Numero visualizzazioni articolo: 194

Alassio, Bandiere verdi Eco-Schools
L’orgoglio di insegnanti e dell’assessore

Alassio sventolano le Bandiere Verdi delle Eco-Schools. Tre scuole, due plessi scolastici si sono aggiudicati il prestigioso riconoscimento internazionale da parte della Foundation for Enviromental Education (FEE)​ la stessa che assegna le Bandiere Blu.

COMUNICATO STAMPA – Oltre 5mila studenti e studentesse, 53 scuole e 37 plessi scolastici, 24 comuni: questi i numeri relativi al progetto Eco-schools per quanto attiene la Regioni Liguria che per quanto riguarda la città di Alassio si traducono in tre certificazioni e due Bandiere Verde.

La Foundation for Enviromental Education (FEE), la stessa per intenderci che certifica le Bandiere Blu, con un analogo percorso di certificazione, assegna infatti anche  le Bandiere Verdi, nell’ambito del progetto eco-schools un network internazionale di scuole in cui confluiscono progetti ed esperienze, divenuto negli anni una inesauribile fonte di scambio di buone pratiche ambientali.

“La scuola primaria di Via Neghelli, e le scuole primaria e dell’infanzia Luigi Bottaro di Moglio – spiega con un certo orgoglio Fabio Macheda, Assessore alle Politiche Scolastiche del Comune di Alassio – all’inizio dell’anno scolastico hanno voluto aderire all’iniziativa. Coordinati dalla dirigente scolastica Sabina Poggio e dalle insegnanti Luisella Corona, Mariangela Santorso e Giusy Toso gli i ragazzi e le ragazze hanno primo costruito un progetto di ecosostenibilità e poi gli hanno dato vita e forma, e l’hanno fatto anche in regime di lockdown attivandosi attraverso mezzi informatici per completare il percorso”.

E’ il progetto”Amico Orto” del plesso scolastico di Moglio è valido alla scuola primaria e a quella dell’infanzia la certificazione FEE. ” Partendo dalla piccola aiuola realizzata lo scorso anno con le piante aromatiche – si legge nella relazione del progetto – si  è preso in considerazione di recuperare un piccolo orto adiacente alla scuola. L’obiettivo è quello di far crescere e maturare negli alunni la sensibilità necessaria per leggere, interpretare e conoscere il territorio che li  circonda attraverso attività laboratoriali in classe e sul territorio”.

“Ascolta l’eco” è invece il progetto premiato con la Bandiera Verde realizzato dalla Scuola primaria di Via Gastaldi: “Le iniziative del progetto – cita la relazione – sono state rivolte a potenziare la convivenza fra uomo-natura-cultura e favorire e sostenere la partecipazione attiva del bambino, sviluppare il senso dell’agire per il bene comune, conoscere l’esistenza di problemi ecologici e climatici e della possibilità di affrontarli e di contribuire a risolverli, acquisire stili di vita atti a preservare le risorse dell’ambiente”. Questi gli obbiettivi: conoscere la biodiversità del proprio ambiente sia dal punto di vista ecologiconaturalistico, sia dal punto di vista storico-sociale, per salvaguardare e valorizzare il territorio; contribuire a costruire una mobilità sostenibile negli spazi urbani e nelle aree naturali tale da rispettare habitat, vivibilità e salute; promuovere la conoscenza dei diritti dell’infanzia in termini di sicurezza in una città amica; sensibilizzare ai problemi legati all’inquinamento ed al cambiamento climatico; sensibilizzare al risparmio energetico, al risparmio di acqua, di carta e di altri consumi, alla raccolta differenziata.

“Il tutto si è tradotto in iniziative – giornate a tema, campagne di sensibilizzazione, ricerche… – che hanno profondamente mutato il rapportarsi con l’ambiente, coi rifiuti con lo spreco e con il recupero. Iniziative che abbiamo condiviso e sostenuto volentieri, come quella della sostituzione delle bottigliette di plastica con quelle termiche in alluminio”.

“Si tratta della prima volta che Alassio, le scuole di Alassio – prosegue Macheda – ottengono la Bandiera Verde, una certificazione riconosciuta a livello internazionale e che ogni anno coinvolge circa 20 milioni di studenti,  oltre 50000 scuole in 60 Paesi del Mondo. E’ un risultato corale dei ragazzi e delle loro insegnanti in primis, ma anche della Scuola e dell’Assessorato alle Politiche Scolastiche che hanno creduto e sostenuto i progetti”.

Mercoledì 17 giugno alle ore 11, presso la Sala Consigliare del Comune di Alassio si terrà la cerimonia di consegna delle Bandiere e dei Certificati da parte della FEE.

LE POLEMICHE CHE CORRONO SUI SOCIAL

LUCIA LEONE SCRIVE – Esprimo un mio pensiero perché, pensavo di non aver parole, e invece, mi riferisco alla manifestazione di sabato pomeriggio davanti al Comune, di parole, ne ho trovate…. Tante.

Per prima cosa entro nel merito dell’idea e la condivido perché trovo sempre bello e altruista ideare per poi donare.
Mi riferisco in primis al quadro realizzato in diretta da Rudy Mascheretti, complimenti per il traguardo di 100 quadri associato  a musica di qualità e al suono inconfondibile del sax. Intrattenimento sicuramente non facile senza pubblico, per ovvi motivi, siamo sinceri non è facile per nessuno questa situazione.
Poi, senza scandalizzarsi esiste la movida notturna, esistono le discoteche, per fortuna e, credo che sia giusto dar la possibilità ad un gestore Nicolò Fiori che ha portato lavoro e grandi personaggi ad Alassio, di far vedere e capire che anche quel tipo di attività turistica è pronta per ripartire.
Ma….. E qui veniamo al ma…. Ho da dire che… Mi sono persa la regia…. Si la regia, il coordinamento, il perfezionamento dell’idea che è stata proposta per la promozione di Alassio …
Cosa voglio dire? Location sbagliata…avrei  utilizzato la piazza del comune, luogo istituzionale, come piano secondario
Esistono posti, a mio modesto parere, più idonei all evento e alla mission finale che avrebbero dato la giusta immagine del nostro paese….. Il molo per esempio? Inquadratura delle spiagge, pronte con sdraio e ombrelloni , così la finiamo di far arrivare ai turisti l immagine di un paese fermo.
Riprese sui bar e ristoranti, colgo l’occasione per complimentarmi con la loro professionalità e preparazione, con persone sedute per aperitivo o cena con le dovute precauzioni…. E perché no le ragazze immagine sul molo con un jeans e una t shirt con la scritta I LOVE ALASSIO e la stessa sulla mascherina?  Basta poco…. Molto poco…. E il messaggio sarebbe arrivato così…. Come l idea…. Genuina e volenterosa perché tutti noi stiamo contribuendo alla rinascita.
ALASSIO  riparte dopo #resto a casa….. #respira questa libertà…. Canta Jovanotti….
Ma… E poi concludo… La regia è anche fatta di buon gusto.. O ce l’ hai o non ce l’hai. Un buon amministratore deve saper cogliere la proposta e svilupparla al meglio rispettando decoro, immagine e morale del posto in cui autorizza e coordina l’evento oppure fare un passo indietro e ammettere la propria incapacità (la chiamo umiltà intellettuale)
Detto ciò buona serata e serena estate… Sarà una stagione nuova ma una mascherina non ci toglierà il sorriso.
Ps spero che la vista e la piccola tastiera non mi abbiano fatto fare errori…. Così…. Per non essere criticata

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi