Numero visualizzazioni articolo: 315

Golfo Dianese, 10 ristoranti fanno squadra
Promozione e logo ‘Il Vermentino in tavola’

Dieci ristoranti del Golfo Dianese fanno squadra per promuovere i prodotti tipici del territorio. Anche in questa significativa circostanza pare utile ricordare ciò che trucioli.it (non ha pubblicità alcuna) va scrivendo da anni: perchè la provincia di Cuneo ci ha da tempo superato quanto a ‘ristoranti’ presenti sulla prestigiosa Michelin, e non parliamo solo di ‘stelle’ assegnate.

Perchè è sempre più difficile trovare ristoranti che mantengono una radicata tradizione della cucina che attrae buongustai. È sempre più  diffusa  la mancanza di vere professionalità ai fornelli. Perchè ripetiamo alla noia il richiamo ai prodotti del territorio deve fare i conti con l’abbandono delle nostre campagne produttive (ortofrutta) e l’invasione sui mercati di merce ‘importata’da altre regioni e dall’estero. Perchè sfogliando la storia dei ristoranti è sempre più difficile trovare una tradizione famigliare, da una generazione all’altra. Si contano sempre più sulle dita di una mano. Ben vengano tutte le iniziative che siano capaci però di seguire gli sviluppi e dare conto nel breve e medio periodo dei risultati raggiunti. Non basta, insomma, la buona volontà o il ‘disegno di una grande Liguria’ per un ritorno promozionale che dia frutti e metta carburante nel motore di una ripresa virtuosa sul fronte della qualità  e del corretto rapporto del conto che si presenta al cliente. 
COMUNICATO STAMPA –
I Dian (corzetti de.co.) tornano nei menù di alcuni locali del comprensorio, almeno sino a fine settembre, in abbinamento al vino bianco locale. L’iniziativa, denominata “Il Vermentino in tavola” sta raccogliendo consensi. 

Promuovere il consumo del vino tipico delle valli dianesi e proporre specialità legate ai prodotti agricoli locali e alla tradizione. E’ il compito che si sono dieci locali del Golfo Dianese per consentire alla clientela di approfondire la conoscenza del territorio e apprezzarlo appieno, anche con il palato.

Dieci ristoranti che hanno deciso di fare squadra e lanciare il progetto “Il Vermentino in tavola“, in vista della 27a edizione della rassegna che il Comune di Diano Castello a fine agosto dedicherà proprio al Vermentino. Sino ad inizio autunno nei loro menù figureranno anche i Dian, speciali corzetti che nel 2009 l’Accademia delle tradizioni enogastronomiche della Liguria di Ponente ha registrato come de.co. di Diano Marina e che di recente sono entrate nel nuovo registro regionale dei prodotti a denominazione comunale.

Da qualche giorno, dopo un lungo periodo di assenza, i Dian sono dunque tornati nei ristoranti. A produrli appositamente per questa occasione è stato il rinomato pastificio artigianale Fiorini di Varazze, che nell’impasto ha utilizzato il Vermentino Doc Riviera Ligure di Ponente di un produttore della valle dianese e l’olio extravergine di oliva Dop Riviera Ligure. Tutto questo per un risultato di qualità. Di più: ai clienti che, in abbinata ai Dian, ordineranno una o più bottiglie di Vermentino, sarà consegnata in omaggio una simpatica ice bag, utile per tenere in fresco il vino a tavola. L’iniziativa sta riscuotendo ampi consensi, soprattutto da parte dei turisti, sia italiani che stranieri.

I Ristoranti del Vermentino sono dieci, così suddivisi in base alla località (tra parentesi le singole proposte).

Diano Arentino: Candidollo (Dian al ragù di coniglio).

Diano Castello: Osteria di Castello (Dian al pesto della casa e vongole veraci), Girasole (Dian al ragù bianco di pesce spada, trombette e pinoli), Villa Govi (Dian al ragù di mare e crema di trombette).

Diano Marina: Beach (Dian con pesto, patate e fagiolini), Golosamente (Dian con cozze, salsa alla maggiorana e bottarga artigianale), Il Caminetto (Dian con ragù bianco di vitello), Tirabuscion (Dian al ragù di triglia), Veggia Dian (Dian con calamaretti, pomodori secchi e olive taggiasche).

Diano San Pietro: Osteria Paolomaria (Dian della Valle, con pomodorini, capperi e acciughe).

Oltre a questi dieci locali, fà parte del “circuito” anche il Caffè del Borgo, unico bar di Diano Castello, che propone il Vermentino quale aperitivo e che al proprio interno ha anche una piccola bottega di paese presso la quale turisti e visitatori del borgo possono acquistare il Vermentino Doc della valle dianese ed altri prodotti tipici.

“Il Golfo Dianese, un po’ come tutta la Riviera dei Fiori, è un territorio straordinario, sotto tutti i punti di vista – affermano i promotori dell’iniziativa -. Abbiamo un clima invidiabile, un’entroterra meraviglioso, a due passi dal mare. Si tratta di fare sistema, puntando semplicemente su quello che già esiste, tutto l’anno: prodotti agricoli, enogastronomia, storia e borghi da scoprire, sentieri, colline da cui godere panorami mozzafiato. Valorizziamo queste risorse. Per un turista, già solo i terrazzamenti in cui viene coltivato il Vermentino e i muri a secco che li sostengono sono uno spettacolo”.

Il progetto dei Ristoranti del Vermentino è anche sui social (Facebook e Instagram).

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi