Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Serata Cresci pro pediatria San Paolo.
Premio Alluto 2018 all’atleta Chiara Vincis.
Vendone apre il nuovo Museo della Ceramica grazie alla donazione di opere di 37 artisti

Una serata della Cresci per sostenere il reparto di pediatria del San Paolo diretto dal dr. Amnon Choen e senza questa raccolta di fondi sarebbe difficile dare un’assistenza adeguata ai piccoli ospiti. Seconda notizia: il Premio Renato Alluto 2018 all’atleta Chiara VINCIS, vincitrice di titoli europei e mondiali nella sua specialità di Kickboxing per la quale ha gareggiato, fin’ora, 52 match. Infine il Comune di Vendone ha trovato una collocazione in uno spazio civico dentro il Parco delle Torri dove, ufficialmente, il 3 agosto 2018, alle ore 21, si aprirà il nuovo Museo della Ceramica moderna frutto del dono di un gruppo di 37 artisti.

La CRESCI sostiene il reparto di PEDIATRIA dell’ospedale San Paolo di Savona diretto dal dott. Amnon Cohen con numerose iniziative durante l’anno, ma concentra l’attenzione della cittadinanza in una settimana con iniziative culturali e ludiche. Senza questa raccolta fondi sarebbe impossibile al reparto di dare una assistenza avanzata ai nostri piccoli ospiti con i soli finanziamenti ASL2. Il Presidente del Comitato amici del San Paolo, Giampiero Storti.
MUSEO DELLA CERAMICA DELLE TORRI A VENDONE PRESENTAZIONE DEL NUOVO CATALOGO
E IN SALA ROSSA  DEL COMUNE DI SAVONA PRESENTAZIONE DEL N. 9 DI ‘PIGMENTI  DI CULTURA’

Presentazione del nuovo catalogo del Museo della Ceramica  delle Torri a Vendone e presentazione del n. 9 del giornale “Pigmenti Cultura” con assegnazione del “Premio Renato Alluto 2018” all’atleta Chiara VINCIS in programma il 28 maggio 2018, ore 16, presso la Sala Rossa del Comune di Savona. La VINCIS è la vincitrice di titoli europei e mondiali nella sua specialità di Kickboxing per la quale ha gareggiato, fin’ora, 52 match. Complimenti !

Chiara Vincis campionessa di Kickboxing

Copia omaggio di “Pigmenti Cultura” ai presenti. Redazione: Mario Accatino, Silvia Bottaro, Giuseppe Milazzo, Sonia Pedalino; direttore Silvio Riolfo Marengo.

La MOTIVAZIONE – In anteprima il Sindaco di Vendone, Pietro Revetria, presenterà, assieme all’Associazione “R. Aiolfi” di Savona che ha promosso  la Biennale della ceramica contemporanea a Vendone, il catalogo che riassume le donazioni fatte dagli Artisti ceramisti al Comune di Vendone e che hanno trovato una collocazione in uno spazio civico dentro il Parco delle Torri dove, ufficialmente, il 3 agosto 2018, alle ore 21, si aprirà questo nuovo Museo della Ceramica moderna. Il catalogo vede un contributo critico di Alida Gianti e le schede di ogni artista presente, a cura di S. Bottaro. Corre doveroso un ringraziamento alla sensibilità civica di chi ha donato la sua opera, precisamente gli artisti:

Riccardo Accarini, Nadia Allario, Milena Alluto, Maria Paola Amoretti, Sandra Baruzzi, Luciana Bertorelli, Franca Briatore, Luigi Francesco Canepa, Sandra Cavalleri, Debora Ciolli, Brunella Coriando,  Roberto Di Giorgio, Luca Ferrando, Aldo Francin, Gian Genta, Rossana Gotelli, Bruno Grassi, Manuela Incorvaia, Rosy Maccaronio, Vincent Maillard, Claudio Manfredi, Guglielmo Marthyn, Caterina Massa, Giovanni Massolo, Tullio Mazzotti, Ingrid Mijich, Giovanna Oreglia, Persea (Tiziana Perano), Brenno Pesci, Gianni Piccazzo, Margherita Piumatti, Silvana Prucca, Giorgio Robustelli, Germana Rossi, Ennio Sirello, Fabiano Sportelli, Mara Tonso. 

Presentazione del n. 9 del giornale “Pigmenti Cultura”, direttore responsabile Prof. Silvio Riolfo Marengo. Un ringraziamento corre doveroso a chi ha contribuito, sempre volontariamente,  alla realizzazione di tale nuovo giornale con saggi sempre inediti e di grande rilievo. In questo numero si dà ampio spazio ai nuovi ritrovamenti e agli studi legati alla Liguria Preistorica con interventi di Giuseppe Vicino e per l’Arma Veirana nella Valle Neva di Fabio Negrino. Vi è, poi, un ricordo dell’astrofisico e speleologo Giovanni Badino,; si parla della Liguria meta di viaggiatori e di letterati: Umberto Curti ricorda Mario Soldati tra Tellaro e Pornassio e Pier Luigi Gardella ci illustra Bogliasco nel  Golfo Paradiso.

Questa Terra di esploratori è il terreno di Alfonso Licata e della storia legata a Lanzarotto Malocello, scopritore delle Canarie. Silvia Bottaro, invece, ha ritrovato a Londra, nel patrimonio mobile dell’Ambasciata italiana, un pregevole tavolo intarsiato dal savonese Ignazio Scotto. Giorgio Seveso, critico d’arte legato al nostro Territorio con il critico Mario De Micheli, tratta l’arte e l’impegno della scultrice Bianca Orsi. Paola Martini tratta l’argomento, tra arte e tradizione popolare, dei teli blu della passione di Cristo conservati a Genova nel Museo diocesano.

La provincia italiana è costellata di piccoli gioielli culturali come il Museo del Diario tutto da scoprire a Pieve Santo Stefano. Piccoli Musei ricchi di pathos e di impegno di numerosi volontari che intendono valorizzare il loro territorio come nel caso del Museo del Legno di Mallare, amato e visitato da Libereso Guglielmi (il famoso giardiniere di Italo Calvino). Un artista ligure – Ligustro – tutto da scoprire meglio, lui imperiese al secolo Giovanni Berio, molto apprezzato in Giappone e finalmente anche in Italia. Ezio Albrile, chiude il nostro giornale, con il suo dotto saggio dedicato agli alchimisti greci a Torino.

IL BELLO DELLA LIGURIA: LA MOSTRA FOTOGRAFICA DI FRANCESCA DONADINI

La fotografia come vera passione per il bello della Liguria: questa è la molla che spinge Francesca Donadini a osservare la magia del mare, la frastagliata costa, l’impervia collina alle sue spalle, le gemme incastonate tra i sassi  dei tanti Paesi ricchi di storia e di colore. Fotografie nate, anche, dal mare indagato d’inverno, di notte sotto la luce delle stelle e della luna. Pare di sentire il “respiro” del mare nella sua risacca, oppure l’odore inconfondibile della salsedine. Poesia, emozioni, silenzi: sono i componenti di molte immagini colte con rara sensibilità dalla Donadini. La natura è un disegno perfetto e la sua fotografia “racconta” la Liguria con grande grazia e raffinata tecnica per coglierne ogni sfumatura e stagione. L’arte diviene, in tal modo,  una “sua” forma di espressione, sia intima e personale, sia resa con voce universale: fare ciò dà senso alla vita per sentirsi utile nel messaggio di tutela e di valorizzazione di ciò che ci circonda, in questo caso il mare, la Liguria. Le sue fotografie ci portano ad una riflessione sull’era digitalizzata  e tecnologica in cui viviamo e ci conduce, così pare, ad un’idea semplice: ridefinire il nostro rapporto con ciò che ci circonda. Arrivando a nuove esperienze più dirette, efficaci, istintive, immediate che solo la fotografia può dare. La luce naturale della sera “dipinge” le cose, il mare, la vegetazione di un’aura unica con colori tenui, quasi verginali che, pare, mettere in contatto il cielo col mare in una gara infinita. Così si possono leggere e sentire le fotografie di Francesca Donadini.

Silvia Bottaro

Avatar

Trucioli

Torna in alto