Numero visualizzazioni articolo: 860

Noli i conti del Comune ?
Non far sapere ai cittadini che…

Dopo aver assistito all’ultimo Consiglio Comunale del 27/8, sono uscito dall’aula personalmente non soddisfatto per i seguenti motivi. Con rammarico ho constatato che, come vuole non solo la tradizione nolese, ma l’ordinamento nazionale che regola l’assemblea, solitamente con l’esposizione della bandiera, non sono stati fatti suonare i ventuno rintocchi della campana della torre civica.  E non è la prima volta…speriamo sia l’ultima.

di Carlo Gambetta

Un inusuale intervento del Sindaco Lucio Fossati (fuori regolamento) prima di iniziare il Consiglio ha rimarcato ufficialmente che non dimenticherà l’iniziativa delle tre minoranze (motivata dal regolamento), quella di aver “fatto saltare” il Consiglio precedente, rimarcando di  non aver gradito  tale comportamento, e, di conseguenza, praticamente, saprà come comportarsi in futuro.

Alle risposte delle quattro interpellanze affidate a chi di competenza nella maggioranza, la controreplica dei tre rappresentanti della minoranza ha evidenziato la non esaustività delle risposte stesse, l’elusione di particolari,  il segretario  comunale ne ha preso atto e verificherà.

Il sindaco di Noli Lucio Fossati

Si  è sentito affermare da parte del Sindaco che “domandare è un diritto, rispondere è un dovere”.
Non meraviglia questa affermazione da parte del primo cittadino, anzi, c’era da aspettarsela una presa di posizione così netta, visto che nel recente passato, lo stesso Sindaco, attraverso il sito ufficiale del Comune, rimarcava la mancanza di “buona norma” (per non  dare del “maleducato”) a chi non gli rispondeva (le due banche di Noli) ad un suo preciso quesito.
Vede, Sig. Sindaco Fossati, è corretto e doveroso informare la popolazione, sempre attraverso il sito del Comune, come usa agire Lei con i suoi collaboratori, ad  esempio, rimarcando che un’aiuola è stata terminata, che il cantiere aperto nella fiumara non permette la precedente  percorribilità, motivandola, che i cassonetti della spazzatura sono stati disinfettati, che la strada di Via Poggi  è chiusa (con deviazione) per lavori in corso sul cantiere dei garages di Via Belvedere, che è stato pavimentato con ghiaia il “fosso” di Via IV novembre per adibirlo a parcheggio, che attraverso le sue lettere comunicative alla comunità, la stessa venga doverosamente informata sulla situazione sanitaria e/o altro, ecc. ecc.
C’è chi, magari, maliziosamente la chiama propaganda (e ci può stare), quando, invece, potrebbe essere considerata pura informazione.  Ma l’informazione, a mio modesto avviso, e per la trasparenza, dovrebbe essere a 360°.
Ed allora, Sig. Sindaco Fossati, vorrebbe essere cosi coerente ed aggiornare la popolazione, per iscritto sul sito del Comune, in tempo reale, su quanto  è successo, il motivo del perché del fermo (se tale è) dei lavori che interessano la nuova viabilità sotto Via Belvedere, responsabilità, prospettive. Tutto ciò, onde evitare che tra la popolazione si divulghino notizie false, a volte tendenziose, ma la pura verità sulla stato dei fatti.
Oppure, visto che è Lei che  afferma che è un dovere rispondere, agisca di conseguenza, specialmente se la domanda gliela pone il sottoscritto attraverso un blog che a Noli è molto seguito.
Questo numero verrà protocollato alla Sua attenzione come altre due volte nel recente passato, ma senza risposta. Mi devo aspettare la terza, quindi considerato cittadino di serie B ?
Ne va della Sua coerenza, della Sua serietà; visto che non è la prima volta che viene certificato che “intanto non risponde”, oppure rinvia sistematicamente appuntamenti che richiedono ascolto o chiarimenti per quei casi che “scottano”.
Quale Sindaco di tutti, se così ritiene di essere, ne tragga le doverose conseguenze, anche e soprattutto nei confronti del suo elettorato, visto che Lei, per essere presente ed attivo in Comune, ha scelto di usufruire di tutti i diritti previsti dalla legge, cioè l’addebito al Comune stesso del costo dei permessi retribuiti da parte della Ditta per cui lavora: circa 1.700€ mensili, oltre 1.500€ mensili (200€ in più rispetto ai suoi predecessori) quale indennità di carica sindacale.

Penultima rata- Solo per chi non legge e quindi non si aggiorna sugli atti del Comune attraverso l’albo pretorio (e fa male…)  la notizia che il 15 settembre verrà pagata all’Agenzia delle Entrate la penultima di cinque rate mensili di oltre 20.000€ per un totale di 100.162,71€ .
Trattasi dell’imposta di registro per la sentenza 876/2018 del Tribunale di Savona emessa in solido di co-obbligati con la Soc. Zoppi Srl, la Soc. Z&R Srl e l’Ing. Delfino, sentenza che condanna al risarcimento dei danni subiti dal Condominio di Via Belvedere 14 per i dissesti verificatesi nell’anno 2009.
Tre anni fa, per uguale motivazione, sempre all’Agenzia delle Entrate, il Comune ha sborsato 200.000€ a seguito della causa persa contro il civ. 18 e 16 bis di Via Belvedere.
Mentre questi 300.000€ sono coperti da una legge apposita dello Stato (soldi pubblici erogati dallo Stato per non far  fallire il Comune), rimangono, almeno per ora, inquantificate le spese legali pregresse di centinaia di migliaia di euro; denaro che abbiamo pagato noi cittadini nolesi attraverso le tasse locali. Indirizzo che continua a non cambiare anche con questa amministrazione, che vorrebbe, come da programma elettorale, prioritariamente la salvaguardia, l’oculatezza per le casse comunali…!!!
A chi giova? Se non agli Avvocati… ad un Avvocato…”causa che pende, causa che rende!!!”

Ordinanze- All’inizio della stagione balneare sono state emesse ordinanze sindacali di divieto di sosta e balneazione sulle aree di Capo Noli e di fronte alla ex Colonia Rignon. Tutti abbiamo potuto constatare che la giornaliera disobbedienza civile continua a prevalere…evviva!!!

Lutti cittadini
Nicola Traetta a soli 62 anni ha lasciato la moglie, il figlio, la figlia con la sua famiglia, la mamma, parenti.
Nicola, finanziere in pensione, si era fermato a Noli da tanti anni ancora in servizio. Ultimamente aveva offerto il suo sostegno quale milite nella locale Croce Bianca.  Al suo funerale, oltre ai tanti amici, erano presenti anche due graduati Finanzieri  (gesto significativo in onore dello spirito di Corpo), per porgere, alla fine della cerimonia, le condoglianze alla famiglia.
Maria Magnone ved. Abbate a 95 anni ha lasciato la sorella, due fratelli, Andrea ed il Dott. Luciano medico a Ceriale, nipoti e parenti. Componente di una  famiglia patriarcale composta da cinque sorelle e quattro fratelli, Maria per lunghi anni ha gestito il ristorante “Il rustico” in Tosse, rinomata cucina casalinga da lei condotta, per poi lasciarla al nipote.

Carlo Gambetta

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi