Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga benvenuto ‘Vadino Football Club’
Presidente Capezio, allenatore Giunta
La squadra: giocatori del quartiere

Chi segue la cronaca sportiva e chi ha vissuto da cronista sportivo le vicende calcistiche delle società di provincia o di un capoluogo del ponente ligure, conosce o ricorda quali e quante vicissitudini una società sportiva si trova ad affrontare. Con rare eccezioni e periodi in cui a presidente c’era il  ‘mecenate’ che apriva il portafogli. Lo storia calcistica di Albenga non fa eccezione. La nuova società calcistica è stata registrata presso l’Agenzia delle Entrate. La prossima settimana sarà depositata la documentazione per l’affiliazione federale e iscrizione al campionato di Seconda Categoria.  Leggi anche a fondo pagina: quel giovane Lo Manto junior che si fa onore seguendo le orme del papà pastore e produttore di squisiti formaggi e derivati.

Il fiocco arancionero del Vadino Football Club segna un momento di speranza, di aggregazione soprattutto giovanile. Il Comunicato stampa del Comune ricorda che i giocatori sono in gran parte residenti del quartiere. Da qui i doppi auguri di successo e l’ammonimento, ci sia concesso, a non farsi ‘contaminare’ da tanti cattivi esempi. Né dagli immancabili applausi quando si vice e i fischi se si perde e la classifica piange. Il primo comandamento resta quello di educare i giovani e sottrarli al diseducativo edonismo dei nostri tempi. Il successo come metà del materialismo e del denaro facile, anziché strategico strumento di formazione educativa, dei sani valori esistenziali, di quella etica che i nostri avi ci hanno tramandato nei secoli e nella storia.

COMUNICATO STAMPA DAL COMUNE DI ALBENGA –

Nasce il Vadino Football club!

Alcuni membri del direttivo della nuova realtà sportiva si sono presentati ufficialmente al sindaco di Albenga Riccardo Tomatis il quale ha appoggiato con entusiasmo il progetto nato quasi per gioco dall’idea di alcuni amici.

“Il nostro scopo – affermano durante l’incontro – è quello di avere una squadra nel nostro quartiere in grado di aggregare giovani e dare loro un’occasione di incontro e divertimento positivo!”

Dal sogno di questi ragazzi è nato ben presto un progetto concreto ed ora la squadra di Vadino è realtà ufficialmente iscritta al campionato di seconda categoria. I colori ufficiali sono l’arancio e il nero, richiamo ai colori della storica San Bernardino, lo stemma è rappresentato dal ponte Viveri e dall’isola Gallinara, simboli della città di Albenga e del quartiere.

Roberto Capezio, neo presidente del Vadino Football Club, perito chimico, imprenditore ingauno, cresciuto nel San Bernardino, ed ex portiere di Savona, Alassio, Pontelungo e Partenope. Sul suo profilo Facebook non nasconde la ‘promozione’ del candidato leghista Stefano Mai in corsa per la riconferma a consigliere regionale

 

La società è guidata dal presidente Roberto Capezio e da mister Alessandro Giunta reduce dalla vittoria del campionato di prima categoria ed è composta, in gran parte, da persone residenti a Vadino.

L’intenzione è quella di ricreare, attraverso lo sport, uno spirito di comunità all’interno del quartiere.La speranza è di riuscire a realizzare al più presto un settore giovanile per riprendere il concetto di aggregazione che era stata la San Bernardino.” concludono.

Il sindaco Riccardo Tomatis ha accolto positivamente l’iniziativa ed ha affermato: “Lo sport è in grado di generale un input positivo e un circolo virtuoso che sono certo coinvolgerà molti ragazzi di  Vadino. Lo spirito di rimanere il più possibile all’interno del quartiere, inoltre, credo che sia un valore aggiunto in grado di arricchire l’intera comunità.”

Alessandro Giunta già guida tecnica del Soccer Borghetto S.Spirito, ex allenatore del Pontelungo e alla Juniores dell’Albenga

ALBENGA C’E’ CHI SI FA ONORE

SEGUENDO L’ANTICO MESTIERE DEL PAPA’, ALDO LO MANTO, PASTORE CHE IN LIGURIA HA PURE IL PRIMATO DEL MAGGIOR NUMERO DI CAPI, TRA PECORE, CAPRE E MUCCHE (OLTRE 1200).

In questo periodo il gregge è transumante negli alpeggi delle Alpi Marittime dove i pascoli non sono contaminati e l’unico foraggio è l’erba dell’alta montagna.

Le vere squisitezze della pastorizia nostrana e di produzione propria. Aldo Lo Manto juinior ‘espone’ alla prestigiosa Colletta di Castelbianco. Un meritato apprezzamento per un giovane giudizioso e volenteroso che, dopo la scuola, non esita a dare una mano a papà e mamma, ma anche orgoglioso delle tradizioni della famiglia, anche il nonno, socilino come il papà, era pastore.
Avatar

Trucioli

Torna in alto