Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Lettere / 1 – Cerco chi adottò mio padre
2 – Ceriale: ‘Riducetevi lo stipendio e aprite un conto’. Giordano: ‘Lavoro per il Comune 15 ore al giorno. Sanna? Ha preso 3 voti’

“Buongiorno trucioli.it. Vediamo se mi potete aiutare. Ho letto un vs. articolo sulle ‘madrine di guerra’. Sono alla ricerca di un figlio o nipote di una allora ragazza (1940/41) che “adottò” mio padre allora sul fronte greco albanese e che la nomina nei suoi diari dai quali sto estraendo storie per scrivere un libro…”. Leggi anche quanto scrive Rodolfo Sanna di Meetup Ceriale in MoVimento: “…E’ ora che anche la politica locale dia un segno….dimezzandosi lo stipendio e rinunciando ai gettoni di presenza per tutta la durata dell’emergenza…”. Secca e dura risposta, a titolo personale, del vice sindaco Luigi Giordano.
Pensate di potermi aiutare? Ecco i dati di cui dispongo.  La madrina di guerra si chiamava Zina Rossi e aveva una sorella di nome Gilda.
Abitavano in via Gradisca 2 a Genova e scrivevano da un liceo del quale non conosco il nome. Mio padre si chiamava Vincenzo classe 1919. Vi ringrazio tantissimo e spero di leggervi presto.
Giorgio Piccigallo  (exiexo@gmx.com)

CERIALE, “SINDACO ED ASSESSORI SI DIMEZZINO LO STIPENDIO”

Lo scrive e lo chiede Rodolfo Sanna di Meetup Ceriale in MoVimento

Rodolfo Sanna, impiegato al Comune di Savona e di Meetup Ceriale in MoVimento

Oggi più che mai la politica deve dimostrare di essere in grado di fare un sacrificio, non bastano più le solite vuote parole di vicinanza a commercianti, imprese ed a tutte le categorie in difficoltà, non serve la sterile polemica per rimbalzare colpe ad altre istituzioni, adesso è il momento di essere uniti, solidali e soprattutto concreti.

Mi rammarica il fatto che ancora nessuno dei politici locali abbia ancora pensato di devolvere parte dello stipendio ai cittadini in difficoltà, i sacrifici non li devono fare solo i cittadini ed è ora che anche la politica locale dia un segno in questo senso dimezzandosi lo stipendio e, chi non percepisce stipendio, rinunciando ai gettoni di presenza per tutta la durata dell’emergenza.
Gli emolumenti alle cariche politiche sono pagati con le tasse dei cerialesi, in questo momento di difficoltà bisogna dare un segnale concreto e solidale rinunciando almeno a metà indennità di carica e destinando le somme così ricavate ad un fondo per il sostegno alle categorie in difficoltà o al “sostegno alimentare”.

Spiace inoltre constatare che ancora non è stato aperto un conto corrente dedicato a ricevere le donazioni liberali a sostegno dell’emergenza in atto, come disciplinato dall’art.99 comma 5 del DL n.18 del 17 Marzo 2020. Molti comuni lo hanno già fatto e destinano le donazioni al fondo per il “sostegno alimentare” per coprire l’erogazione di ulteriori buoni spesa. Mi domando se a Ceriale c’è l’intenzione di aprire tale conto dedicato e quando?

La gente non ne può più dei soliti stucchevoli discorsi filosofici, la gente è in difficoltà adesso e va aiutata adesso, con fatti e provvedimenti concreti che oltre ad aiutare economicamente prevedano una riduzione dei tributi di competenza comunale a sostegno della ripresa del nostro tessuto economico e sociale, duramente provato da questa crisi.

Rodolfo Sanna
Meetup Ceriale in MoVimento

IL VICE SINDACO LUIGI GIORDANO RISPONDE:LAVORO PER LA COMUNITA’ 15 ORE AL GIORNO

7 GIORNI SU 7 E NON VADO IN FERIE. MI HANNO VITATO 552 ELETTORI

IL SIGNOR CONTESTATORE SANNA, AD ALBENGA, HA PRESO 3 VOTI. DICASI 3.

Il vice sindaco di Ceriale, Luigi Giordano

Io, naturalmente, parlo per me, per quanto riguarda il taglio dello stipendio faccio un breve riassunto: io lavoro 15 ore al giorno, faccio il mio lavoro con coscienza, produco più di quello che guadagno e ne sono orgoglioso, il più delle volte adopero i miei mezzi e non chiedo niente. Guadagno circa 1400 euro lordi che si traducono in 1045 euro netti al mese, ci sono per il Comune e per i cittadini 7 giorni su 7, non ho praticamente feste, non sono mai andato in ferie in questi 2 anni di amministrazione. Lo dico chiaro e tondo, lo stipendio non me lo riduco neanche di 1 euro. Ho ricevuto anche la solidarietà di tantissimi cittadini che mi hanno apertamente detto che per quello che faccio guadagno anche poco ! A me basta che i cittadini siano d’accordo con me per quello che riesco a fare.

Per il resto dico solo a questo signore che è bello fare il ‘buliccio’ con il c. degli altri. Sono stato votato con 552 preferenze, vuol dire che le persone di Ceriale, che approfitto per ringraziare, hanno scritto 552 volte il mio nome sulla scheda. Qualche altro che invece si è presentato alle ultime elezioni amministrative di Albenga si è guadagnato 3 preferenze, si, hai capito bene, tre preferenze. Non mi faccio certo dettare i tempi da un rappresentante di un fantomatico gruppo. A me interessano i cittadini non le sterili polemiche. E i cittadini so cosa pensano, perché  li incontro sulla strada e in ufficio. Non mi nascondo dietro una tastiera!!!
Per quanto riguarda invece l’apertura di un conto corrente…..ci abbiamo già pensato a marzo, ma non si è ritenuto per il momento necessario perché abbiamo lavorato moltissimo con la protezione civile e la Croce Rossa per le necessità alimentari dei cittadini che hanno perso il lavoro, oltre che naturalmente per i buoni spesa. Tutti i cittadini che per il momento hanno avuto bisogno siamo riusciti, non solo con il cibo, a soddisfare le esigenze più impellenti, tenendo conto che il Comune non è una banca che deve fare profitti ma amministrare al meglio i bilanci pubblici, rispettando le norme statali. Abbiamo un ufficio di assistenza sociale valido, ogni richiesta viene vagliata e fronteggiata senza tempi lunghi. Se domani avessimo necessità di aprire un conto, non ci sarà nessun problema a rivalutare la nostra prima ipotesi di un conto corrente. Per tutto il resto sempre pronti ad ascoltare consigli e proposte, riceve rimproveri, ma non dal pulpito che non perde occasione per contestare. A nome di chi, oltre al suo ?
Luigi Giordano, vice sindaco e cittadino di Ceriale

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto