Numero visualizzazioni articolo: 696

Ceriale elezioni 2018: ‘Se sarò eletto, voglio poche cose e il ricovero per anziani residenti’

Un consigliere comunale che fa del suo attivismo una ragione per coinvolgere i cittadini spesso distanti dalle istituzioni, a partire dall’amministrazione civica in cui si vive, si ha la seconda casa o si predilige per le proprie ferie. Un pubblico amministratore che non si stanca di portare all’attenzione i problemi della città in cui è stato eletto, seppure dai banchi dell’opposizione spesso e volentieri ‘senza voce’ e messa all’angolo di chi comanda. Ceriale andrà alle urne la prossima primavera, ancora una volta sceglierà, parafrasando il detto di Prodi, il sindaco e la giunta che si merita. Ma con Aldo Moro che ricordava come ogni cittadino può contribuire con un granellino di sabbia, anche Luigi Giordano pur senza indossare gli abiti di statista, vuole informare gli elettori di quali siano i suoi obiettivi e lo mette nero su bianco. A partire da una Residenza Protetta per anziani di Ceriale.

Questa immagine inviata via Facebook gira a Ceriale da qualche tempo ma stando a sondaggi ed osservatori il rischio è che a Ceriale nulla cambi eppure le forze giovani dovrebbero battere un colpo

Ho vissuto in prima persona le ultime 3 campagne elettorali, questo vuol dire che sono passati 15 anni. Le altre elezioni le ho vissute solo a livello ideologico. Ma una cosa non ho mai capito bene: stilare il programma elettorale, decine e decine di pagine, carte, appunti, disegni e fotografie, e soldi, a volte tanti soldi. Giorni e serate perse per trovare la soluzione ai nostri problemi, e si perché i problemi degli altri, credetemi, non interessano nessuno. Tutta quella carta patinata e colorata  andrà a fuoco, come tante illusioni, il giorno dopo le elezioni. Non voglio più fare un programma elettorale che quasi nessuno leggerà. Piuttosto taccio. Dipende tutto dal concetto che hai delle persone e del paese. Non voglio assolutamente specialisti della comunicazione, voglio poche righe incise nella pietra: Voglio un ricovero per anziani di Ceriale, voglio riaprire il sottopasso di Rio Fontana, e voglio sicurezza!!! queste sono solo tre cose che farò,  ma non perché le voglio io, lo vuole la gente!!! E naturalmente necessitiamo di  altre cose, ma né parlerò in seguito…

I programmi elettorali scritti in modo scientifico, non funzionano! Funzionano solo con un candidato conosciuto, che appartenga e viva i cittadini. Noi CERIALESI  abbiamo  bisogno di poco, vogliamo  appartenere e vivere il paese. Abbiamo bisogno di gentilezza e rapporti umani soprattutto con la pubblica amministrazione. Non abbiamo bisogno di brochure di  candidati che si vedono solamente gli ultimi due mesi dalle elezioni, di cui poche volte abbiamo sentito parlare, di cui  conosci solo il nome o se va bene lo hai visto al bar, e soprattutto non conosci le sue idee. Per me sono necessarie due cose: entrare in empatia con la gente e avere passione per il proprio territorio.

Luigi Giordano

IL DEGRADO DELL’AREA DELL’EX HOTEL TORELLI –

I due complessi, uno l’ex hotel Torelli e una ex pensione abbandonati al degrado all’ingresso di levante verso Capo Santo Spirito

Sono ormai anni, ancor prima di riqualificare la pineta, che l’ex Hotel Torelli si trova in uno stato di degrado e incuria. Essendo poi, venendo da Borghetto, il secondo caseggiato che appare agli occhi di tutti, danneggia l’immagine di Ceriale fino a trovare riscontri negativi anche fuori la nostra provincia, in special modo tra i villeggianti, che già devono percorrere un tratto di via Aurelia (il capo di Borghetto) completamente al buio e non si capisce bene perché un breve tratto di Aurelia che unisce Borghetto e Ceriale debba stare senza illuminazione di sicurezza, ma questo è un altro discorso. Riprendiamo brevemente il nostro discorso sull’ex hotel Torelli; dopo gli innumerevoli interventi dei carabinieri prima, e dei pompieri a seguire, per le criticità dello stabile, con cornicioni e intonaco pericolanti, abbiamo ancora le nostre transenne, del comune (non se ne capisce il motivo) a delimitare il pericolo per i numerosi passanti attratti dalla famosa passerella panoramica che unisce i nostri due paesi. Mi domando come mai non è stata adottata nessuna procedura per rendere decente e sicura la struttura? Perché in continuità con la nostra bella pineta non si è provveduto, almeno, a far realizzare dei pannelli di copertura di questo ormai fatiscente palazzo ex hotel storico dei tempi gloriosi  quando esisteva ancora anche il turismo invernale. Tutto questo è il testo della mia interrogazione al consiglio comunale, se ne discuterà domani 9 novembre alle ore 20,30.

Luigi Giordano

Quest’area tra le più suggestive del lungomare di Ceriale è stata valorizzata con la ciclopista pedonale di Capo Santo Spirito ma la zona che d’estate ospita ancora un residence e l’ex hotel Torelli della famiglia dell’imprenditore Murialdo attende da anni il via libera anche dalla Regione Liguria, molte speranze andate deluse nel gioco di squadra tra il centro destra di Ceriale ed il governo amico in Regione. Oggi di fatto terra di nessuno.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi