Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Ultima ora / Ceriale, si è dimesso dal consiglio comunale l’ing. Simone Fresia

Ha resistito 2 anni e tre mesi l’ing. Simone Fresia eletto nella lista ‘Vivere Ceriale’, targata centro destra, vittoriosa alle comunali del 26-27  maggio 2013, con il secondo mandato trionfale del sindaco agricoltore floricolo Ennio Fazio, imposto al locale gruppo di Forza Italia dall’allora presidente della Provincia Angelo Vaccarezza, ora capogruppo in Regione. La notizia delle dimissioni – nell’aria da qualche tempo dopo che il primo cittadino, lo scorso anno, gli aveva revocato due delle tre deleghe, da una c’era stata la rinuncia spontanea – l’ha diffusa il ‘combattente’ senza fronzoli, né mezze misure, Luigi Tenderini, il quale ha fatto pervenire pure un appello affinchè Fresia non lasci il seggio al primo o secondo dei non eletti (Fanello o De Francesco). “Non mollare, a Ceriale dobbiamo combattere anche l’omertà diffusa”

In coppia Luigi Tenderini e Simone Fresia per una trasmissione da radio Onda Ligure 101

“Caro Simone, mi hai appena comunicato la tua decisione ovvero che nei giorni scorsi hai dato le tue dimissioni da consigliere comunale di Ceriale. La notizia mi ha lasciato davvero senza parole e con un senso di smarrimento perché tu sai bene quanto ti ho combattuto quando eri dalla parte del “sindaco bugiardino”. Come sai bene che ti ho apprezzato e stimato quando hai avuto il coraggio di lasciare la sua giunta e di aggiungerti a quel poco di opposizione rimasta in paese. Un affronto agli uomini del “regime” che non passó inosservato e i più maligni hanno poi collegato la “cacciata” da La Stampa di tuo cugino Angelo come di una vendetta. (Nota di redazione: circostanza non veritiera, smentita da elementi inoppugnabili come la richiesta, anche tramite vie legali, di essere regolarizzato corrispondente a tempo pieno, dopo dieci anni di gavetta senza macchie e grande impegno). Le tue proposte ed idee erano e sono valide e si possono realizzare, ti prego ripensaci, ritira le dimissioni perché così facendo il sindaco indagato e i suoi uomini stanno festeggiando perché al tuo posto arriverà un consigliere in più ( Fanello o De Francesco 20 voti ) per rafforzare la maggioranza e ridare loro più sicurezza ed arroganza politica. Non mollare Simone, anche se l’opposizione è minuta e non uniforme non importa, resta al tuo posto e porta la voce di chi come noi combatte ogni giorni contro i poteri forti locali e contro l’omertà di un intero paese che ha fatto sì che Ceriale non solo decadesse ma che sprofondasse rendendoci ridicoli agli occhi di tutto il ponente ligure. Simone resta a bordo c., lottiamo insieme possiamo farcela… fallo almeno per coloro che ti hanno dato il voto e per quelli che come me non ti hanno votato ma che ti hanno apprezzato e sostenuto per aver avuto il coraggio di alzare la testa contro questi politicucci di poco conto. Io e altri ci auguriamo che dietro questa tua scelta non ci siano state pressioni sulla tua famiglia perché allora la cosa sarebbe ancora più grave ma non credo sia così. Però dimettendoti dai una mazzata agli animi dei ribelli… e se la speranza di un cambiamento politico a Ceriale era già flebile ora lo sarà ancora di più. Luigi Tenderini

Simone Fresia, 33 anni, è cresciuto a Ceriale, aveva deleghe di peso quali il Demanio, la polizia urbana e dopo il matrimonio si è trasferito a Borghetto S. Spirito. Un brillante curriculum: ingegnere Edile con laurea al prestigioso Politecnico di Milano, come tesi un progetto strutturale di una università di Shanghai Nei suoi studi anche un “periodo letterario”; a Roma si è laureato in Lettere con il massimo dei voti presso l’Università “Sapienza”, tesi su Petrarca (2009). Presso la stessa facoltà si occupava di storia dell’arte, letteratura e sociologia. Ha rinunciato alla carriera accademica, con la proposta di un dottorato all’estero, per tornare infine al paese natio. Attualmente cura la solida impresa di costruzioni di famiglia, di cui è socio, con un fratello e papà Pinuccio. La mamma è originaria di Balestrino, frazione Bergalla, dove la veggente Caterina Richero aveva le ‘apparizioni della Madonna’.

Simone Fresia si dedica pure alla progettazione e consulenza come libero professionista. Nel tempo libero coltiva la sua passione della letteratura e della fotografia analogica. Ama, da un lato, i valori della ruralità, la storia della società cerialese, la bellezza dei nostri luoghi; dall’altro le grandi tradizioni italiane, il patrimonio di competenze scientifiche e artistiche che vanno diffuse e tramandate, non solo coi libri, ma soprattutto con la pratica quotidiana.

A Ivg.it aveva dichiarato durante la campagna elettorale 2013: “Nelle potenzialità di Ceriale c’è una magnifica zona collinare, che presenta risorse di primo piano. Sto pensando al Parco Regionale del Torsero e alla Valle Ibà. Di certo sono meta di appassionati, ma restano isolati: chi viene a Ceriale spesso li dimentica. Tali risorse vanno integrate con il resto del tessuto, poiché la fortuna di un paese dipende dalla varietà dell’offerta. Ciò si realizza con la collaborazione tra diversi settori: i residence e gli alberghi, che propongano pacchetti turistici con escursioni guidate; i negozi di sport, che affittino biciclette o guide a tale scopo; i ristoratori. Naturalmente il Comune dovrà “procacciare” i turisti all’estero, nelle fiere locali” . E ancora: “Sono piccole cose, che in città come Finale sono però grandi realtà. In questa ottica Peagna e la strada panoramica sono le nostre “Manie” e come tali andrebbero valorizzate. Tutto questo avviene in perfetta continuità con quello che ha già realizzato l’amministrazione uscente. La rete delle infrastrutture sarà di primaria importanza, a partire dai marciapiedi a ponente, e dalla passerella con Borghetto S. Spirito. Sulla passerella è pronto lo studio di prefattibilità; si attende che il Comune limitrofo ne confermi la destinazione a passaggio pedonale, per garantire continuità al transito. Ai classici grandi eventi dell’estate cerialese si affiancherà uno sforzo per garantire in modo semplice la mobilità delle persone, che avranno più occasione di scoprire il nostro patrimonio” .

Avatar

Trucioli

Torna in alto