Numero visualizzazioni articolo: 291

Montegrosso Pian Latte primo in Liguria
Raviora De.Co. è ora nel registro regionale
La buona notizia: ‘Adotta una cantina’
Le aziende e hotel che hanno aderito

Un piccolo comune di una valle imperiese, Montegrosso Pian Latte, che non perde occasione per distinguersi nella corsa infinita ‘resistenza’ per non ‘morire solo di belle parole promesse’.Questa volta annuncia il suo primato ligure con l’iscrizione della sua ‘raviora De.Co’. Una buona notizia leggere poi dell’iniziativa della Regione per promuovere la sinergia tra Hotel della Liguria ed aziende vitivinicole del territorio. Infine leggi i finanziamenti regionali per viabilità nei comuni minori dell’entroterra.

IL COMUNE DI MONTEGROSSO P.L., CON LA SUA RAVIORA DE.CO., E’ IL PRIMO COMUNE LIGURE AD OTTENERE L’ISCRIZIONE NEL REGISTRO REGIONALE DEI COMUNI CON PRODOTTI A DENOMINAZIONE COMUNALE

Dall’inventiva dei pastori che durante la primavera raggiungevano i pascoli, nasce il piatto tipico di Montegrosso Pian Latte: la Raviöra. Essi percorrendo gli antichi sentieri della transumanza provarono ad unire diverse erbe spontanee con uova e ricotta, dando vita ad un piatto unico nella sua forma e nel suo particolare sapore. Questo piatto, la Raviöra appunto, nel marzo 2015 a seguito di un complicato iter ha ottenuto dall’Amministrazione Comunale il riconoscimento DE.CO. (Denominazione Comunale).

Il piatto appartiene all’itinerario gastronomico della Cucina Bianca, tipica delle popolazioni dei paesi arroccati alle pendici dei Monti Monega, Fronté e Saccarello, e quindi anche dell’Alta Valle Arroscia.

Le Raviöre De.Co. sono una pasta fresca ripiena di circa una ventina di erbette spontanee finemente tritate a mano, e tradizionalmente chiusa a barchetta, semplicemente cotta nell’acqua bollente e condita con un filo d’olio extravergine di oliva.

A distanza di 5 anni l’importanza di continuare a promuovere e difendere i nostri prodotti, legati alla nostra terra ed alla nostra tradizione si arricchisce di una nuova tutela a livello regionale.

Notizia di pochi giorni fa è che, grazie al costante impegno degli Amministratori Comunali, con Decreto della Regione Liguria, il Comune di Montegrosso Pian Latte ed il suo piatto tipico, la Raviöra De.Co di Montegrosso P.L. sono i primi in Regione ad aver ottenuto l’iscrizione al Registro Regionale dei Comuni con De.Co., istituito con Legge Regionale 11/2018.

Il riconoscimento De.Co., che il Comune di Montegrosso Pian Latte ha conferito nel 2015 al piatto, oltre che essere concepito come strumento di salvaguardia di un’importante produzione locale, ha dato un decisivo slancio alla promozione turistica del prodotto e del paese: oggi la comunità di Montegrosso P.L. può andare fiera di questo nuovo importante traguardo raggiunto.

SAN BERNARDO DI MENDATICA:

HA RIAPERTO SETTIMIA, IL PRANZO DI FERRAGOSTO 2020 A 30€

 

TURISMO ESPERIENZIALE: AL VIA PROGETTO “ADOTTA UNA CANTINA”, SINERGIA TRA HOTEL E AZIENDE VITIVINICOLE. ASSESSORE BERRINO: “INIZIATIVA CHE PROMUOVE IL NOSTRO VINO E FA SCOPRIRE AL TURISTA I LUOGHI INCANTATI DOVE SORGONO I VIGNETI”

GENOVA. E’ stato presentato questa mattina dall’Assessore regionale al Turismo Gianni Berrino e dal Presidente dell’Enoteca Regionale della Liguria Marco Rezzano il progetto “Adotta una cantina” che mette in sinergia gli hotel e le aziende vitivinicole della Liguria.
Nato dalla collaborazione tra l’Enoteca Regionale della Liguria, l’Assessorato al Turismo, gli Albergatori e i Produttori vitivinicoli della Liguria, il progetto ha come obiettivo far vivere al turista un viaggio esperienziale e immersivo tra vigneti, cantine e calici di ottimo vino dove l’ospitalità e l’accoglienza delle strutture ricettive sono il punto di partenza. L’ospite, infatti, sin dall’aperitivo di benvenuto, viene proiettato nell’affascinante mondo del vino ligure, può apprendere i segreti della vinificazione, visitare cantine, partecipare a degustazioni guidate, conoscere il vignaiolo e la sua azienda, vivere la Liguria dalla costa all’entroterra assaporando il frutto della vite, della fatica e della sapienza dei nostri viticoltori.

“Si tratta di un’iniziativa importante in questa estate molto particolare che mette in evidenza un aspetto non sempre conosciuto, anche se di grandissima qualità, della nostra regione – ha affermato l’assessore Gianni Berrino – Gli alberghi, infatti, avranno la possibilità di promuoversi e di promuovere al tempo stesso il vino della Liguria, una delle eccellenze del nostro territorio. La valenza di questa collaborazione pertanto è duplice: far conoscere i vini e far scoprire agli ospiti degli hotel i luoghi incantati in cui sorgono i vigneti liguri”.

“Enoteca Regionale della Liguria saluta con grande entusiasmo la partenza di questo progetto: siamo da sempre convinti che turismo e agricoltura debbano viaggiare a braccetto nell’ottica di promuovere e valorizzare sempre di più il nostro territorio – ha dichiarato Marco Rezzano – I dati diffusi comunicati dall’Osservatorio del Turismo Enogastronomico ed Esperienziale non lasciano possibilità di replica. Pertanto, riteniamo che riuscire formalmente a creare una solida collaborazione tra strutture ricettive ed aziende vitivinicole sia una fondamentale chiave di volta che permetterà di offrire ai nostri graditi ospiti nuove opportunità esperienziali, alla scoperta di un mondo agricolo di infinito fascino, cultura e tradizione: la storia di noi liguri, le nostre radici”.

Sono già oltre 30 gli alberghi e circa 50 le aziende vitivinicole che hanno aderito all’iniziativa “Adotta una cantina”. Ecco di seguito l’elenco completo:

HOTEL RISTORANTE LAGO BIN di Rocchetta Nervina (IM), cantina adottata: Azienda Agricola Marco Foresti di Camporosso (IM) e Azienda Agricola Fratelli Ascari di Dolceacqua(IM);

GRAND HOTEL & DES ANGLAIS di Sanremo (IM): Azienda Agricola La Ginestraia di Cervo (IM), Podere Grecale di Sanremo (IM) e Azienda Agricola Lombardi di Terzorio (IM);

HOTEL CORTESE di Sanremo (IM): Azienda Agricola Marco Foresti di Camporosso (IM), Azienda Agricola Luca Calvini di Sanremo (IM);

HOTEL MAYOLA di San Bartolomeo al Mare (IM): Cascina Nirasca di Pieve di Teco (IM), Azienda Agricola Fontanacota di Pornassio (IM);

HOTEL CARAVELLE di Diano Marina (IM): Azienda Agricola Bruna di Ranzo (IM),  Azienda Agricola Poggi dell’Elmo di Soldano (IM);

HOTEL METROPOL di Diano Marina (IM): Azienda Agricola Maria Donata Bianchi di Diano Arentino (IM), Poggio dei Gorleri di Diano Marina (IM), Terre Bianche di Dolceacqua (IM);

HOTEL EDEN PARK di Diano Marina (IM):  Azienda Agricola Maria Donata Bianchi di Diano Arentino (IM); Azienda Agricola VisAmoris di Imperia, Tenuta Anfosso di Soldano (IM);

HOTEL MEDUSA SPA E SERVIZI FAMILY E BIKE di Finale Ligure (SV): Azienda Agricola Punta Crena di Finale Ligure (SV), Cascina delle Terre Rosse di Finale Ligure (SV);

HOTEL ROSITA & VILLA PARADISO-BIKE HOTEL di Finale Ligure (SV):  Cascina delle Terre Rosse di Finale Ligure (SV), La Vecchia Cantina di Albenga (SV);

RESIDENCE GLICINI-BIKE HOTELS di Finale Ligure (SV): Cantina Paganini di Finale Ligure (SV), Innocenzo Turco di Quiliano (SV), Azienda Vitivinicola Durin di Ortovero (SV);

BOUTIQUE HOTELVILLA EDERA & LA TORRETTA di Moneglia (GE): Cà du Ferrà Wine & Tasting di Bonassola (SP), Azienda Agricola Ka*Mancinè di Soldano (IM);

HOTELMIRAMARE SPA & MEETING di Sestri Levante (GE): Cantine Bregante di Sestri Levante (GE), Azienda Agricola Maneterra di Arcola (SP);

HOTEL DELL’ORTO di Chiavari (GE): Cascina Feipudei Massaretti di Albenga (SV);

GRAND HOTEL BRISTOL RESORT & SPA di Rapallo (GE): Cà du Ferrà Wine & Tasting di Bonassola (SP);

EXCELSIOR PALACE HOTEL di Rapallo (GE): Cantine LunaeBosoni di Castelnuovo Magra (SP)

HOTEL NUOVO NORD di Genova: Andrea Bruzzone Vini di Genova;

HNN LUXURY SUITE di Genova: Azienda Agricola Mauro Zino di Dolceacqua (IM);

SICUREZZA STRADALE, 280MILA EURO PER 13 INTERVENTI IN ALTRETTANTI PICCOLI COMUNI. ASSESSORE GIAMPEDRONE: “CONFERMIAMO LA NOSTRA ATTENZIONE SULLA VIVIBILITA’ DEI NOSTRI BORGHI E DELL’ENTROTERRA”

GENOVA. Regione Liguria ha reperito risorse per oltre 280 mila euro per finanziare 13 interventi di messa in sicurezza stradale, realizzazione di attraversamenti pedonali, marciapiedi e parcheggi in altrettanti piccoli comuni (con meno di 1000 abitanti). “Si tratta di fondi – spiega l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone – provenienti dalla gestione di parcheggi pubblici a pagamento, che vengono reinvestiti al 100% in questo ambito. Con questo stanziamento andiamo a finanziare interventi che erano rimasti inizialmente esclusi da un finanziamento legato a un bando del 2019: in quell’occasione era stata predisposta una graduatoria di 45 interventi, di cui 22 finanziati lo scorso anno con 383 mila euro. Grazie a queste nuove risorse – aggiunge Giampedrone – verranno realizzati ulteriori interventi strategici in diverse località, soprattutto dell’entroterra: confermiamo così la nostra attenzione sulla sicurezza stradale e sulla vivibilità dei nostri borghi”. I 13 comuni interessati sono Plodio, Zuccarello, Giustenice, Magliolo (titolare del finanziamento più consistente, 50mila per la realizzazione di un’area pubblica di sosta), Osiglia, Bormida in provincia di Savona; Diano Arentino, Apricale, Pietrabruna, Terzorio, Airole, Montegrosso Pian Latte in provincia di Imperia, e Zignago in provincia della Spezia.

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi