Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il parroco fra Benedetto laurea in psicologia.
Aquila d’Arroscia, 35 a ripulire la Provinciale
Il sindaco premia con rinfresco e festeggia il nonno Paolo centenario: 4 figlie e i nipoti

Il 14 luglio 2016 i media imperiesi titolavano: Lavori sulla strada provinciale indagato il sindaco di Aquila d’Arroscia. Sono trascorsi 4 anni e non si è più letto come sia finita la vicenda. E ora la bella notizia, di cronaca bianca, che descrive 35 abitanti del paese, con il loro sindaco, impegnati a falciare l’erbaccia (e pulire le cunette di scolo) sulla provinciale del paese per un tratto di 6 km.

Curioso infine che un sindaco, certamente unico in Liguria, ha festeggiato al ristorante Aquila il centesimo compleanno del nonno. Mentre il parroco del paese, fra Bendetto, può fregiarsi della laurea in psicologia

Il centenario, Paolo Cha, in perfetta forma, era attorniata dall’affetto di quattro figlie, dai nipoti e  dalla simpatia del paese della Valle Arroscia che sta superando il lungo periodo della ‘guerra al coronavirus’.

Ad Aquila d’Arroscia, 159 abitanti, il primo cittadino Tullio Cha, eletto nel 2015 dopo un anno di commissariamento, insieme ai volontari del paese hanno ripulito sei chilometri di strada provinciale. “Voglio sottolineare l’adesione di tanti ragazzi. In tutto si sono presentate 35 persone. Ringrazio anche la polizia provinciale che ha regolamentato il traffico e i ristoranti del paese Aquila e Al Sole che hanno offerto un contributo”, ha dichiarato il sindaco a Imperia News. Al termine è stato organizzato un rinfresco per tutti.

IL CENTESIMO COMPLEANNO DI PAOLO CHA

NONNO DEL PRIMO CITTADINO

Grande festa, 2 MARZO 2020, per i 100 anni di Paolo Cha, residente nel piccolo comune di Aquila d’Arroscia, nato il 28 febbraio 1920. Il compleanno è stato festeggiato al ristorante ‘Aquila’ insieme alla moglie Annamaria, alle quattro figlie Augusta, Carla, Loredana e Paola, ai generi e ai numerosi nipoti, oltre agli amici di sempre del paese.

Anche il sindaco, Tullio Cha (nella foto con la fascia di SanremoNews), dipendente di TPL Linea,  ha preso parte al compleanno di nonno Paolo, unico centenario da circa quindici anni a questa parte ad Aquila, a cui ha donato una cornice con gli auguri da parte di tutta la comunità. “E’ un traguardo importante, siamo fieri di essere suoi concittadini“, ha detto il sindaco.

Le tre generazioni della famiglia Cha riunite per festeggiare il nonno centenario (Fotoservizio di SanremoNews)

IL 12 GIUGNO 2018 FESTEGGIATO DON BENEDETTO

NEO LAUREATO IN PSICOLOGIA. SANTA REPARATA E’ LA PATRONA DEL PAESE

Don Adriano (fr. Benedetto) Durante, nato a Napoli, 41 anni, ordinato sacerdote il 26 maggio 2009, è parroco Costa Bacelega  (Ranzo)  e  Amministratore parrocchiale ad Aquila d’Arroscia. La santa Reparata è stata una giovane martirizzata durante le persecuzioni dell’imperatore romano Decio; è venerata come santa dalla Chiesa cattolica. Fu molto popolare durante il Medioevo, particolarmente venerata in varie località italiane e francesi.

IL 14 LUGLIO 2016 IL SECOLO XIX PUBBLICAVA

Imperia – Lavori affidati alla ditta Manfredi, iniziati a maggio e ora bloccati dopo il sequestro da parte dell’autorità giudiziaria. C’è un’inchiesta su un’opera che il Comune di Aquila d’Arroscia reputa importante: l’eliminazione di due curve lungo la provinciale che porta al paese, teatro in passato di alcuni incidenti, di cui uno mortale. Stando a quanto hanno appurato i carabinieri della Stazione di Pieve di Teco diretti dal luogotenente Giulio Tortorolo, i lavori sarebbero stati eseguiti senza un bando di gara e anche il materiale di risulta, una montagna di terra calcolata in centinaia di metri cubi, sarebbe finito nelle campagne, in barba alle leggi ambientali, ostruendo tra l’altro agli agricoltori della zona che non possono accedere agli uliveti.

L’inchiesta ha portato per adesso all’incriminazione del sindaco di Aquila d’Arroscia, Tullio Cha, indagato per abuso d’ufficio, danneggiamento e smaltimento illecito di rifiuti. Cha è stato interrogato dai pm Bogliolo e Sussarello, alla presenza del difensore, l’avvocato Giuseppe Fossati. Che dice: «Abbiamo chiarito tutto. Vorrei sapere cosa c’entra in tutto questo il sindaco di Aquila. I lavori sono stati commissionati ed eseguiti dalla Provincia. Il mio cliente si era limitato a richiederli con una certa urgenza per eliminare i pericoli di incidenti. Richiesta più che legittima».

L’inchiesta nasce da un’altra indagine legata a un misterioso episodio: il taglio delle gomme, da parte di ignoti, dell’auto appartenente all’assessore ai Lavori pubblici del vicino Comune di Ranzo Silvano Venturino. Poco prima l’amministratore aveva chiesto conto dei lavori agli uffici tecnici, quindi, con il suo sindaco Piero Raimondi segnalato alla prefettura le presunte anomalie. Che però ci sia qualche collegamento con la storia della strada è ancora tutto da verificare. Semplicemente i carabinieri, nell’allargare il raggio delle investigazioni si sono imbattuti nella pratica. Da parte degli inquirenti il lavoro è solo all’inizio. Non è escluso che nei prossimi giorni possano essere sentiti in qualità di persone informate sui fatti, tecnici e politici della Provincia.

Avatar

Trucioli

Torna in alto