Numero visualizzazioni articolo: 297

Un territorio asemico come la Val Bormida

La nostra scrittura mimetica, fuori e dentro le parentesi, appena immessa in circolo, scorre piano sul pendio calligrafico del giorno prima, avanza con energia immutata, tra i cespugli bassi delle terre indeterminate. Le suggestive linee grafiche che distendiamo con la penna e dilatiamo senza un significato preciso si sviluppano in ogni direzione sui prati brulli, colti e incolti, come piante erbacee infestanti, o cespugli sradicati che corrono rotolando sulle pagine asciutte del terreno acido.

Sarà poi discreta e sorprendente la raccolta di parole sconosciute e sparse, che avranno valenza grafica di pieno e di vuoto; si riuscirà con eleganza a mettere assieme simboli inventati, parentesi grafiche, scritture dinamiche, macchie mobilissime, sbuffi, grovigli.

Le topografie del territorio valbormidese vengono mimetizzate nei fogli del catasto antico, si sovrappongono e si farciscono di toponimia atavica come gli antichi poderi dell’Eldorado, i boschi dell’antica terra ligure, dove si portavano in processione labari pagani e profonde litanie autoctone a ogni cambio di stagione. I torrenti che scendono dagli aspri monti dell’Appennino disegnano scritture asemiche nel bruno terroso delle boscaglie, nelle mappe sconosciute degli archivi introvabili.

Inventiva e fantasia per sporcare quel giusto che basta con il colore sfumato la nuova scrittura polisemica, timbrica e alfabetica, parole tagliate già pronte a scendere in ballo, a bagnarsi di vapore, a lanciarsi nello spazio insondato della pagina. A farsi coinvolgere con coraggio infantile in un gioco creativo di cui non si conosce a priori né significato né risultato.

Bruno Chiarlone Debenedetti

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi