Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Imperia sottovoce: due ministri e tre onorevoli per Natta, ma nessun famigliare

Accadono cose strane e stranezze in una città capoluogo che Rai 3 Liguria ha di recente indicato a primatista di edifici pubblici off limits. Neppure una commemorazione ad uno dei personaggi più illustri ed amati della città, Alessandro Natta già segretario nazionale del Pci vecchio stampo, onesti e rigorosi con se stessi e con gli altri, è filata via liscia nonostante il ‘silenzio stampa’. Alla cerimonia, con due ministri e tre parlamentari, non erano presenti i famigliari di Natta e che, a quanto risulta a trucioli.it, non avrebbero ricevuto neppure l’invito. La figlia, il nipote, il genero vivono in Irlanda.Alessandro Natta che aveva un legame privilegiato con la montagna finalese dove era solito trascorrere le ferie estive e ricevere visite di amici, raramente di giornalisti ed inviati speciali, nella casa al Melogno che apparteneva ad un loanese insigne, il dr. Morelli, una figlia aveva sposato l’esponente politico. Natta magistralmente raccontato nel libro del giornalista alassino Daniele La Corte (Natta il semplice frate” edito nel 2001) e presente alla cerimonia del centenario.

Nella cronaca imperiese e nazionale si da atto che la commemorazione è avvenuta  presso la tomba dove Natta riposa, accanto alla moglie Adele Morelli (di Loano ndr) e oltre ai ministri liguri Pinotti (Difesa) e Orlando (Giustizia), la senatrice imperiese  Donatella Albano, l’onorevole Mario Tullo, il senatore Ugo Sposetti,  mentre Massimo D’Alema ha inviato un messaggio letto dall’ex assessore regionale Mario Margini. I due ministri hanno elogiato l’idea di ricordare la figura nobile del politico ad Imperia, uomo di spessore culturale. Tra i presenti gli ex sindaci del capoluogo Luigi Sappa, Davide Berio e Giovanni Barbagallo.  Assenti, sempre seguendo le cronache di La Stampa ed Il Secolo XIX,  il primo cittadino Carlo Capacci, l’ex presidente della Regione Burlando, evidentemente invitati non sono intervenuti, né avrebbero inviato messaggi di circostanza.

Anche nelle interviste che Andrea Pomati, capo redattore di Imperia Tv, ha fatto a ministri, parlamentari, si è fatto un qualche cenno all’assenza dei famigliari di Natta. La figlia Antonella, astrofisica con cattedra a Firenze, vive a Dublino città d’origine del marito. Non ci è stato possibile contattarla, anche se le nostre fonti escludono che i famigliari fossero informati  della commemorazione solenne. Sappiamo solo che la casa del Melogno i famigliari di Natta la curano alla stregua di una reliquia.

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto