Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona, Spagnoletti e la stampa libera:
‘Siamo censurati a priori, non demordiamo’.
E il caso dell’avv. Enrico Nan: ‘Meritano il premio menzogne’. Smentita a fake news

Era il 16 luglio scorso: “Vi inviamo, in allegato word, l’odierno Comunicato Stampa della Associazione Laboratorio Per Savona 2021. La Presidenza, Bruno Spagnoletti e Milena Poletti”. Si dava notizia (vedi trucioli.it…..) della candidatura a sindaco dell’ex sindacalista Cgil, con una sua lista, per le comunali del 2021, sostenuta da un’Associazione con 395 iscritti.

Bruno Spagnoletti primo a candidarsi sindaco di Savona

Il Comunicato è stato inviato “A Tutti gli Organi di Stampa Cartacei e Online della Provincia di Savona.Alle Redazioni del TG3 Liguria e Primocanale”. Con quale risultato ? L’abbiamo chiesto allo stesso Spagnoletti una settimana dopo. Ha risposto per iscritto: “Che ci risulti oltre a Voi (trucioli.it ndr), a Ivg e SavonaNews…per gli altri siamo censurati a priori, ma non per questo demordiamo o ci lasciamo intimidire”.

Tra l’altro è stata un settimana abbastanza calda e movimentato sul fronte politico amministrativo di Savona.

LETTERA SMENTITA A ‘UOMINI LIBERI’ DELL’AVV. ENRICO NAN

L’avv. Enrico Nan per 4 legislature in Parlamento con Pdl e FI

E’ pur vero che oggi le “Fake news” vanno di moda ma sostenere che io stia lavorando con alcuni amici per supportare una lista di sinistra per le prossime elezioni comunali di Savona merita il premio delle menzogne.

E’ vero che con il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani mi sono assunto l’impegno di contribuire a risollevare le sorti di Forza Italia in Liguria richiamando tanti amici che si sentono orfani di una casa moderata ma e’ pur vero che Forza Italia e’ un partito che nacque nel 1994 proprio per scongiurare che il nostro Paese andasse in mano alla sinistra.

Quindi, vorrei tranquillizzare tutti coloro che cercano di creare zizzania nella nostra area politica per assicurare che la linea politica di Forza Italia e ‘compatta e priva di confusioni. Non mi risulta che alcuno al nostro interno lavori per sostenere una lista di sinistra.

Forza italia è un partito che si identifica nel centro destra anche se con dei connotati liberali e, quindi, non sovranisti, ispirati all’area popolare europea. Pertanto non può andare a sinistra. E’ invece vero che, d’accordo col coordinatore regionale Carlo Bagnasco e con il commissario provinciale Marco Melgrati con i quali condivido in sintonia l’attuale indirizzo politico, necessita che Forza Italia riacquisisca un ruolo politico centrale all’interno del centro destra che, come dice Silvio Berlusconi, senza Forza Italia non vince.

Resto quindi perplesso quando leggo sui giornali (altra fake news?) che il Governatore della regione insieme a Vaccarezza avrebbero già deciso di destituire e sostituire il sindaco di Savona che, ad oggi, gode tutta la fiducia di Forza Italia. Sono forse, queste notizie, altri tentativi per creare confusione?

In conclusione Forza Italia non andrà certamente a sinistra ma lavorerà per riprendere la centralità del centro destra coprendo quell’area moderata liberal popolare che è stata l’idea ispiratrice della sua nascita e della quale mai come oggi c’è bisogno. Ringrazio anticipatamente per la doverosa pubblicazione di queste mie precisazioni.

Cordialmente. Enrico Nan

COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO DI ALASSIO MARCO MELGRATI

NELLA VESTE DI COORDINATORE PROVINCIALE DI FORZA ITALIA:

NO A INTERESSI DI BOTTEGA, NE INCUICI CON LA SINISTRA

Marco Melgrati sindaco (sospeso) e Coordinatore Provinciale di FI

Forza Italia difende l’operato della Giunta del Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e dice un no secco a esperimenti e inciuci con la sinistra.

Marco Melgrati, coordinatore provinciale di Forza Italia: possibile che Savona, al di là della volontà del sindaco Caprioglio di eventualmente ricandidarsi, non sappia trovare un nome autoctono e debba chiederne in prestito uno ad un Comune vicino?

Leggo sui media di rumors, peraltro non “virgolettati”, di una volontà del Presidente Toti e soprattutto di Vaccarezza, alla ricerca di un consenso trasversale sulla Sua candidatura alle Regionali , di una apertura ad una candidatura a Sindaco di Savona dell’attuale Sindaco di Vado Monica Giuliano, proveniente dalla fila del Partito Democratico.

Al di là del fatto che stimo Monica Giuliano come Sindaco di Vado, molti sono i problemi insormontabili di una simile ipotesi. Il primo è che il Sindaco di Savona era, è e sarà, a meno di una Sua rinuncia, Ilaria Caprioglio, che nelle difficoltà lasciate dalle passate amministrazioni di sinistra sta riportando Savona ad essere un comune con un bilancio virtuoso. Non possiamo dimenticare infatti che l’amministrazione guidata da Ilaria Caprioglio ha dovuto fare i conti, fin dal Suo insediamento, a una situazione di disastro economico, con un buco di bilancio nel 2016 di 14 milioni di euro e un indebitamento complessivo di quasi 100 milioni di euro, che hanno portato a fare scelte difficili e anche impopolari, nel segno di un risanamento e di un piano concordato con la Corte dei Conti che sta dando i suoi risultati in positivo, con i conti finalmente in ordine dopo 4 anni di sofferenza.

Il secondo è che, a fronte di una eventuale e per nulla scontata rinuncia del Sindaco Ilaria Caprioglio a presentarsi per un nuovo mandato, il candidato Sindaco del Centrodestra dovrà essere concordato con tutti i Partiti della coalizione che hanno un peso nazionale, Lega, Fratelli d’Italia e Unione di Centro in primis…

Il terzo è che sembra incredibile che, in caso di eventuale rinuncia di Ilaria Caprioglio a proseguire questa esperienza amministrativa, Savona non trovi un savonese “doc” per proporlo come candidato Sindaco e si debba trovare un “surrogato” in un comune vicino, peraltro ancorchè oggi privo di tessera ma con una formazione e una militanza nel Partito Democratico di lungo corso,,,

Colgo l’occasione per fare i miei complimenti non solo al Sindaco Ilaria Caprioglio per come ha saputo affrontare la crisi e gestito la città, ma anche, come coordinatore provinciale di Forza Italia, agli assessori iscritti o vicini al nostro partito, quali Piero Santi, Silvano Montaldo e Ileana Romagnoli.

Spero che questa sia stata solo una “boutade” giornalistica e non una idea veramente portata avanti da qualcuno per i Suoi interessi di bottega!

SAVONA: L’ISOLAMENTO ECONOMICO E SOCIALE

COMUNICATO STAMPA – Il gruppo “Quelli della Rebagliati – Il rosso non è il nero” invita le forze politiche, culturali, associative, cittadine e cittadini ad un incontro che si svolgerà giovedì 30 luglio alle ore 17,30 presso la SMS “La Generale” di via San Lorenzo (g.c.)

Il tema è quello dell’isolamento economico e sociale che ha causato a Savona una perdita di identità e un forte deficit nella capacità di definire una prospettiva di futuro. Una situazione che l’emergenza sanitaria ha ulteriormente acuito e che richiede da parte di tutti noi l’avvio di un’ampia ricognizione collettiva sul livello di necessaria progettualità da recuperare nei tempi più brevi possibile.

Al centro del nostro dibattito si collocheranno i temi del lavoro collegati a quelli delle infrastrutture, della portualità, della mobilità delle merci e delle persone.

Il recupero di una dimensione comprensoriale è un altro aspetto che intendiamo sottoporre in evidenza all’attenzione di tutti. Con l’auspicio che l’occasione sia colta per avviare un proficuo dibattito nel merito delle questioni rivolgiamo un invito alla partecipazione. Grazie per la vostra attenzione

IL COORDINAMENTO DEL GRUPPO “QUELLI DELLA REBAGLIATI – IL ROSSO NON E’ IL NERO”

Dilvo Vannoni, Franca Ferrando, Sergio Acquilino, Maria Teresa Carbone, Dario Zucchelli, Maria Rita Zanella, Antonio Vallarino, Franco Astengo, Sergio Tortarolo, Bruno Marengo.

SAVONA PRESIDIO IN PIAZZA SANDRO PERTINI

COMUNICATO STAMPA – L’Assemblea Antifascista e Antirazzista di Villapiana invita la cittadinanza al presidio in piazza Sandro Pertini (ospedale vecchio, angolo Piazza Giulio II) alle ore 19 di venerdì 24 luglio.

Sandro Pertini in esilio a Nizza (Foto Niccolino Corrado)

Con questa iniziativa intendiamo procedere all’inaugurazione popolare della nuova piazza, rendendo il giusto omaggio a un grande antifascista savonese. Quell’omaggio che il Presidente della Repubblica Pertini avrebbe meritato dalle autorità cittadine, che invece lo scorso 18 maggio si sono limitate a scoprire l’insegna della nuova piazza in modo frettoloso e semiclandestino.

Dopo mesi di emergenza sanitaria e le mancate celebrazioni del 25 Aprile, vogliamo anche festeggiare la Liberazione. Abbiamo scelto la data del 24 luglio, vigilia

Pertini con il cancelliere tedesco Willy Brandt (Foto Nicolino Corrado)

dell’anniversario della caduta di Mussolini, per ribadire la nostra contrarietà alla presenza di uno spazio neofascista nel quartiere di Villapiana.

L’inaugurazione popolare prevede la lettura di frasi e brani tratti dai discorsi di Pertini con una forte sottolineatura delle radici antifasciste della città di Savona e della Liguria, troppo spesso tradite negli ultimi anni dagli amministratori locali. Il presidio si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, con il distanziamento dei partecipanti e, se necessario, l’utilizzo delle mascherine.

L’Assemblea Antifascista e Antirazzista di Villapiana

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto