Fabrizio De Nicola che ha sottolineato come questo nuovo traguardo sia il frutto di un lavoro di squadra realizzato insieme a tutti i dipendenti A.M.A. che con il  loro costante impegno e puntuale professionalità hanno permesso di ottenere questa importante riconoscimento a livello internazionale.

“Ringrazio quanti hanno lavorato per raggiungere questo risultato, rispettando quotidianamete tutte le procedure ambientali che da oggi sono ufficialmente certificate conformi alle normative pubbliche europee – ha spiegato il Presidente Fabrizio De Nicola – Il porto turistico e la sua Marina Resort di Andora sono stati oggetto di vari controlli incrociati da parte di certificatori ed enti che hanno convalidato la documentazione necessaria alla registrazione“. EMAS,acronimo di Eco-Management and Audit Scheme indica la conformità di un’impresa o di un sito a quanto disposto dal Regolamento Europeo n.1221/2009 che definisce quali modalità di miglioramento organizzativo e gestionale vadano attuate per poter erogare servizi che siano a basso impatto ambientale. L’impegno conseguente nelle procedure riduce il rischio di incidenti ambientali e può consentire di ottenere agevolazioni economiche e finanziarie.

A.M.A ha visto, inoltre, riconfermata la Certificazione UNI EN ISO 14001:2015 rilasciata da Certiquality.

“Un ulteriore importante riconoscimento che testimonia l’efficacia dell’impegno attuato in questi anni dall’A.M.A. con l’obiettivo di coniugare servizi di qualità e tutela dell’ambiente e in particolare del mare, risorsa turistica e patrimonio da preservare – ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente Maria Teresa Nasi – Ci vuole impegno quotidiano per raggiungere questi risultati. Quello di Andora è un porto turistico con una lunga storia che però sa intercettare le esigenze della contemporaneità e si propone di costruire un futuro in cui il rinnovamento delle strutture e il rispetto dell’ambiente vadano di pari passo.”

L’A..M.A. ha riconfermato al pubblico del Salone  la sua politica ambientale.

Oltre al Seabin il bidone mangia rifiuti in servizio nel porto di Andora da poche settimane, A.m.a. ha annunciato  iniziative future come  l’installazione di una colonnina di ricarica di veicoli elettrici nel Porto Turistico che anticiperà la programmazione di una mobilità green con la messa a disposizione di dispositivi elettrici (biciclette e monopattini). Confermata anche la volontà  di potenziare la poltica plastic free con la valutazione di future iniziative.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto