Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

I tre cittadini di Noli e le ferie di bomber Repetto

Sabato 14 alle ore 9 i rintocchi della storica campanella della torre municipale annunciavano la seduta del Consiglio Comunale. A questa chiamata partecipavano solo tre cittadini, in seguito saliti a cinque; mancavano i sostenitori più direttamente interessati della maggioranza precedente di “Noli che cambia”. Con l’assenza dell’ex Sindaco Repetto perchè fuori Noli in ferie, finalmente, e con un dignitoso, corretto comportamento dei due membri della minoranza, si è potuto svolgere un sereno quanto costruttivo dibattito nel portare a termine ciascun dei nove argomenti in discussione all’ordine del giorno.

Il fascino della pesca in una giornata di sole novembrino sul litorale di Noli

Prima dell’apertura ufficiale del Consiglio, il Sindaco Niccoli ha inteso ricordare con semplici parole ciò che è successo la notte precedente di terrore in Francia, invitando tutti i presenti in sala ad un minuto di silenzio.

Sei sono stati i punti votati all’unanimità, tra i quali la “convenzione per l’esercizio coordinato ed integrato delle attività di fruizione e promozione dell’area archeologica di San Paragorio”. Si è saputo, inoltre, di approcci positivi con il Parroco di Noli, per valorizzare in un futuro d’intesa, tutto il complesso monumentale.

Con la decadenza della convenzione con il Comune di Quiliano per lo “svolgimento in forma associata delle funzioni di Segreteria Comunale”, si è resa ufficiale la notizia dell’imminente partenza della Segretaria (nolese) Dott.ssa Stefania Caviglia, avendo la stessa vinto un concorso con grado superiore. Con affetto, tanti auguri da parte di chi l’ha conosciuta all’opera riconoscendole capacità dirigenziale.

L’argomento inerente la raccolta differenziata, ampiamente illustrato e discusso con il Consiglio sospeso, in presenza del rappresentante della SAT che ha confermato la validità della proposta, è stato uno dei quattro punti che è stato votato con l’astensione (politica) da parte della minoranza con Fossati e Manzino.

L’ultimo punto all’ordine del giorno in discussione e che ha visto ancora l’astensione della minoranza, è stato quello che interessava la “presa d’atto” delle osservazioni sottoscritte da Carlo Gambetta circa “l’assenso preventivo” al futuro assetto della zona sottostante via Belvedere con la relativa proposta di realizzazione di un’autorimessa privata (i box). Ecco le controdeduzioni ai due argomenti e proposte oggetto delle osservazioni accolte parzialmente:

1) Il Consiglio Comunale condivive le preoccupazioni evidenziate relative al regime delle acque sotterranee e la necessità di prevedere idonee misure ed accorgimenti tecnico-costruttivi per evitare l’insorgenza di ogni problematica di natura idraulica. A tale riguardo si invitano i progettisti incaricati in occasione dell’elaborazione della progettazione di livello definitivo-esecutivo a voler prendere in considerazione e a risolvere ogni elemento di criticità evidenziato nell’osservazione al fine di risolvere con ampia garanzia, il rischio idraulico e/o idrogeologico.

2) Il Consiglio Comunale ritiene di condividere le soluzioni alternative proposte per migliorare i contenuti progettuali dell’intervento; a tale scopo è disponibile a valutare in futuro, altre soiluzioni che ad oggi si pongono in variante con quanto adottato e favorevolmente accolto nella delibera di assenso preliminare DCC n. 31 del 05 agosto 2015. Si ritiene che soluzioni progettuali atte a perseguire un miglioramento del progetto possano trovare favorevole accoglimento in una successiva ipotesi di variante urbanistica da impostare nell’ambito del subcomparto A2 ovvero in altri siti del territorio comunale ritenuti idonei.

RICHIESTE

Sarebbe interessante che, alla prossima assemblea pubblica di fine anno presso la sala consigliare, i presenti potessero venire a conoscenza (per ora) di:

a) Area sottostante Villa Ada – lavori in corso per la deviazione dei due tubi della fognatura di Noli e Finale diretti al depuratore di Savona . Trattasi di lavori in variante perchè non eseguiti in fase di attuazione del progetto del nuovo tracciato della Statale Aurelia in territorio di Noli? Seconda domanda pertinente: come risolvere l’avvallamento che si è vento a creare sotto la collina di Villa Ada, attualmente con un solo tombino e che risulta a tutti gli effetti insufficente a smaltire l’acqua piovana? A tal proposito si è a conoscenza di interventi d’urgenza da parte della vettura Range Rover in dotazione dei Vigili Urbani di Noli per transitare sul profondo lago d’acqua che si crea ogni qual volta piove più intensamente, in soccorso di persone che non possono usufruire del proprio mezzo. La responsabilità esecutiva è della Provincia con finanziamento regionale, ma, in rispetto della trasparenza dell’impiego di denaro pubblico speso in opere che interessano anche il Comune di Noli (maggiormente in quello di Spotorno), sarebbe opportuno chiarire quello che, alla stato dei fatti, richiede precise risposte per quanto concerne la regolarità dei procedimenti, sia progettuali oppure in variante, e perchè, se il caso lo richiede. Tra l’altro, trattasi di constatazioni/domande formulate su Trucioli.it No. 2 dell’11 settembre 2014 e il No. 46 del 17 settembre 2015.

b) Conoscere gli obiettivi/modalità, oggetto di premio di produttività previsti per ciascuna area di responsabilità amministrativa. Risposta necessaria per portare a conoscenza dell’utenza le motivazioni di indirizzi comportamentali in atto presso gli uffici comunali.

c) Aggiornamento sui lavori all’interno della zona Castello, visto che la natura selvaggia torna a farla da padrona con evidente rischio degrado; altro degrado si evidenzia percorrendo la salita d’accesso al varco nelle mura dalla strada provinciale dopo la rimozione del materiale di corten (tra l’altro non addebitato a chi ha sbagliato… ma pagato dal pantalone nolese); in ultimo, cosa è previsto per evitare la colata di ruggine dell’ascensore in corte che colora le mura (sarà mica il risultato della coevoluzione che continua ad essere di difficile interpretazione…?).

ASSEMBLEA PUBBLICA: da non sottovalutare la presenza richiesta agli interessati invitati all’assemblea pubblica che tratterà della salvaguardia/futuro della Chiesa di San Michele sabato 21 c.m. nella sala consigliare alle ore 17. Basta sentire chiedere il giorno dopo: “cussian ditu” o “cos’hanno detto”?

LUTTI CITTADINI

Bruna Maglio, nubile, di origini contadine locali, viveva sola nel suo appartamento. Amiche hanno denunciato la sua assenza, la verifica ha accertato la sua morte in casa. Era una Consorella dell’Arciconfraternita di S. Anna, silenziosa e riservata. Riposi in pace.

Carlo Gambetta

Le bellezze nascoste del castello di Noli

   

 

.


Avatar

C.Gambetta

Torna in alto