Numero visualizzazioni articolo: 531

Bollette acqua: batosta a Borghetto, Borgio, Pietra (21 mesi di arretrati), Ceriale (12 mesi), seguono Tovo, Garlenda, Boissano, Toirano

E’ tornata l’ora legale e nell’uovo di Pasqua la ‘bella sorpresa’. I cittadini di Borghetto S. Spirito, Borgio Verezzi, Pietra Ligure, si vedranno richiedere il pagamento dei consumi di 7 trimestri, pari a 21 mesi totali, mentre gli utenti di Ceriale dovranno pagare per i consumi di 12 mesi. L’annuncio di Ponente Acque: “bolletta straordinaria” in arrivo, ma è possibile il pagamento rateale e niente allarmismo. La bolletta dell’acqua riguarda i consumi effettuati fino al quarto trimestre 2017. Stesso iter interesserà a breve i Comuni di Tovo San Giacomo, Garlenda, Boissano e Toirano. Leggi anche: il sindaco Canepa e l’assessore Moreno accusano l’opposizione consiliare di aver diffuso ai media ‘ notizie false ‘. In particolare il dr. Giancarlo Maritano, mancato sindaco, personaggio emergente, ex presidente Rotary gli contestano di: “Non ha ancora capito che il bilancio del Comune di Borghetto non è in attivo di 1.600.000 € ma in passivo di 1.200.000 €! ” Leggi: “A Borghetto apre l’ufficio Iat comprensoriale’. Ultima ora: leggi anche atti vandalici sul lungomare. Infine in via riservata e tramite Ivg.it, un anonimo dirigente della Pro Loco ha comunicato ufficialmente la chiusura e la morte dell’ente – associazione ricca di storia e meriti. Dalla lunga nota che fa la cronistoria si lascia intendere che il ‘becchino’ ha un nome e cognome, ovvero la giunta del sindaco Canepa.

COMUNICATO STAMPA – Trattandosi di una bolletta straordinaria, infatti, Ponente Acque ha deciso di andare incontro alle eventuali difficoltà degli utenti prevedendo la possibilità di un pagamento rateale. L’azienda ha attivato immediatamente un tavolo di confronto con Assoutenti Savona secondo quanto previsto nella “Carta di qualità dei servizi” a tutela dei diritti degli utenti/consumatori. Assoutenti Savona ha richiesto, in particolare, di provvedere alla massima informazione all’utenza affinché siano chiare le modalità di calcolo della bolletta, il suo contenuto e le modalità di pagamento.

Gli utenti che riceveranno questa bolletta straordinaria potranno decidere di pagare la cifra dovuta in un’unica soluzione oppure di suddividere la stessa cifra in più rate con cadenza bimestrale, in base al numero di trimestri interessati. Il tutto secondo le modalità spiegate dettagliatamente alle pagine 3 e 4 della bolletta in arrivo. Per esigenze particolari potranno anche essere previsti diversi tipi di rateazione, cui si potrà accedere compilando un apposito modulo disponibile presso gli uffici di Ponente Acque di Borghetto Santo Spirito, Alassio, Pietra Ligure e Borgio Verezzi. Ma perché questa bolletta straordinaria? Per capirne l’origine bisogna fare un piccolo passo indietro fino alla nascita di Ponente Acque, la società pubblica che in questo momento gestisce il ciclo idrico del territorio compreso tra Laigueglia e Borgio Verezzi e relativo entroterra.

Dal settembre 2016 Ponente Acque ha iniziato ad acquisire i servizi idrici gestiti ancora in economia dai Comuni ed ha avviato un processo molto complesso volto a verificare la correttezza dei dati trasmessi correggendo le anomalie, censendo le utenze e creando uno “storico” delle letture su cui basare la bollettazione, anche al fine del corretto riparto delle quote di competenza degli stessi Comuni fino al termine della loro gestione. Poiché in ogni località del ponente savonese le bollette arrivavano con cadenze diverse, terminata la prima fase di attività si è ritenuto opportuno fare in modo che si “chiudesse” il periodo pregresso inviando agli utenti una bolletta finale per il saldo dei consumi registrati fino al 31 dicembre 2017. Questo con l’obiettivo di “sincronizzare” l’invio delle bollette successive in tutti i Comuni il cui servizio idrico è gestito da Ponente Acque e di garantire l’avvio a regime per il corrente anno del nuovo sistema di bollettazione.

L’ammontare di queste bollette straordinarie è stimato e calcolato sulla base dei consumi medi registrati nei periodi precedenti, anche sulla base del dato storico raccolto durante il periodo di attività di Ponente Acque. Le bollette successive, invece, conterranno eventuali conguagli, che saranno calcolati ancora sulla base dei consumi medi o sul dato effettivo (ove disponibile) di ciascun utente. Potrà quindi succedere che alcuni utenti ricevano bollette di importo pari a zero o addirittura note di credito per aver già pagato il dovuto con questa bolletta straordinaria. Come detto, in ogni località del ponente savonese le bollette venivano gestite con cadenze diverse ed anche il subentro nella gestione di Ponente Acque è avvenuto in periodi differenti, perciò non tutti gli utenti interessati da questa bolletta straordinaria pagheranno per i consumi effettuati nel medesimo periodo. I cittadini di Borghetto Santo Spirito, Borgio Verezzi, Pietra Ligure, ad esempio, si vedranno richiedere il pagamento dei consumi di sette trimestri, pari a 21 mesi totali, mentre gli utenti di Ceriale e dovranno pagare per i consumi di 12 mesi. La bolletta, come già detto, potrà essere pagata in un’unica soluzione oppure in più rate bimestrali le cui scadenze, saranno indicate nella bolletta stessa. Potranno ricorrere alla rateizzazione anche i clienti che hanno scelto di pagare le bollette con addebito bancario: sarà sufficiente informare la propria banca (prima della scadenza) che questa bolletta non dovrà essere pagata. La domiciliazione resterà valida per le bollette trimestrali successive relative all’anno 2018.

Qualora l’ammontare della bolletta dovesse presentare cifre molto superiori a quelle pagate in precedenza, Ponente Acque potrà anche decidere di sospendere il pagamento. In ogni caso, si consiglia di verificare e comunicare la lettura del contatore almeno due volte l’anno. Lo stesso iter interesserà a breve anche per i Comuni di Tovo San Giacomo, Garlenda, Boissano e Toirano. Seguiranno apposite comunicazioni in merito. Per ogni altra necessità è possibile rivolgersi agli sportelli di Borghetto Santo Spirito (in piazza Caduti sul Lavoro), di Alassio (in viale Hanbury 120), di Pietra Ligure (al piano terra del municipio) e di Borgio Verezzi (al piano terra del municipio) negli orari indicati in bolletta oppure al call center della società.

A BORGHETTO SUONA  L’ORCHESTRA DELLE POLEMICHE

LA MAGGIORANZA CON IL SINDACO CANEPA E MORENO ASSESSORE RISPONDONO:

ALLARMISMO E FALSITA’ DEI CONSIGLIERI VILLA, MARITANO, OLIVA, GUZZARDI

CHIEDETE SCUSA AI CITTADINI. ALLE BRUTTE FIGURE DEL MEDICO CI SIAMO ABITUATI

Ma saranno davvero quelle previste dal codice penale: notizie false e tendenziose atte a turbare l’ordine pubblico ? Articolo 656 del codice penale con l’arresto fino a tre mesi  o con l’ammenda fino a 700 Euro. A parte gli scherzi, l’accusa è precisa e non proprio onorifica, se fondata e senza i crismi della diffamazione. Il primo cittadino ed il suo ‘assessore anziano’ Roberto Moreno, commercialista, scrivono e tacciono l’opposizione di aver “inviato ai media notizie false (sic !)……”. E i media che le hanno pubblicate hanno esercitato il diritto di cronaca ? Diremmo di sì. Certo che un uomo pubblico è sempre tenuto a tutelare la sua onorabilità. Altrimenti è un carnevale continuo e la credibilità finisce alle ortiche. Vedremo gli sviluppi.

Comunicato stampa – Se lamentarsi del fatto che la Minoranza faccia continua disinformazione inviando ai media notizie false significa essere nervosi…allora vuol dire che sono molto nervoso (per non utilizzare altri eufemismi) afferma l’assessore Moreno.

Giancarlo Maritano, medico Asl, si è guadagnato la fama di ‘mancato Macron’ di Borghetto

Nei giorni scorsi i consiglieri Villa, Maritano, Guzzardi e Oliva hanno invitato i cittadini a non pagare quelle che loro erroneamente hanno definito “cartelle di pagamento viziate da nullità”. Tale atto è gravissimo in quanto: 1) corrisponde al falso che si tratti di cartelle di pagamento 2) invitare i cittadini a non pagare potrebbe metterli a rischio di sanzioni di cui spero che i consiglieri di minoranza si facciano carico avendo dato loro una informazione non vera.

Il comune si è limitato a mandare una comunicazione, allegando un bollettino prestampato, per facilitare il versamento che la Legge prevede sia effettuato direttamente dai cittadini: un servizio, per evitare di aggravare le persone di questi ulteriori obblighi burocratici.

Prosegue l’assessore Moreno affermando: che la minoranza abbia volontariamente distorto la realtà è dimostrato dal fatto che nelle stesse comunicazioni inviate sia specificatamente indicato il fatto che “non costituisce, in nessun modo, titolo quale liquidazione e/o accertamento del tributo”.  Per quanto concerne i lamentati aumenti della Tosap ricordiamo che erano 13 anni che non veniva effettuato nessun aumento, che quello praticato sulla tariffa base è sostanzialmente pari

La pizza, rivelatasi indigesta, del mancato sindaco Pier Paolo Villa, popolare ex militante leghista, in Comune alla sua terza legislatura, sempre giovane e grintoso

all’adeguamento istat 2005-2017 e che, essendo il nostro un comune in pre-dissesto, abbiamo applicato le linee guida indicate dalla Corte dei Conti quanto più coerentemente possibile.

Fino ad oggi tutto il lavoro della minoranza è stato quello di dare informazioni non veritiere o contestare qualsiasi scelta effettuata dalla nostra amministrazione senza però dare delle soluzioni alternative praticabili o presentabili alla Corte dei Conti quasi dimentichino che siamo un comune in predissesto a causa di un ingente disavanzo da coprire.

Conclude Moreno dicendo: penso che la migliore risposta a questo sterile atteggiamento dei consiglieri Villa, Maritano, Guzzardi e Oliva sia la politica del fare: la nostra amministrazione in questi primi mesi si è rimboccata le maniche ed ha presentato alla Corte dei Conti un piano di rientro per mettere i conti del comune a posto, ha cercato di riorganizzare il comune per migliorare il lavoro ed i servizi offerti, ha ripreso ad effettuate la manutenzione del verde, la pulizia del paese, la pulizia dei rii, la grigliatura delle spiagge e soprattutto è continuamente a disposizione dei cittadini per dar loro ssascolto e risposte.

Il sindaco Canepa visto quanto pubblicato ieri da parte della minoranza afferma: “Vorrei tranquillizzare la minoranza consiliare, non siamo né in affanno né nervosi come hanno pubblicamente dichiarato. Non ne abbiamo motivo. Se lo “spessore” dei gruppi minoranza è quello dimostrato nel recente Consiglio Comunale possiamo dormire sonni tranquilli. Un po’ meno tranquilli credo siano quei rispettabili cittadini che li hanno votati e che vedono frustrata la  loro legittima aspettativa di assistere ad un’opposizione capace di essere si critica ma anche almeno minimamente propositiva. E invece niente, in questi primi nove mesi non vi è stata una sola proposta che non fosse demagogica o strumentale ma soprattutto sostenibile. Mutuando l’ormai celebre e infelice battuta del Dott. Maritano in campagna elettorale, mi sento di dire che sono felice di non aver lasciato il paese nelle mani di un dottore! Visto che dopo 3 Commissioni Consiliari, 2 Consigli Comunali e svariati briefing con i suoi validi consulenti non ha ancora capito che il bilancio del Comune di Borghetto non è in attivo di 1.600.000 € ma in passivo di 1.200.000 €!!! Sarebbe bastato leggere tutta la pagina e non fermarsi a metà così come suggeritogli dall’Assessore Moreno durante l’ultimo Consiglio.” Termina Canepa dicendo “Recentemente mi sono fatto carico di scusarmi con i cittadini per un’eclatante inefficienza dell’Ente. Alla luce di queste eclatanti disinformazioni mi aspetterei lo stesso comportamento da parte dei consiglieri di minoranza Villa, Maritano, Guzzardi e Oliva.”

NOTA DI REDAZIONE: A scanso di equivoci, tra i social che non hanno pubblicato il j’accuse dei due gruppi di minoranza di Borghetto,  c’è questo piccolissimo ed umilissimo blog, senza pretese e senza guadagni. Trucioli.it non benvisto dai politicanti perbene di Borghetto, accade anche con i compagni ex comunisti del Pd di Loano e Albenga. Accade con i populisti ormai vicini al governo della Patria, ovvero M5S. Ma non ci sentiamo vittime, sappiamo di non meritare lo sguardo dei sinceri democratici e della libera informazione, sia appartenenti alle libere associazioni, sia agli umili. Noi con 55 anni di ‘libera informazione sulle spalle’, senza decorazioni onorifiche, né condanne per diffamazione, loro cittadini liberi e specchiati, rispettosi delle leggi dello Stato democratico, a cominciare dalla denuncia dei redditi. Che certamente non hanno difficoltà a rendere pubblica, non a trucioli.it che non le pubblica, ma alla gloriosa informazione alla quale tutti dovremmo inchinarci. E’ Pasqua festa delle pace e della confessione.

APRE L’UFFICIO IAT COMPRENSORIALE PER LE FESTIVITA’ PASQUALI

Il Sindaco Canepa: “Le promesse vanno mantenute”

Mariacarla Calcaterra, avvocato, delega a Turismo e Cultura nei nuovi uffici Iata comprensoriali

COMUNICATO STAMPA – Nei giorni scorsi, viste le tempistiche ristrette e gli adempimenti burocratici ancora da espletare, pareva impresa impossibile riuscire ad aprire l’Ufficio IAT per le Festività Pasquali così come promesso qualche tempo fa dopo l’accordo raggiunto tra i sindaci di Bardineto, Borghetto, Calizzano e Toirano. “Contrariamente a ogni pronostico sabato si apre” dichiara il Sindaco Giancarlo CANEPA che aggiunge: “Solo lunedì abbiamo approvato in Consiglio Comunale la convenzione concordata con gli altri comuni constatando che non vi fossero le tempistiche per organizzare il servizio per tempo. Ma alla luce degli sforzi fatti per realizzare il restyling dell’ufficio, realizzato in economia dagli operai comunali  ma soprattutto per non tradire le legittime aspettative dei turisti che speriamo arrivino numerosi a soggiornare nella nostra località in occasione delle Festività Pasquali, io e la mia maggioranza abbiamo deciso di metterci a disposizione in prima persona. Saremo noi amministratori a fornire un servizio di prima informazione turistica a tutti gli utenti che si recheranno nell’ufficio nei giorni di sabato, domenica e lunedì. Ringrazio i miei colleghi sindaci che, nonostante lo scarsissimo preavviso, si sono subito attivati per farmi avere l’indispensabile materiale informativo relativo al loro territorio.

Anche se per pochi giorni, raccoglieremo un’eredità pesante. Per molti anni l’ufficio IAT è stato gestito con estrema passione e professionalità da Marco, storico impiegato della Pro Loco. Purtroppo i noti problemi di bilancio hanno comportato una decisione dura e umanamente difficile da prendere, a lui va il mio più sincero ringraziamento per l’eccellente lavoro svolto in questi anni.” L’ufficio IAT comprensoriale, sito in Piazza Libertà al piano terra di Palazzo Elena Pietracaprina, sarà aperto nei seguenti orari: sabato mattina dalle 10,00 alle 12,30; sabato pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30; il giorno di Pasqua e Pasquetta solo la mattina comunicatdalle ore 10,00 alle 12,00.

Successivamente l’ufficio verrà nuovamente chiuso per realizzare altri lavori volti a potenziare da un punto di vista multimediale la vetrina turistica comprensoriale e per ultimare l’organizzazione del servizio. Senza escludere ulteriori possibili aperture a spot nel periodo dei “ponti” del 25 aprile e primo maggio, lo IAT aprirà in via definitiva a inizio giugno. “Le promesse vanno mantenute. Anche questa volta ci metteremo la faccia rimboccandoci le maniche. Siamo un gruppo unito e  coeso, in questi mesi abbiamo già dimostrato che il lavoro non ci spaventa. Noi siamo per la politica del fare.” conclude il sindaco Canepa.

VANDALI IN AZIONE SUL LUNGOMARE DI PONENTE 

FORSE RIPRESI DAGLI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Il sindaco Canepa: “tolleranza zero per i responsabili”

COMUNICATO STAMPA – Nella notte tra giovedì e venerdì sono stati perpetrati atti vandalici, imbrattamenti a strutture ed arredi urbani del Comune in diverse parti del litorale marino di Borghetto Santo Spirito.Purtroppo neppure la nuova passeggiata di Capo Santo Spirito, tanto apprezzata dai cittadini, è stata risparmiata da comportamenti di incivili se non addirittura da definire delinquenti.
I danneggiamenti sarebbero opera di alcuni giovani che sembrano divertirsi a rompere continuamente ciò che viene riparato e risistemato a spese della collettività.Anche l’immagine del paese, nonostante tutti gli sforzi che sta effettuando l’Amministrazione Comunale del sindaco Giancarlo Canepa, viene deteriorata, sopratutto in questo periodo che vede arrivare, in città, molti turisti per le vacanze pasquali.

Grazie agli impianti di videosorveglianza pubblici e privati presenti nell’area, sono in corso gli accertamenti da parte delle Forze dell’Ordine per individuare gli autori dei fatti. Questo il commento del primo cittadino di Borghetto Santo Spirito: “Qualche giorno fa ho presenziato alla visita dei ragazzi della V classe delle nostre scuole alla caserma dei Carabinieri di Borghetto. Il Comandante, Luogotenente Roberto Milano, li ha accolti con un bellissimo discorso sottolineando che le Forze dell’Ordine sono a loro disposizione sempre, per qualunque esigenza. Ha poi evidenziato quanto sia importante la legalità basata sul rispetto per le istituzioni e per il patrimonio pubblico. Ho apprezzato tantissimo questa iniziativa volta a sensibilizzare e responsabilizzare i nostri bambini. È da loro che dobbiamo ripartire per sperare di sanare questa società. Ora, invece, mi rivolgo a coloro che in queste notti hanno imbrattato la nostra passeggiata a mare. Purtroppo per voi alcune delle vostre bravate sono state riprese da telecamere di videosorveglianza. Tolleranza zero per le vostre incivili azioni. Non riuscirete a togliermi la speranza che mi hanno regalato i nostri bambini”.

Michele MANERA – ufficio di Staff del Sindaco

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi