Numero visualizzazioni articolo: 346

Santo Lucio di Coumboscuro, il Roumiage 2020. Da 60 anni ‘Traversado’ in ricordo marce dell’amicizia Piemonte – Provenza

A Santo Lucio di Coumboscuro torna il Roumiage 2020: è comunque tempo di Roumiage. Dal 28 al 30 agosto Santo Lucio di Coumboscuro in Valle Grana, poco oltre Cuneo  verso Caraglio e Pradleves,  ospita “Entre nous – Tra di noi”.

di Luciano Bona   

“Siamo in ritardo nell’organizzazione – dicono gli organizzatori – ma in tempo di corona virus, con le dovute garanzie è stato possibile produrre comunque  l’evento del Roumiage –  Rescountre Piemount Prouvenço.

Questa sarà un edizione di pausa, di riflessione e attesa, che confermerà i sessant’anni di questa manifestazione dedicata alla cultura provenzale transfrontaliera.

A fare da padrino Simone Cristicchi, che ha anche accettato di esibirsi nel concerto finale “sulla draio”, sulle orme dell’amicizia e stima tra Fabrizio De André e Sergio Arneodo. Un abbraccio di grande valore simbolico per Coumboscuro, polo culturale tra i più attivi delle Alpi.

Saranno tre giorni di “immersione” nella civiltà e nella vita delle genti tra Piemonte e Provenza, di cui l’evento del Roumiage, è catalizzatore e “momento” di confronto e crescita da oltre 60 anni in ricordo de “Traversado” le marce dell’amicizia che partivano da paesi della Provenza del Nizzardo e dai paesi Baschi, con  un carattere prettamente religioso e un “momento” di festa per gli appassionati di cultura e folklore   con canti e balli tradizionali nel cortile del Museo etnografico di Coumboscuro.  TRAVERSADO, marce dell’amicizia dalla Provenza al Piemonte avrà inizio martedì il 25 agosto a  Barcelonnette con Festin de la Traversado raduno delle genti di Provenza; quindi giovedì  27° a  Castelmagno – Valle Grana con, alle  21.30,  Benvengù a la Traversado; venerdì  arrivo il 28 a  Coumboscuro – Valle Grana alle h 18.30  Benvengù a la Traversado; sabato 29.08 a COUMBOSCURO – Valle Grana “aperture” delle rassegne espositive: Ensem- lessico famigliare: Mario, Michelangelo, Marco Tallone e letteratura provenzale libri, riviste, musica, video E loumarchà mostra-mercato delle Alpi Piemonte / Provenza.

Alle  15.00 Forum sull’editoria provenzale per i 60 anni del periodico Coumboscuro.  Una tavola rotonda per trattare il ruolo attuale e futuro delle testate come Coumboscuro: “INFORMAZIONE E IDENTITÀ” è il titolo dell’incontro, lo slogan su cui discutere tra carta stampata, ideali e virtualità.

I 60 anni del periodico “Coumboscuro”, sono testimonianza tangibile di decenni di ideali, studi, battaglie, riflessioni… dedicati da questo giornale alla terra alpina tra Piemonte e Provenza. Terra che ha scoperto attraverso le sue pagine l’appartenenza linguistica ed umana ad una civiltà che il tempo fa risalire ai trovatori. Oltre al mito delle radici, Coumboscuro rimane mezzo tangibile di narrazione e rapporto, di confronto che non vogliamo perdere.

Alle  15.30 Pichin pichot proporrà  laboratorio per ragazzi con Persil /Prezzemolo: 17.00 Jan Bernard Plantevin – “chansons et musiquesprovençales”;  h 18,00 Aperoumiage – pastis, noustral, ventresco, pisaladiera…; h 22,30 la nuech dal foueiassìer la notte del fuoco Li Barmenk- scena aperta ai musicisti tradizionali

Simone Cristicchi al Roumiage 2020

Domenica 30 agosto COUMBOSCURO – Valle Grana,  h 10.00 S. Messa degli emigranti cantata in provenzale;  h 15.30 Entrenous- Simone Cristicchi attore e cantante …ironico e allo stesso tempo poetico e riflessivo saprà incantare e coinvolgere  la “piazza”di Santo Lucio …. Così un altro nome importante si aggiunge dunque a coloro che negli ultimi anni, hanno calcato il palco del Roumiage, tra cui Cristiano De André, Angelo Branduardi, Antonella Ruggiero, Ginevra Di Marco. (apertura cancelli ore 14.30 ingresso unico Euro 20,00 ingresso gratuito sino a 8 anni). Sempre domenica 30.08 in occasione  del Roumiage 2020 Visite alla cappella affrescata di San Sebastiano XV°sec – Riconfermando  la sinergia dello scorso anno la Delegazione FAI Saluzzo  ripropone, domenica 30 agosto a Monterosso Grana ( val Grana)  la scoperta della cappella di San Sebastiano,  grazie all’apertura e alle visite guidate con i volontari della Delegazione.  Si tratta di un meraviglioso luogo d’arte che riporta al ‘400 saluzzese e alle opere del maestro del Villar, Pietro da Saluzzo. Una cappella interamente affrescata da un’ unica bottega e per questo  particolarmente significativa.

Luciano Bona

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi