Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Santa Corona, registro nazionale protesi?
Quel viaggio di Quaini (con Grappiolo) da Montaldo e Burlando, tutto inutile. Eppure…

Accadeva sei anni fa. I media e social annunciavano che il presidente  della Commissione Sanità in Regione, Stefano Quaini medico ospedaliero, ex sindacalista al Santa Corona, aveva accompagnato il prof. Guido Grappiolo dall’assessore alla Sanità, Montaldo e dal governatore, Burlando, per sostenere il progetto del registro nazionale delle protesi. Tanto fumo ? L’ultima legislatura si chiude per la Liguria con due ministri di peso, una schiera di parlamentari, savonesi ed imperiesi, ma ha perso anche questo treno che non trasporta passeggeri, pazienti, migliaia. Oggi è operativo solo il registro della Fondazione Livio Sciutto trasferita al Campus Universitario di Savona, sorta per volontà di una famiglia e del compianto ‘mago dell’anca’ Lorenzo Spotorno (vedi….). 

Cosa resta della Fondazione lascito di due genitori al Santa Corona ? Solo la sede legale. Svanita, sgretolata, negli anni, la struttura del defunto prof. Lorenzo Spotorno, ‘mago dell’anca’, notorietà in Italia, nel mondo scientifico internazionale. Nel reparto di Spotorno arrivano pazienti da ogni dove, molti gli interventi per operazioni andate a male altrove e si correva ai ripari.

Il dr. Andrea Camera già presidente della Fondazione

Depotenziato l’ospedale per l’emorragia di personale denunciava nel 2010 il dr. Andrea Camera (vedi articolo a fondo pagina e alla fine è emigrato anche lui) c’è chi ha continuato a battersi per  il ‘registro nazionale di protesi’ avviato proprio nel nosocomio pietrese. Si possono poi leggere annunci più recenti: “In uscita il primo report del registro artroprotesi. In arrivo i primi dati del Riap, il Registro italiano artroprotesi, che in questi anni ha ampliato il suo bacino e ha affinato la raccolta dei dati. Per ora è ad adesione volontaria, ma tra non molto sarà obbligatorio per legge.

Che hanno fatto i governi negli ultimi cinque anni a maggioranza Pd, in parte con l’appoggio di Forza Italia ? Come si è mossa la Regione Liguria ? Si sono ‘dimenticati’ degli impegni e solite promesse da marinaio. All’assessorato alla Sanità ed al Ministero della Salute. Un sogno svanito.

L’ing. Marina Torre

Marina Torre, ingegnere del Centro Nazionale di Epidemiologia, ricordava: “In Italia ogni anno si effettuano oltre 160mila interventi di artroprotesi. L’esplosione di questo fenomeno e il notevole impatto che esso produce sulla spesa sanitaria ha suscitato l’interesse delle autorità sanitarie all’organizzazione di registri, necessari per monitorare l’utilizzo dei dispositivi protesici valutando come endpoint la loro sopravvivenza in vivo. Sulla base di positive esperienze condotte nei paesi scandinavi dagli anni Settanta, a partire dal 2000 alcune regioni italiane hanno organizzato in maniera autonoma registri degli interventi di sostituzione protesica dell’anca. I risultati positivi ottenuti in ambito regionale hanno poi suggerito la possibilità di ampliare la raccolta dati su scala nazionale. Nel 2005 tutte le regioni hanno convenuto sulla necessità di istituire un registro nazionale e si sono dimostrate favorevoli ad adottare un’architettura come federazione di registri regionali con il coordinamento di un’istituzione super partes come l’Istituto superiore di sanità (Iss)“.

L’equipe di Chirurgia dell’Anca e Ginocchio di Humanitas: ( il dr. Gianluca Cusmà, il dr. Guido Grappiolo e il dr. Francesco Verde).

E ancora: “Oggi (eravamo nel 2014 ndr), anche avvalendosi di sistemi differenti di raccolta dei dati, partecipano al progetto nove Regioni italiane, le due Province autonome e la Fondazione Livio Sciutto
di Pietra Ligure“. Presidente della Fondazione è  il cav.  Gian Piero Aicardi, ma della ‘scuola del maestro Spotorno‘ al Santa Corona pare non cisa più traccia. Il sito della Fondazione conduce all’Humanitas di Rozzano (vedi….) e ad uno dei discepoli del luminare di Pontinvrea: il prof. Grappiolo, direttore della struttura complessa di Chirurgia Protesica della stessa Humanitas e con studi a Roma, Napoli, ad Albenga nella sede della

Il prof. Guido Grappiolo dal Santa Corona, allievo di Lorenzo Spotorno all’Humanitas di Rozzano

Fondazione Banca d’Alba. L’ultimo bilancio pubblicato sul sito della Fondazione risale al 2012. Nella scheda informativa si da atto del nuovo progetto di ricerca scientifica  denominato “Studio Multicentro per lo sviluppo di un Registro Clinico e Radiologico di soggetti candidati ad artroprotesi, revisione di artroprotesi ed altre procedure ortopediche non protesiche. Il progetto mira a sviluppare un registro capace di raccogliere, conservare ed ordinare in un unico corpo tutti i dati clinici…per studiare gli effetti correlabili al dispositivo protesico…con la partecipazione di tutti i pazienti candidati….ogni paziente è libero di aderire o meno…”.

La sede legale  della Fondazione è rimasta a Pietra Ligure in via XXV Aprile 38, la sede operativa ed amministrativa si è trasferita al Campus Universitario di Savona in via  Magliotto 2. I fondatori Ofelia BIASIA e Pietro Giacomo SCIUTTO. Papà e mamma decisero di dedicare al loro ragazzo una Fondazione per la ricerca scientifica perché la scelta di vita del loro Livio è stata quella di essere vicino ai sofferenti lavorando nella sala operatoria di chirurgia protesica dell’Ospedale Santa Corona.”La speranza dei genitori  – si legge nell’atto di donazione- è di far vivere il più a lungo possibile la memoria del loro figlio Livio perché la Fondazione, come tutte le “Creature” dell’uomo, ha una sua vita legata al tempo che scorre, ai progetti e allo sviluppo, che porterà a termine, o metterà in opera”.

QUANDO STEFANO QUAINI, MEDICO, DICHIARAVA AI GIORNALI….

E L’EX ASSESSORE REGIONALE BELLASIO DENUNCIAVA L’ERRORE GRAVISSIMO

 

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto