Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Il ‘signor pesto al mortaio’ a Loano e Borghetto con l’Associazione culturale Palatifini. Il programma delle manifestazioni

Sabato 24 marzo alle 18.30 presso la Sala Azzurra del Marina Center di Loano si terrà la presentazione di “Duality”, film ideato e prodotto da Vibram e girato dal regista ligure Alessandro Beltrame. Il Pesto Genovese protagonista della terza edizione di “Sapori di Liguria” a Loano. Sarà il Pesto Genovese il grande protagonista della terza edizione di “Sapori di Liguria”, la mostra-mercato enogastronomica organizzata dall’associazione Vecchia Loano con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano. Remo Zaccaria, ha partecipato alla convention “Ripensare la città attraverso i libri” tenutasi nell’ambito della fiera internazionale dell’editoria “Tempo di Libri” a Milano. Il programma Borghettino ha inizio  avrà il suo apice Domenica 18 marzo dalle ore 9,00 in Piazza Madonna della Guardia. 

Comunicato stampa – Il Pesto Genovese protagonista della terza edizione di “Sapori di Liguria” a Loano. Sarà il Pesto Genovese il grande protagonista della terza edizione di “Sapori di Liguria”, la mostra-mercato enogastronomica organizzata dall’associazione Vecchia Loano con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano. La manifestazione si terrà sabato 17 e domenica 18 marzo dalle 9 alle 20 sul lungomare. Negli stand si potranno trovare prodotti d’eccellenza tipici della nostra regione quali olio, olive, formaggi, salumi, pomodori, ortaggi, piante aromatiche, basilico, miele, aglio, alimenti sott’olio, focaccia ligure, dolci tipici. Senza dimenticare specialità savonesi quali il chinotto di Savona ed i funghi della Valbormida.

“I prodotti tipici – spiega il sindaco di Loano Luigi Pignocca – non sono soltanto delle prelibatezze con le quali stuzzicare il palato, ma rappresentano delle vere e proprie ‘bandiere’ del nostro territorio, ambasciatori enogastronomici che tengono alto il nome della Liguria in Italia e nel mondo. I produttori, veri e propri artigiani gastronomici, sono custodi di segreti che, nella maggior parte dei casi, sono ormai andati perduti a causa della produzione industriale di massa. Appuntamenti come quelli organizzati da Vecchia Loano, dunque, consentono alle nostre specialità di essere ancora di più protagoniste e offrono ai produttori una vetrina unica per far conoscere le loro produzioni ed il loro importantissimo lavoro”.

“La manifestazione – aggiunge l’assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccaria – ha lo scopo di valorizzare e promuovere tutti i prodotti tipici e caratteristici della nostra regione. Quest’anno, inoltre, ‘Sapori di Liguria’ si tiene nella ‘Settimana del Pesto’, la grande iniziativa con cui Regione Liguria sostiene la candidatura del pesto al mortaio quale patrimonio immateriale dell’umanità da parte dell’Unesco. Vecchia Loano ha deciso di accogliere l’invito di Regione Liguria e di arricchire l’edizione 2018 della sua mostra-mercato con una serie di momenti imperdibili per chiunque ami la tipica salsa ligure e voglia scoprirne i segreti e le caratteristiche che l’hanno resa celebre in tutto il mondo”.

A fine 2015 è stata presentata la domanda per la candidatura del Pesto Genovese quale patrimonio culturale immateriale dell’umanità. La richiesta riguarda la salvaguardia dell’antica tecnica del mortaio e del suo valore storico e sociale. Attualmente la domanda sta per essere presa in considerazione dal Comitato Interministeriale Italiano dell’Unesco perché il pesto al mortaio possa essere ammesso nella “tentative list” e quindi procedere lungo l’iter internazionale. In vista di questo decisivo passaggio istituzionale, Regione Liguria ed altre istituzioni del territorio (Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Camera di Commercio Riviere di Liguria, decine di Comuni l’Associazione Culturale Palatifini) hanno promosso una grande mobilitazione che vedrà ristoratori, titolari di gastronomie e commercianti proporre menù a base di pesto, degustazioni e vetrine a tema, “pestate” collettive in oltre 80 comuni liguri, flash mob gastronomici, fuochi d’artificio verdi e il clou del Campionato Mondiale del Pesto al Mortaio in programma sabato 17 marzo a Palazzo Ducale a Genova, che vedrà confrontarsi oltre 100 concorrenti da tutto il mondo.

L’obiettivo dell’iniziativa è promuovere la raccolta firme a cui saranno chiamati tutti i genovesi e i liguri per sostenere la richiesta di inserire la tradizione del Pesto al mortaio fra i beni immateriali dell’umanità Unesco. Il Pesto Genovese farà bella mostra di sé per tutta la giornata di sabato 17 marzo, con la presenza di numerosi stand di aziende e realtà del territorio. Domenica 18 marzo alle 10 in Orti Maccagli i produttori loanesi daranno una dimostrazione pratica delle tecniche di preparazione della tipica salsa ligure. A seguire, a dare prova della loro abilità saranno grandi e piccini, che si cimenteranno in un piccolo “contest”. I concorrenti più “pittoreschi” saranno immortalati sul sito di “La mia Liguria”. Alle 15 è prevista un’esibizione dei Buio Pesto, testimonial del Pesto Genovese, a cui seguirà un’esibizione del corpo di ballo dell’Associazione Vecchia Loano LoaDance.

“Invitiamo tutti i nostri concittadini a partecipare a questa due giorni dedicata alla nostra salsa ligure – spiega il presidente di Vecchia Loano, Agostino Delfino – Ci rivolgiamo in particolar modo ai più piccoli, ai bambini: venite sul lungomare e provate a preparare il pesto con le vostre mani. Magari utilizzando il vecchio mortaio delle vostre nonne. Anche questo è un modo per mantenere vive e trasmettere ai più piccoli le tradizioni e le usanze tipiche del nostro territorio. Per tutti i partecipanti un bel ricordo della giornata”.

IL PROGRAMMA DI BORGHETTO SANTO SPIRITO

Comunicato stampa – Il programma Borghettino ha inizio  avrà il suo apice Domenica 18 marzo dalle ore 9,00 in Piazza Madonna della Guardia. Oltre alla gara di pesto con mortaio prevista per le ore 10,30 e alla sottoscrizione alla candidatura per l’UNESCO, la giornata prevede:

  • il mercatino degli agricoltori locali e dei prodotti tipici del territorio ligure;
  • l’ infiorata tematica;
  • la fattoria didattica del Vivaio Michelini di Borghetto, in collaborazione con i maestri intrecciatori di Coldirodi, insegneranno, a grandi e piccini, l’antica tradizione del “Permuelu”, le palme intrecciate destinate a essere benedette insieme ai ramoscelli d’ulivo la domenica prima di Pasqua;
  • l’artista borghettino Simone Finotti che realizzerà dei mortai in legno;
  • la dimostrazione di prodotti cosmetici biologici;

Dopo la gara di pesto, vi sarà una trofiata di beneficenza gentilmente offerta dal Pastificio Delfino di Toirano. Vi saranno altre prelibatezze della tradizione culinaria ligure come le frittelle di baccalà.

L’evento sarà allietato anche dalla:

  • promozione cocktail al basilico realizzato da Gabriele Palumbo con il patrocinio dei bar di Borghetto;
  • degustazione birre agricole in collaborazione con la “Taberna del Foro” di Albenga;
  • intrattenimento musicale con Sissi Palazzini e per in più piccini con truccabimbi, palloncini e foto con lo spaventapasseri;
  • mostra fotografica sulla tradizione agricola locale (sotto i portici di Via Colombo).

Alle 17,00 in occasione della festa di San Giuseppe, titolare dell’omonimo Oratorio che si affaccia sulla piazza e patrono della Confraternita di Borghetto verrà celebrata la S.Messa a cui farà seguito la processione per le vie del centro storico. Un aspetto curioso è dovuto al fatto che si unisce nella stessa giornata il sacro con il profano, la tradizione con il sano desiderio di divertirsi e ritrovarsi insieme nella nostra meravigliosa piazza. Tutti sono invitati a partecipare alla gara, in palio ci sono simpatici gadget. Occorerà che i concorrenti portino con se il mortaio!!! L’evento è aperto anche a coloro che sono sprovvisti dell’attrezzatura per passare un giorno tra amici, e magari poi ci sarà sicuramente qualcuno altruista disposto a prestarlo.

Michele MANERA – ufficio di Staff del Sindaco

LOANO UNA CITTA’ CHE LEGGE E’ UNA CITTA’ CHE CRESCE:

L’ASSESSORE ZACCARIA A MILANO ALLA FIERA INTERNAZIONALE DELL’EDITORIA ‘TEMPO DI LIBRI’

COMUNICATO STAMPA – l’assessore a turismo, cultura e sport del Comune di Loano, Remo Zaccaria, ha partecipato alla convention “Ripensare la città attraverso i libri” tenutasi nell’ambito della fiera internazionale dell’editoria “Tempo di Libri” a Milano. Oltre all’assessore Zaccaria, alla fiera erano presenti anche gli altri rappresentanti dei 400 comuni italiani che hanno ricevuto la qualifica di “Città che Legge”, riconoscimento rilasciato dal circuito del “Centro per il Libro e la Lettura” (Cepell) d’intesa con Anci e volto a promuovere e valorizzare le amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di incentivazione alla lettura. Loano è una delle tre città liguri, insieme a Cervo e Genova, ad aver ottenuto il riconoscimento lo scorso anno.

L’iniziativa è stata l’occasione per illustrare i risultati dei primi “Patti per la Lettura”, presentare i progetti vincitori dei bandi 2017 dedicati ai Comuni che hanno ottenuto la qualifica di “Città che Legge” e introdurre il nuovo avviso pubblico che consentirà ai Comuni interessati di partecipare alla rete e unire le forze nel rilancio della lettura. L’amministrazione comunale di Loano ha varato il proprio “Patto per la Lettura” proprio in questi giorni: “Le istituzioni pubbliche e le associazioni culturali di Loano hanno una lunga tradizione di associazionismo culturale – ricorda il sindaco Luigi Pignocca – Questa è stata formalizzata nel 1984 con la nascita del centro culturale polivalente cittadino di Palazzo Kursaal, che accoglie la maggior parte delle associazioni culturali del territorio. Il centro è aperto praticamente 365 giorni l’anno ed intorno ad esso gravitano migliaia di utenti. Ma nella nostra città è consolidata l’attività di persone che, riunite in gruppi di interesse e in associazioni culturali, hanno dato vita a variegate esperienze di editoria e pubblicazioni volte a conservare le memorie e le identità culturali del paese. Non va dimenticato, poi, che da tempo immemorabile l’amministrazione comunale dispone di una biblioteca civica che nel corso degli anni è diventata sempre più punto di riferimento per la promozione della lettura in collaborazione con le istituzioni scolastiche, le associazioni culturali e librerie del territorio”.

“Le stesse istituzioni scolastiche (dagli asili nido alle scuole per l’infanzia) rivolgono una grandissima attenzione affinché i bambini si avvicinino in modo piacevole e divertente ai libri e proprio in quest’ottica e sono stati avviati progetti sperimentali di avvio alla lettura destinati agli alunni. Durante l’orario extrascolastico vengono poi portati avanti progetti di avvio alla lettura nel centro giovani cittadino gestito dall’associazione Yepp che ha anche promosso corsi dedicati alla fascia di età 15/25 di scrittura creativa. Al fine di rendere culturalmente fruttuoso anche il tragitto dei bambini verso le rispettive scuole, l’amministrazione comunale ha deciso di varare un progetto di lettura da svolgere durante il percorso del Pedibus. Anche presso la casa di riposo comunale vengono svolti incontri con le associazioni culturali del territorio ed è stata di recente presentata una pubblicazione locale sulla storia e tradizioni loanesi il cui ricavato andrà proprio a finanziare gli interventi nella casa di riposo”.

Gli esempi di iniziative rivolte al grande pubblico e finalizzate a raggiungere questo obiettivo non mancano: “I ‘Martedì della Cultura’ a luglio ed agosto; la rassegna ‘Libri sotto l’Albero‘ a dicembre e gennaio, la rassegna ‘Dischi Volanti… incontri ravvicinati con suoni, musica e parole’ ad aprile e maggio e le tante rassegne e presentazioni di libri promosse dall’Unitre Loano e dalla Proloco oltre che dalle librerie del territorio testimoniano questo impegno, portato avanti non solo dal Comune, ma anche dalle associazioni e dalla cittadinanza”. A dare organicità a questo impegno, cercando di coordinare in maniera ancora più funzionare l’impegno di Comune, associazioni, istituzioni scolastiche e cittadinanza sarà il “Patto per la Lettura” che, come spiega l’assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccaria, vuole essere “un nuovo strumento delle politiche di promozione del libro e della lettura che il Comune di Loano propone alle istituzioni pubbliche del paese, alle associazioni culturali e di volontariato, a tutti i soggetti privati, che riconoscono nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale da sostenere attraverso un’azione coordinata e congiunta a livello locale.

A questo scopo l’amministrazione comunale ha deciso di istituire un tavolo di coordinamento finalizzato a monitorare e coordinare le attività di promozione della lettura ed organizzare azioni congiunte per il raggiungimento del maggior numero di cittadini ed ha individuato nel centro culturale polivalente cittadino il luogo di coordinamento dei progetti di sviluppo della lettura”. Il “Patto per la Lettura” di Loano  coinvolge le istituzioni scolastiche del paese, le librerie,la casa di riposo comunale, le associazioni culturali e di volontariato, i servizi sociali, gli editori locali, le imprese private, i cittadini e tutti coloro che condividono l’idea che la “lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società uno strumento straordinario per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale di Loano”.

Il “Patto per la Lettura” si propone di creare una rete territoriale strutturata al fine di “ridare valore all’atto di leggere come momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza”. Il particolare, il patto mira a: riconoscere l’accesso alla lettura quale diritto di tutti; rendere la pratica della lettura un’abitudine sociale diffusa e promuovere, attraverso la lettura, l’apprendimento permanente; avvicinare alla lettura i non lettori (con particolare riferimento alle famiglie in cui si registra un basso livello di consumi culturali), i bambini (sin dalla prima infanzia e, ancora prima, sin dalla gravidanza della madre), i nuovi cittadini (con particolare attenzione agli immigrati stranieri), i giovani, gli anziani (specialmente quelli ospiti delle strutture assistenziali e di riposo); allargare la base dei lettori abituali e consolidare le abitudini di lettura, soprattutto nei bambini e ragazzi; favorire un’azione coordinata e sistematica di moltiplicazione delle occasioni di contatto e di conoscenza fra i lettori e chi scrive, pubblica, vende, presta, conserva, traduce e legge libri, dando continuità e vigore alle iniziative di promozione alla lettura già collaudate, sviluppandone sempre di nuove e innovative e creando ambienti favorevoli alla lettura.

I contenuti del “Patto per la Lettura” saranno presentati alle realtà del territorio in occasione di una riunione convocata per il 15 marzo alle 15 presso l’auditorium della biblioteca civica.

Vibram Maremontana 2018, a Marina di Loano la première di “Duality”

Sabato 24 marzo alle 18.30 presso la Sala Azzurra del Marina Center di Loano si terrà la presentazione di “Duality”, film ideato e prodotto da Vibram e girato dal regista ligure Alessandro Beltrame.

In “Duality” quattro donne, quattro forti ultrarunner, raccontano le loro vite che si snodano tra una quotidianità fatta di famiglia e lavoro, e la corsa in montagna. Due condizioni apparentemente opposte, donna e atleta, ma che in realtà hanno bisogno l’una dell’altra per esistere. Donne normali che ad un certo punto della loro vita decidono di fare cose straordinarie, di percorrere strade nuove, mettendoci forza, ostinazione e impegno.

 

Si tratta di un progetto fortemente voluto da Vibram e in cui l’azienda crede molto, la cui idea è nata un anno fa a Maremontana 2017. Come ha dichiarato Jérome Bernard, Sport Innovation Marketing Global Director Vibram: “Rari sono gli sport come il trail running in cui le donne riescono a competere con gli uomini. Duality ci aiuta a capire perché nelle gare di ultra trail le molteplici sfumature e peculiarità della donna possano spostare le regole del gioco. Duality è un messaggio rivolto alle donne e a tutti coloro, aziende comprese, che vogliono percepire cosa significa essere una donna ultra-runner.”

 

Durante la serata saranno presenti tre delle quattro protagoniste, le atlete del Trailrunning Team Vibram Yulia Baykova, Audrey Bassac e Uxue Fraile, e la giornalista ultrarunner Roberta Orsenigo co-autrice dei testi del film, mentre il regista Alessandro Beltrame sarà in collegamento video dalla Patagonia.

 

La proiezione del cortometraggio, dalla durata di circa 25 minuti, è aperta e gratuita a tutti gli interessati.

 

Nel corso della serata verrà anche presentato Loano Outdoor, il grande progetto di sviluppo turistico che ha l’obiettivo di valorizzare il territorio e promuovere le opportunità legate allo sport all’aria aperta.

 

“Gli sport outdoor – spiega il sindaco di Loano Luigi Pignocca – sono destinati a diventare la nuova frontiera dello sviluppo turistico ed in particolare della nostra regione, autentica palestra a cielo aperto.  Dal trekking alla corsa in montagna alla mountain bike, sono tantissime le possibilità offerte dall’entroterra ligure. Loano Outdoor si propone proprio questo, mettere a sistema le varie attività legate allo sport all’aria aperta al fine di ampliare ulteriormente l’offerta e attirare sportivi e turisti dell’outdoor anche nella bassa stagione.

 

“Il progetto di Loano Loano Outdoor – aggiunge l’assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccaria – si colloca perfettamente all’interno dell’offerta outdoor della nostra regione. Grazie al lavoro in sinergia con le associazioni sportive del territorio abbiamo analizzato oltre 100 chilometri di sentieri ed abbiamo definito ben 14 percorsi di trail running e 3 tracciati di mountain bike. La realizzazione di una App con geolocalizzazione e contenente l’intero database dei tracciati (visibili anche in modalità Street-View) danno la possibilità ad ogni appassionato di visualizzare i percorsi da ogni parte del mondo. Inoltre, sui tracciati sarà posizionata una cartellonistica con testi bilingue che consentirà anche ai turisti stranieri di orientarsi al meglio e sul lungomare in Orto Maccagli è installato un cartellone con tutti gli itinerari e un QR Code che permetterà di scaricare i percorsi. Insomma, Loano Outdoor è un progetto a 360 gradi, che coniuga la vita e lo sport all’aria aperta con le ultimissime tecnologie a disposizione di tutti gli appassionati”.

 

Nella stessa serata di sabato 24 marzo ci sarà la presentazione del Trofeo delle Regioni Iuta (a cura di Paolo Pajaro), la presentazione delle gare ed il briefing tecnico della 9^ edizione della Vibram Maremontana – Memorial Cencin De Francesco in programma domenica 25 marzo (a cura degli organizzatori dell’Asd Maremontana) e la presentazione ufficiale del team tecnico Hoka. La Vibram Maremontana gode del contributo e del patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano.

 

Presentatori della serata saranno Roberto Giordano di “Correndo per il Mondo” e Aldo Rock di Radio Deejay.

Avatar

Trucioli

Torna in alto