Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Ceriale e il ‘guardiano’ dei corsi d’acqua

Non abbiamo avuto il tempo di preparare un servizio sulle ultimissime novità in ‘casa centro destra’ a proposito di strategie elettorali in quel di Ceriale. C’è stata un cenetta riservata, lontano da occhi indiscreti, ma non del cameriere. Ufficiale l’accordo fac simile a Borghetto. Alla Lega Nord andrebbe il futuro vice sindaco, esponente cercasi. C’è chi si batte perchè il posto sia invece garantito sulla base delle preferenze. E ancora, non si è trovato accordo sulle quote rosa. Tre sono in gioco. E i volti nuovi ? Pare sei su 10. Mica male ! Intanto il consigliere di strada Luigi Giordano prende di mira la situazione dei corsi d’acqua, molti sono ‘tombati’ grazie al radioso sviluppo edilizio. Un po’ di danni bisognerà pure sopportarli ed una novità: la richiesta di perseguire chi usa i diserbanti per pulire le aree a rischio esondazione e più controlli a chi proprio non le pulisce.Dopo la pulizia dei fossati, l’ufficio tecnico di Ceriale sta ultimando la pulizia dei canali, da via Roma a via Indipendenza, inclusa la piazza e i vari vicoletti del centro storico. Infatti, dopo i casi degli ultimi anni di emergenze legate alle condizioni meteo  e al degrado urbanistico che ha deviato il corso dei torrenti, oggi ci troviamo costantemente in allerta. Tant’è vero che abbiamo in corso un progetto costosissimo di Rio San Rocco, finanziato in gran parte dalla regione per sopperire ai disastri fatti negli anni passati.

L’importanza della corretta manutenzione di fossi, torrenti e canali di scolo garantisce la sicurezza, è però necessaria la vigilanza e la collaborazione di tutti. In particolare, i proprietari, e i frontisti  hanno l’obbligo di svolgere la manutenzione e mantenere in condizioni di efficienza le condotte dei corsi d’acqua.

Vorrei far anche presente all’amministrazione, se non esiste già, di fare un regolamento sul verde,  bisognerebbe, tassativamente proibire di diserbare chimicamente tutti i canali e gli argini e tutte quelle aree soggette al pubblico. La polizia municipale dovrà fare i controlli necessari per  il rispetto della norma. La salute dei cittadini deve venire prima degli interessi di parte.

Bene sta facendo l’ufficio tecnico ad adoperarsi per prevenire eventuali fuoriuscite d’acqua e alluvioni. A Ceriale abbiamo già avuto danni considerevoli negli anni passati. Da quando c’è stata la massiccia urbanizzazione delle nostre coste i problemi citati possono apparire  vecchi ma in realtà sono sempre attuali, perché non si è mai fatto abbastanza per la difesa del nostro territorio e della natura, se solo minimamente riuscissimo a capire quanto siamo legati ad essa, sicuramente non faremmo ciò che abbiamo fatto e che stiamo tutt’ora facendo, il legame con la natura è indissolubile, svincolarsi vorrebbe dire lasciare un futuro arido e senza vita.

Luigi Giordano

Avatar

Trucioli

Torna in alto