Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Borghetto S.S. : ‘Immersi nella tecnologia, abbiamo dimenticato la buona amicizia’
E qui un palazzo sul mare senza balconi
Caso unico in Liguria che risale al boom

Penso che molte persone mi conoscano, non importa quando le nostre strade si sono incrociate. Ho deciso di partecipare ad un’esperienza chiamata “un incontro”. L’idea è vedere chi legge un post senza foto. Hanno già commentato in 121. Non utili, invece, le ‘condivisioni’.

Davide Michelini nel vivaio di piante e fiori della famiglia a Borghetto S. Spirito, attività chiusa per coronavirus

DAVIDE MICHELINI (VIVAI) HA SCRITTO SULLA SUA PAGINA FACEBOOK. “Siamo così immersi nella tecnologia che abbiamo dimenticato la cosa più importante: buona amicizia. Se nessuno legge questo messaggio, sarà una breve esperienza sociale. Ma se lo leggi fino alla fine, vorrei che tu facessi un commento con una parola su di noi. Ad esempio, un luogo, un oggetto, una persona, un momento grazie al quale ti ricordi di me. Allora copia questo testo e postalo sul tuo profilo (non condividerlo) e andrò sul tuo profilo per lasciare una parola che mi fa pensare a te. Non scrivere commenti se non hai tempo per copiare il testo. Rovinerebbe l’esperienza. Vediamo chi ha avuto il tempo. Io il tempo lo trovo. Ci auguriamo di poter presto riaprire e poter mostrare tutte le nostre piante verdi e fiorite a tutti…. Le produzioni continuano, la vendita arriverà. Prima la salute di tutti!”

A BORGHETTO S. SPIRITO, L’UNICO PALAZZO DELLA COSTA LIGURE AFFACCIATO SUL MARE CON ALLOGGI – SECONDE CASE – PRIVO DI TERRAZZI

Un caso unico in Liguria nella seconda città che meritava il podio della ormai storica voce ‘rapallizzazione’ (da Rapallo anni ’50 e ’60). In nessuna altra località costiera che si affaccia sul mare, a Borghetto siamo sulla passeggiata a mare, zona centrale, a ridosso del centro storico, è stato costruito un palazzone di cinque piani, con appartamenti (bilocali e trilocali) tutti privi di terrazzo e terrazzini. Il mare si vede e si ‘gode’ dalla finestra. I due edifici, uno accanto all’altro, danno l’idea  della diversità architettonica. Uno (quello giallo) con i terrazzini arretrati (che non fanno volume), il secondo, color mattone, ne è privo. Non sappiamo quale sia stato il criterio ispiratore. Forse chi ‘viene al mare’ per ferie non deve necessariamente godersi il panorama da dentro casa, meglio vivo all’aria aperta. Non sappiamo neppure chi ha comprato se si è accontentato, o ha ottenuto comunque uno sconto rispetto ad altre ‘seconde case’ con balcone. Resta una curiosità davvero insolita.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto