Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona, 43 artisti in mostra e 16 alla memoria: passeggiata nella ceramica
E a Palazzo Nervi 15 ceramisti e 10 fotografi

Sono 43 gli artisti presenti e 16 in esposizione alla memoria. Sabato 16 giugno, 18,30,  s’inaugura la rassegna KéRAMOS2018, presso la  Galleria GULLIarte a Savona in C.so Italia 201r. Uun appuntamento ormai “istituzionalizzato”  giunto felicemente alla quarta edizione.

Una collettiva di ceramica, condotta con l’obiettivo di ampliare gli orizzonti di un pubblico invitato ad esplorare i mondi d’argilla, nella consapevolezza di appartenere, per storia e tradizione radicate nel savonese e nel suo comprensorio, alla cultura dell’arte figulina.

GULLIarte, riunisce nomi affermati e propone giovani talenti provenienti da diverse regioni d’Italia.
Non manca la vetrina riservata alla pagina storica del Novecento con “l’eredità” di artisti che continuano ad essere riferimento per la nuova  sperimentazione, dall’energia di Fabbri, alla potenza di Carlè, alla poesia di Antibo e di Bratta, alla bizzarria di Saba Telli ed Elde.
La parte critica è stata curata dalla giornalista d’arte Maria Teresa Castellana, i cui testi oltre a spiegare la mostra in essere, hanno la particolarità di essere scritti con una vena poetica e narrativa. La mostra proseguirà fino al 30 agosto 2018 con orari galleria: tutti i giorni 11.00/12.30 – 15.30/19.30 chiuso il lunedì mattina
A R T I S T I  C O N T E M P O R A N E I   P R E S E N T I   I N  G A L L E R I A :
Accarini, Acquaviva, Baruzzi, Bresciani, Carrieri, A. Cicala, L. Cicala, Crescini, Cutrupi, Denicolò, Dominguez, Gaiezza, Gambetta, Giannici, Giordano, Gioventù, Hilar, L’Acqua, Laveri, Lorenzini, Marthyn, Matola, Minuto, Miranda, Moiso, Morando, Mordeglia, Negri, Pesci, Piva, Pivetta, Pizzichini, Plaka, Polloniato, Pugliese, Quattrini, Raso, Rossi, Scappatura, Sciutto, Schiavetta, Sispz,Taramasco
A R T I S T I  S T O R I C I   I N   E S P O S I Z I O N E   I N  G A L L E R I A:
Antibo, Bertagnin, Berzoini,  Bratta, Caldanzano, Carlè, Elde, Fabbri, Galbiati, Luzzati, Massolo, Nencioni, Porcù, Sabatelli, Salino, Tinti…
Kéramos: una passeggiata nella ceramica
Sono fatte idealmente di ceramica le fasce che si affacciano sul mare di Liguria. L’aria si tinge degli smalti della ceramica. Le fornaci sono la “casa” di tanti artisti. Gettano le cime al tornio le navi della fantasia che portano su questi lidi altri artisti curiosi.
Approdo di ceramiche, a Savona, è GULLIarte che, con la mostra Kéramos, giunta felicemente alla quarta edizione, riunisce nomi affermati e propone giovani talenti provenienti da diverse regioni d’Italia. Non manca la vetrina riservata alla pagina storica del Novecento con “l’eredità” di artisti che continuano ad essere riferimento per la nuova sperimentazione, dall’energia di Fabbri, alla potenza di Carlè, alla poesia di Antibo e di Bratta, alla bizzarria di Saba Telli ed Elde.
La rassegna è un appuntamento ormai “istituzionalizzato” dalla Galleria, e condotto con l’obiettivo di ampliare gli orizzonti di un pubblico invitato ad esplorare i mondi d’argilla, nella consapevolezza di appartenere, per storia e tradizione radicate nel savonese e nel suo comprensorio, alla cultura dell’arte figulina.
Una cultura aperta alla ricerca di originali contributi all’interpretazione della materia. Contributi che GULLIarte intende offrire rinnovando ogni edizione della mostra.
Il filo conduttore non c’è. Ovvero è un filo d’Arianna. Ogni osservatore potrà seguire il filo della propria sensibilità  lungo un percorso articolato e intrigante, per giungere a scoprire quanto esprime la terra plasmata dalla luce di un’idea, un intuito, una scoperta.
Un percorso dove i nostri occhi possono passeggiare liberamente, incontrando gli sguardi di lustri cristalline ossidi combinati in cromatismi ora intimi ora arditi. E noi, pubblico, possiamo sentire quanta parte del nostro pensiero è fatta di kéramos.
Maria Teresa Castellana
Primi anni ’70 quando Maria Teresa Castellana, giovanissima critica d’arte, collaborava alla redazione del Secolo XIX di Savona, con Luciano Angelini, capo servizio, Giuseppe Giannotti, Enrico Fabbri (non più in vita) il compianto Angelo Regazzoni corrispondente da Varazze e Celle Ligure, Mario Muda, seminascosto compare Nanni Basso

A PALAZZO NERVI, SEDE DELLA PROVINCIA, MOSTRA DI CERAMICHE E FOTOGRAFIE

‘MEMORIE D’ARTE: IL SIMBOLO E IL MESSAGGIO

Dal 16 giugno al 24 giugno 2018,  nella Sala Nervi espositiva, Palazzo della Provincia, di via Sormano, 12, alle 16,30, inaugurazione della mostra ‘Memorie d’arte: il simbolo e il messaggio’

Espongono 15 ceramisti, Maria Paola Amoretti, Elisabetta Brunetti Buraggi, Brunella Corinado, Alessandro Fieschi, Mirella Fiore, Gian Genta, Grazia Genta, Bruno Grassi, Rosy Maccaronio, Giovanna Oreglia, Paolo Pastorino, Gianni Piccazzo, Mariella Relini,  Mariarosa Scerbo Battaglia, Aurelia Trapani

E 10 fotografi: Franco Chiara, Francesca Donadini, Biagio Giordano, Cristina Mantisi, Beppe Mascarino, Matteo Musetti, Vittorio Patrone, Antonietta Preziuso, Angela Ruffino, Chiara Solinas

Omaggio a Walter Allemani, Carlos Carlè, Maria Galfrè, Germana Rossi, Mario Stellatelli, Saverio Terruso, Massimo Vella     

Iniziativa collaterale: ore 17,30 del 16 giugno 2018, presentazione del libro di Giancarlo PINTO, Un tesoro di monumento. Emergenze storico-artistiche della Provincia di Savona, scritto in collaborazione con I. Celoria, C. Ascheri, E. Bordo, M. Gasparini, S. Macciò, a cura di Silvia Bottaro.

Si tratta della penultima mostra d’arte che l’Associazione “Aiolfi” organizza nel 2018 per i propri artisti e fotografi associati, ricordando con la sezione “omaggio” valenti nomi dell’arte italiana (basti dire Carlos Carlè per la storia della ceramica moderna internazionale e Mario Stellatelli per al ricerca nel settore della fotografia d’arte) che sono accostati a talenti di oggi che si esprimono, principalmente, con la ceramica rendendola sempre più vitale. Lo stesso vale per i fotografi, anzi il dialogo tra ceramica e fotografia è quanto mai stimolante per l’osservatore. Questa Associazione non è una galleria d’arte e, quindi, propone soltanto “incontri” culturali, lasciando al visitatore la parte dedicata alla riflessione, alla scoperta della tecnica, alla curiosità sull’autore. Si ricorda che l’Associazione “Aiolfi” ha adottato l’art. 9 della Costituzione Italiana e in questo orizzonte propone le sue iniziative. Grazie di cuore ai Ceramisti ed ai Fotografi che credono nel progetto culturale dell’”Aiolfi” dandoci fiducia con la loro iscrizione annuale: unica nostra vera “forza” che ci consente di ideare e di organizzare momenti come l’esposizione inedita di cui stiamo parlando.

La scelta, inoltre, di presentare il libro del Prof. Giancarlo Pinto (a cura di S. Bottaro) rientra nel voler far conoscere, anche attraverso questa ricerca fotografia soprattutto, i beni storico-artistici dei n. 69 Comuni della Provincia di Savona che, in alcuni casi, necessitano di attenzione maggiore per la loro tutela e valorizzazione. Un libro che ben rientra nel titolo della mostra – “Memorie d’arte”- e che invita chi lo leggerà a fare da turista attento tra piccoli Comuni dell’entroterra e Territori di confine, tra mare e montagne, tra bellezze paesaggistiche e antiche davvero rare (basti pensare alle Manie del Finalese), tra castelli e conventi, tra chiese e palazzi. Siamo ormai prossimi all’estate e questo libro può essere un prezioso alleato nel trovare siti,a abbastanza vicini a casa, da percorrere con lo spirito giusto del viaggiatore curioso ma consapevole di ciò che ha eredito: il Bello della nostra Terra. (Silvia Bottaro)

Avatar

Trucioli

Torna in alto