Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Andora, scolari in gita tra gli ulivi
merenda all’antica: pane e extravergine
E a scuola solo menù self service antispreco

Andora gita tra gli ulivi degli alluni della primaria, merenda pane e olio. E ancora a scuola basta sprechi nella nuova mensa della scuola media “Benedetto Croce” di Andora dove i pasti sono serviti in modalità self service. ULTIMA ORA –  L’atleta del CNANDORA Fausto Vassallo, 55 anni, ha conquistato la vittoria della prima Europacup Master dell’anno, nelle acque di Antibes , con un perentorio 1-1-1-2.

La classe Laser Master è dedicata agli atleti più maturi  – spiegano al Circolo Nautico di Andora – E’ anche una delle più numerose, a dimostrazione che nello sport velico lo spirito agonistico e la passione non hanno limiti di età. Quando poi arrivano risultati così importanti è una soddisfazione per tutti: tecnici,atleti e soci che si impegnano ogni giorno per la diffusione e promozione della vela”.

PASSEGGIATA FRA GLI ULIVI PER BAMBINI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI ANDORA

COMUNICATO STAMPA – Passeggiata fra gli ulivi, con merenda a base di pane e olio, per 10 classi della scuola Primaria di Via Cavour ad Andora. La giovane comitiva ha percorso un itinerario verde che, partendo da località Molino Nuovo, ha attraversato il borgo di Duomo, numerosi uliveti  per arrivare in Località Garassini di Conna: qui i bambini hanno consumato uno spuntino a base di pane e olio extravergine d’oliva, offerto da alcuni genitori. Gli alunni erano accompagnati dai docenti, dall’assessore alla Cultura e alle  Politiche Scolastiche, Maria Teresa Nasi e dall’Assessore all’Agricoltura, Marco Giordano che hanno aiutato la scuola a individuare un percorso semplice e che toccasse gli uliveti e alcune zone caratteristiche dell’entroterra.  Ispirata alla “Camminata fra gli ulivi”, che ogni anno il Comune di Andora organizza con grande successo, la “Passeggiata fra gli ulivi” è dedicata alle scuole e ha l’obiettivo di fare conoscere e apprezzare ai bambini il territorio e le sue culture tradizionali.

Un’escursione in tutta sicurezza su percorsi puliti, già testati con altri eventi e accompagnata dai militi della Croce Bianca di Andora e  dai volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile -hanno dichiarato gli Assessori Nasi e GiordanoIl contatto con la natura va a completare il lavoro già fatto dalle insegnanti che da sempre approfondiscono con gli studenti i temi ambientali e quelli della valorizzazione delle culture locali e dei prodotti tipici come l’olio extravergine d’oliva. Un’esperienza che va certamente replicata anche con altre classi e con la scuola Secondaria di primo grado. Per i bambini è stato interessante scoprire anche l’impegno dei militi e dei volontari. Hanno, infatti, potuto vedere una delle vasche di raccolta dell’acqua che vengono utilizzate dalla Protezione Civile in caso di incendi e vedere da vicino i mezzi da loro utilizzati “.

MENSA A SELF SERVICE PER EVITARE  SPRECHI PER LE MEDIE DI ANDORA

E MENU’ ETNICO NELLE ELEMENTARI PER FAR CONOSCERE LE VARIE CULTURE

COMUNICATO STAMPA  – Stop agli sprechi nella nuova mensa della scuola media “Benedetto Croce” di Andora dove i pasti sono serviti in modalità self service. E mentre gli studenti più grandi del plesso di via Cavour mettono nel piatto solo le pietanze che hanno deciso di mangiare, ai piccoli delle scuole Primarie “Novaro” è proposto un menù etnico che, in vari appuntamenti, serve loro piatti tipici della tradizione di altri paesi. Si va dal cous cous con verdure del Marocco all’americano cheeseburger con le patatine.

Il bancone self service, voluto dall’Amministrazione Demichelis insieme al rinnovo e ampliamento della mensa,  è piaciuto ai ragazzi della scuola Secondaria di Primo grado che hanno trovato arredi del tutto simili a quelli delle scuole americane delle loro serie televisive preferite e si sono velocemente abituati alle file ordinate e a gestire autonomamente il pasto. Il progetto del menù etnico, invece, inizia già nelle aule delle scuole Primarie dove gli insegnanti presentano loro anche la cultura, gli usi e i costumi dei paesi di provenienza dei cibi. Un’iniziativa realizzata anche per promuovere la conoscenza reciproca della tradizioni dei compagni di scuola.

Con i lavori di realizzazione della nuova mensa, abbiamo voluto che ci fosse un bancone self service per ridurre al massimo gli sprechi di cibo: ora il servizio è avviato e sta dando ottimi risultati – ha spiegato l’Assessore alle Politiche Scolastiche del Comune di Andora,  Maria Teresa Nasi – Quotidianamente, nell’ambito delle disposizioni dietetiche dettate dall’Asl, la nostra mensa scolastica serve anche i piatti realizzati con prodotti  biologici e del territorio a km zero. Il progetto etnico, nato dalla collaborazione fra Comune, Scuola e Cirfood,  è invece un’occasione di approfondimento culturale che fa comprendere l’origine dei piatti e l’uso di determinati ingredienti, raccontando le tradizioni delle varie nazioni e favorendo l’integrazione fra le varie culture di appartenenza degli studenti”.

A tutti i bambini è stato distribuito un passaporto con i menù etnici proposti. Ad ogni pasto  viene messo un timbro. Dopo il menù del Marocco che sarà replicato, sarà la volta di quello francese con Crema Parmentier, quiche Lorraine e crepe, a cui seguirà quello Indiano con Buryani di verdure, pollo al curry e frutta fresca e quello americano con Cheeseburger, patatine con ketchup e plumcake.

Avatar

Trucioli

Torna in alto