Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona, l’ultimo libro su Cristoforo Colombo
Romanzo storico (752 pagine), no ai tuttologi

Colombo questo sconosciuto? Ne siamo proprio sicuri? Un conteggio di quante false notizie e soprattutto di interpretazioni faziose della vita e dei viaggi di Cristoforo Colombo vengono diffuse nel corso di un solo anno non è mai stato fatto, ma certo il suo risultato non sarebbe confortante. Ilaria Luzzana Caraci ha presentato il suo libro (Gli ultimi giorni dell’ammiraglio, edito da Mursia nel 2016), martedì 12 giugno nel  Salone di Storia Patria di via Pia, introdotta da Graziella Galliano (Università di Genova).

Davvero sconosciuto? Ma via! Anche i bambini sanno chi era!

Ne siamo proprio sicuri? Un conteggio di quante false notizie e soprattutto d’interpretazioni faziose della vita e dei viaggi di Cristoforo Colombo vengono diffuse nel corso di un solo anno non è mai stato fatto, ma certo il suo risultato non sarebbe confortante.

L’ultimo lavoro di Ilaria Luzzana Caraci (Gli ultimi giorni dell’ammiraglio, edito da Mursia nel 2016) nasce proprio da qui: dalla constatazione che, per quanto i colombisti più seri siano sempre impegnati a riaffermare la verità storica e ad arricchirla di nuove, importanti testimonianze attraverso le loro ricerche, la loro voce resta inascoltata, sommersa com’è da quella dei tanti che di Colombo sanno poco o niente, ma trovano comodo servirsene per fini personali o politici.

Utilizzando la forma del romanzo storico, l’Autrice si propone quindi di divulgare non solo tra “gli addetti ai lavori”, ma tra un più vasto pubblico di lettori un’immagine realistica e documentata del grande Ligure e delle sue imprese. Queste infatti non si limitano al primo viaggio transatlantico a tutti noto.

Beautiful turf houses in Glaumbaer in Iceland

La vita di Cristoforo Colombo è una grande, eccezionale avventura, da quando, giovanissimo, s’imbarcò per la prima volta sulle navi dei suoi concittadini a quando, vecchio e distrutto da anni di viaggi e di privazioni, ebbe il coraggio di prendere il mare per un’ultima spedizione, alla ricerca del passaggio alle Indie, quelle Indie che erano state il sogno della sua vita.

Di seguito si riporta una recensione di Graziella Galliano, tratta dalla rivista “Ambiente Società Territorio. Geografia nelle scuole”, 2017:

Il sottotitolo di questo corposo volume (752 pagine) preannuncia la natura del libro. Dopo anni di studi e ricerche dedicati al grande Genovese, l’A. si è infatti proposta di scriverne una biografia romanzata, così da rendere accessibile e gradita a un pubblico più vasto di lettori la storia avventurosa della vita di Cristoforo Colombo, finora conosciuta nei particolari solo dai suoi studiosi.

Molte sono le novità introdotte nel romanzo, frutto per lo più della fioritura di ricerche che ha preceduto, accompagnato e seguito nei decenni successivi il V Centenario della scoperta del Nuovo Mondo, a partire dagli itinerari dei suoi quattro viaggi e dalle ragioni della fuga dal Portogallo di Colombo: non come era stato ipotizzato in passato, per qualche delitto da lui commesso in quel Paese, bensì perché considerato complice della congiura ordita contro il re Joao II dai duchi di Braganza – del cui seguito faceva parte – e di Viseu.

La forma del romanzo, oltre a dare spessore e colore a diversi personaggi storici, alcuni dei quali assai poco noti in Italia, permette all’A. di introdurre nel racconto anche personaggi di fantasia, la cui presenza fornisce l’occasione per entrare in profondità nella controversa psicologia di Colombo, qui descritto non come il solito eroe fuori dal tempo, ma come un uomo del suo tempo, con molti difetti, ma con un geniale progetto di navigazione, difeso strenuamente fino a farne la ragione della propria vita.

La scrittura facile e scorrevole e la semplicità delle graziose, piccole carte geografiche che corredano il racconto dei viaggi, rendono il libro utile anche dal punto di vista didattico, come hanno dichiarato alcuni insegnanti che hanno avuto occasione di leggerlo.

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto