Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano: elogi del questore per la safety&security di residenti e turisti
Borghetto, ordinanza anti gioco azzardo

E’ motivo di soddisfazione e di orgoglio ricevere dal questore un pubblico elogio per il lavoro svolto nelle Festività Natalizie, con il pienone di turisti e visitatori, nell’ambito della sicurezza dei cittadini, con prevenzione, controllo, repressione. Accade a Loano con una lettera inviata dal prefetto ed al sindaco, in cui si mette in risalto la perfetta organizzazione coordinata dall’assessore alla Polizia Urbana Enrica Rocca, commercialista, e dal comandante Luigi Soro. Brutte notizie per gli automobilisti, ma non per la legalità, l’entrata in funzione dell’Autoscan (mobile e fissa tra Loano e Pietra) che scopre i veicoli privi di revisione o senza assicurazione, con multe che arrivano a  848 €, ridotti 593 se si paga entro cinque giorni.  Leggi anche il Comune di Borghetto ha emesso un’ordinanza per ridurre il gioco d’azzardo. Leggi anche il comunicato stampa di Marina di Loano, anticipato un mese fa da trucioli (vedi…..) sul nuovo direttore del porto.

Un sorridente Gian Luigi Soro, comandante della polizia municipale a Loano  (Silvio Fasano)

COMUNICATO STAMPA – Loano, il questore di Savona elogia la polizia municipale per il lavoro svolto durante le feste di Natale dagli agenti della polizia municipale di Loano, coordinati dall’assessore alla polizia locale Enrica Rocca e dal comandante Gianluigi Soro. In occasione delle festività natalizie e soprattutto del “Capodanno in piazza” del 31 dicembre, il comando di polizia locale ha organizzato una serie di controlli specifici volti a garantire la sicurezza dei residenti e delle tantissime persone che, come ogni anno, hanno scelto di trascorrere a Loano il periodo delle feste. Questi servizi hanno permesso di ottenere importanti risultati in ambito di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, lotta all’abusivismo commerciale e alla contraffazione e hanno consentito di garantire la “safety &security” di loanesi e turisti.

Il questore di Savona Attilio Ingrassia

Con una lettera inviata al Prefetto di Savona, Giorgio Manari, e al sindaco di Loano, Luigi Pignocca, il Questore Attilio Ingrassia ha voluto esprimere il proprio “apprezzamento per i risultati conseguiti e per le misure a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica adottate dalla polizia locale e dall’amministrazione comunale”.

Enrica Rocca, assessore alla Polizia Urbana, commercialista

“L’apprezzamento del Questore di Savona è per noi motivo di grande orgoglio e soddisfazione – affermano il sindaco Luigi Pignocca e l’assessore Enrica Rocca – e un’ulteriore conferma della qualità e dell’importanza del lavoro svolto dagli uomini in forza al nostro comando. Ci uniamo dunque all’elogio del dottor Ingrassia rivolgendo i nostri personali ringraziamenti al comandante della nostra polizia locale Gianluigi Soro e a tutti gli agenti che si sono adoperati per ottenere questi risultati. Questo riconoscimento è esclusivamente merito loro”.

Loano, l’Autoscan della polizia municipale scopre

cinque veicoli sprovvisti di revisione obbligatoria

COMUNICATO STAMPA – Sono cinque i veicoli sprovvisti di revisione obbligatoria individuati e sanzionati ieri dagli agenti della “Pattuglia Sicurezza Stradale” della polizia municipale di Loano, che per tutto il pomeriggio sono stati impegnati in una intensa attività di controllo mediante l’utilizzo dell’apparecchio Autoscan 2.0.

L’Autoscan 2.0 è un dispositivo che si può montare su un cavalletto oppure posizionare a bordo delle auto di servizio. E’ dotato di telecamere in grado di leggere le targhe dei veicoli tramite un software Ocr per il riconoscimento dei caratteri. Grazie al collegamento con la banca dati della Motorizzazione, è in grado di svolgere una grande quantità di operazioni: scovare auto senza assicurazione oppure con la revisione scaduta, individuare macchine rubate o inserite dalle forze dell’ordine in una lista nera, perfino individuare la classe ambientale di appartenenza dell’auto (cioè la categoria Euro).

Utilizzare l’Autoscan è semplice: gli agenti individuano due postazioni, a distanza di circa 300 metri l’una dall’altra. L’Autoscan, collocato nel primo punto, osserva e rileva le targhe di tutte le auto che passano davanti alla sua telecamera. In un brevissimo arco di tempo (compreso tra i 2 e i 4 secondi) l’apparecchio invia le targhe rilevate alla seconda postazione, dove si trovano gli agenti di polizia municipale. Questi sono dotati di un tablet collegato in wireless con l’apparecchio di rilevamento e anche con il sistema informatico delle Motorizzazione. Le informazioni vengono incrociate con quelle presenti nella banche dati e, nel caso in cui venga riscontrata una irregolarità, sul tablet arriva un messaggio di “alert”.

In pochissimi secondi, dunque, gli uomini della polizia municipale sono in grado di sapere se il veicolo che sta per passare davanti alla loro postazione è in regola con le prescrizioni. Gli agenti hanno l’obbligo della contestazione immediata, perciò i mezzi vengono fermati e sottoposti ad ulteriori controlli. Se le irregolarità vengono confermate scatta la multa. Sono 848 euro (che diventano 593,60 se si paga entro cinque giorni) per chi non ha l’assicurazione oppure 169 euro (118,30 se si paga entro cinque giorni) se si viene sorpresi senza revisione. In più, a seconda dei casi, scatta anche il sequestro amministrativo o il fermo del veicolo.

“Spesso – dice l’assessore alla polizia municipale Erica Rocca – si considera solo la sicurezza urbana invece ci sono anche la sicurezza stradale e quella ambientale, altrettanto fondamentali. L’obiettivo non è fare le multe, ma verificare che tutto sia a posto, nell’interesse dei cittadini. E’ per questo motivo che, di recente, abbiamo deciso di costituire la Pattuglia Sicurezza Stradale”.

Come ricordano gli agenti, non sempre chi causa un incidente è provvisto dell’obbligatoria copertura assicurativa. Ma c’è anche chi non sottopone il proprio mezzo alla revisione periodica, mettendo così a repentaglio la vita degli altri utenti della strada: “L’Autoscan non serve a fare cassa – spiega il comandante della polizia municipale di Loano, Gianluigi Soro – ma rappresenta un importante strumento di prevenzione”. Oltre all’Autoscan “mobile” la polizia municipale di Loano è dotata di una postazione fissa, che svolge le medesime attività, posizionata sul portale pedonale che si trova al confine tra Pietra Ligure e Loano.

A due mesi dal suo insediamento alla Marina di Loano si è presentato ufficialmente con un comunicato stampa il neo direttore di Marina di Loano, Uberto Poletti, nella foto insieme al predecessore Marco Cornacchia

COMUNICATO STAMPA MARINA DI DI LOANO

NOVITA’ 2018 PER GLI SCOLARI DEL PEDIBUS

Comunicato stampa – Novità per i bambini che aderiscono al Pedibus. Il progetto di mobilità sostenibile, promosso dall’Assessorato alla Polizia Municipale e coordinato dal Comando P.M. in collaborazione con la Scuola Primaria Valerga e Milanesi si arricchisce dell’iniziativa Bibliopedibus. Dopo la pausa scolastica per le festività natalizie, i bambini che ogni giorno vanno a scuola a piedi avranno la possibilità di partecipare al Bibliopedibus, progetto che si propone di avvicinarli alla lettura, stimolandoli con un racconto durante la camminata verso la scuola.

“Obiettivo dell’iniziativa – spiega l’Assessore Enrica Rocca – è incentivare la creatività e l’apprendimento attraverso il gioco. Attraverso una breve lettura giornaliera veicoleremo anche messaggi positivi su temi importanti come la sicurezza stradale, la difesa dell’ambiente e della legalità. Attraverso l’aiuto dei volontari e dei bambini più grandi delle classi quinte, ogni giorno, sarà proposta una lettura dalla quale potranno scaturire discussioni, già mentre si cammina verso la scuola, oppure conversazioni in classe. I bambini, liberamente a casa o durante l’intervallo a scuola, potranno rielaborare le letture con disegni, testi scritti o nuovi racconti.”

Il progetto Pedibus è cresciuto ulteriormente rispetto al precedente anno scolastico. Al servizio, che ha preso il via lo scorso 2 ottobre, si sono iscritti 131 bambini: quasi un terzo di tutti gli alunni della scuola primaria di Loano utilizza il Pedibus per andare a scuola. Anche il numero dei volontari è aumentato. Sono 40 i volontari effettivi che partecipano quasi giornalmente all’attività e altri 10 vi si dedicano saltuariamente. Grazie al loro impegno sono state attivate 5 linee: 3 percorsi per il plesso Valerga e 2 per le Milanesi.

BORGHETTO S. SPIRITO: EMESSA L’ORDINANZA

PER RIDURRE IL GIOCO D’AZZARDO

COMUNICATO STAMPA – E’ stata firmata questa mattina, dal Sindaco Giancarlo CANEPA, l’ordinanza n. 2 (DISCIPLINA DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE SALE DA GIOCO AUTORIZZATE EX ART. 86 DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI P.S. R.D. 773/1931 E DI ATTIVAZIONE DEI GIOCHI LECITI DI CUI ALL’ART. 110 COMMA 6 DEL PREDETTO TESTO UNICO) per limitare il gioco d’azzardo restringendo l’orario di funzionamento delle varie “macchinette di gioco”.

L’atto, che si richiama alle varie leggi vigenti, ha il fine di prevenire e contrastare il gioco d’azzardo patologico che sfocia nelle cosiddette ludopatie. Tale attività colpisce spesso le fasce più deboli della popolazione e addirittura gli adolescenti. Si tratta di una scelta tesa a salvaguardare la salute e gli equilibri delle persone e delle famiglie.

Il documento scaturisce dagli indirizzi forniti dal Consiglio Comunale che in data 13/11/2017 aveva approvato la Deliberazione n° 26 oltre che  dall’attività concertativa con le Associazioni di Categoria interessate durante le riunioni del 20/11/2017 e del 20/12/2017.

Un’altra decisione nel percorso che sta introducendo una serie di atti e azioni al fine di modificare culturalmente e non solo la nostra cittadina puntando sulla tutela della salute, della legalità e di tutti i diritti.

“Il provvedimento non rappresenta la soluzione a tutti i mali – ha dichiarato il sindaco CANEPA – ma ha lo scopo di tutelare i soggetti più deboli, limitando gli orari in cui è possibile svolgere tale attività”.

La violazione alle disposizioni previste comporta la sanzione amministrativa pecuniaria ed in caso di recidiva (stessa violazione nel corso dell’anno solare) al contravventore potrà essere applicata la pena accessoria della sospensione dell’attività.

L’ordinanza e disponibile sulla Facebook dell’Ente, sul portale web ed è in corso di pubblicazione sull’Albo pretorio on-line del Comune.

Michele MANERA – ufficio di Staff del Sindaco

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto