Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio piange Nanni Vasco gallerista d’arte
e orfana di Masutti, albergatore eccellente

Due perdite, due lutti, due personaggi che pur nella diversità degli anni, erano due ‘eccellenze’ di Alassio nelle rispettive attività. Ugo Masutti non era solo un’istituzione, ma l’anima storica vivente di un’Alassio operosa, per nulla ciarliera, gran signore di specchiate virtù ed impegno civico. Lui e il turismo alberghiero che resiste, che investe, che rischia, si mette sempre in gioco nonostante la veneranda età e le esperienze non sempre riconoscenti. Non remava mai contro, non sui tirava indietro, sempre collaborativo.

Nanni Vasco era originario di Borghetto S. Spirito dove i genitori gestivano un bar sulla piazza principale in centro città

Un’altra persona schiva, ma ricca di umanità, onestà e capace di amicizia vera,  era Pietro (Nanni) Vasco, 73 anni, storico titolare della Galleria d’Arte di via Vittorio Veneto, nel centro storico. Un punto di riferimento per gli appassionati d’antiquariato. Era originario di Borghetto S. Spirito dove è cresciuto in una specchiata famiglia di esercenti. Il papà gestiva un bar sulla Piazza del Comune (ora ex) negli del boom immobiliare e turistico. Nanni lascia straziati per l’improvvisa morte la moglie Clara Rana, la figlia Elena (candidata nella lista di Parascosso sindaco alle ultime comunali), il figlio Francesco, i nipoti.

Nanni Vasco con le adorate nipotine

IL RICORDO DI NINO ROVERARO – E’ mancato Nanni Vasco un grande amico e certamente da tutti conosciuto. Per anni assieme alla mamma  Angiolina e papà  Rino hanno gestito il bar della piazza vicino al Comune, ora Bar Commercio, era l’unico ritrovo a Borghetto S. Spirito dei Borghettini. Generazioni hanno frequentato il loro locale. I gelati fantastici, ai miei tempi costavano 25 lire. Quanti giochi e scherzi, quante improvvisate partite di pallone; lui impersonava il mitico Pelé. Nella tranquilla e assonnata piazza nei mesi estivi. D’inverno stavamo a guardare i più anziani giocare con l’unico bigliardo a boccette in una forte coltre di fumo provocata dai loro sigari. Un altro grande amico ci ha lasciati. Ciao Nanni.

Nanni Vasco, il terzo da sn a ds, con amici borghettini e Nino Roveraro
ONORI A AD UN STIMATISSIMO GALANTUOMO E GENTILUOMO DI CUI LA CITTA’ DI ALASSIO PUO’ ANDARE FIERA ED ESSERE RICONOSCENTE PER AVER SEMPRE DATO SENZA CHIEDERE: UGO MASUTTI
Avatar

Trucioli

Torna in alto