Numero visualizzazioni articolo: 1.729

Signor sindaco Canepa, dopo la santa Comunione ha il dovere di rispondere a Lucchini. Cooperativa (‘sola’) da 130 mila €

Agosto afoso, da record storico. Agosto amaro per la squadra (antidecoro) del sindaco – imprenditore Enzo Canepa, Zioni e C.  L’incendiario Fabio Lucchini ha lasciato il ruolo di politico funambolico. Macchina fotografica in mano ha immortalato alcune chicche di Alassio – vergognatevi. Ha tirato in ballo una cooperativa di cui trucioli.it aveva scritto invano nel 2014, coinvolgendo due vigili urbani  savonesi ‘solidali’ nel dare lavoro. Non abbiamo altro da aggiungere, se non richiamarci ad un briciolo di dignità e diritto di replica. In attesa, leggiamo ed osserviamo le immagini,  per la gioia dei tenaci operatori turistici, dei ‘mitici’ Bagni Marini, dei massa-santissima che tengono il ‘sacco’. 

Ma questo è il modo di amministrare del centro-destra ? Non mi pare !

“ Gli inadeguati e gli incapaci abbiano il pudore di farsi da parte… per il bene comune “

Alassio – Una città enigmatica: definita da tanti almeno nel passato la perla della Riviera dei fiori oggi annovera ben due aiuole un all’ingresso da levante e una all’ingresso da ponente fatti in materiale sintetico, erba finta, ciottoli vulcanici e ghiaietto, bella a vedersi ma finta, proprio qui dove i fiori veri, il verde vero, la pulizia e l’ordine dovrebbero essere il biglietto da visita della città rivolto ai turisti nuovi o “ aficionados “ che siano. L’autore del capolavoro, vista la spesa, un blasonata ditta di Loano.

Tutto questo ben di Dio del valore di pochi ma veramente pochi euro il Comune lo paga all’ incirca ben 12 mila, ma c’è una chicca anche qui: la spesa include un servizio manutentivo delle due aiuole che nei mesi estivi deve essere svolto ogni 10 giorni e in quelli restanti con frequenza quindicinale, peccato che non sia previsto un metodo con il quale in Comune, ente committente e pagante con denaro pubblico queste prestazioni, possa sorvegliare la avvenuta manutenzione se non, diremmo noi, rilevando la crescita di qualche filo d’erba, questa volta vera, non prontamente asportato….

Ma “ non sufficit “: abbiamo un affido dello scorso Maggio 215 a una Cooperativa molto attiva qui in città dall’avvento dell’amministrazione Canepa, per bagnare le piantine di oleandri in passeggiata Ciccione, intitolata all’ex sindaco in segno di considerazione, che ora si rivolterà nella tomba vedendone da lassù le condizioni quantomeno impresentabili in cui versa; ciò che sconvolge maggiormente è che il Comune ha ancora una volta deciso di elargire con una “ garetta “ ad hoc la non modica somma di 28.500 euro per mantenere il verde della passeggiata in questione, per soli 5 mesi estivi, a partire dal Maggio scorso per una spesa di circa 6 mila euro / mese, per dare da bere a un numero esiguo di piantine con l’acqua sempre a carico del Comune, s’intende!

A metà di passeggiata Ciccione c’è da parecchi anni un Wc pubblico ormai chiuso da un lucchetto da due anni, che inutile dirlo, nessuno ha pensato di dare in manutenzione alla stessa cooperativa per renderlo fruibile a chi avesse la necessità di espletare esigenze fisiologiche in quel tratto, ci mancherebbe a dirlo, ma neppure si è pensato di chiedere, sempre a questa cooperativa che annovera appunto attività di giardinaggio nel suo statuto, di ripulire almeno la passeggiata dagli aghi dei pini marini che il vento raccoglie in piccoli mucchi anche sotto le macchine parcheggiate sempre a fianco della medesima sulla via Aurelia, che hanno la pericolosa capacità, in caso di temporali estivi rabbiosi che scaricano una valanga d’acqua in pochi minuti, di occludere le griglie che sono presenti sull’ Aurelia, che così non riescono a scaricare la valanga d’acqua nelle condotte che vanno a mare. E poi la tristezza nel vedere, come le immagini mostrano inequivocabilmente, la più totale assenza di verde, di erba vera sempre in quel tratto della passeggiata Ciccione tanto da essere ridotta a un paesaggio caratterizzato da terra brulla, che quando c’è vento arriva addirittura in spiaggia addosso ai villeggianti.

Insomma per dirla in parole povere ma concrete si poteva almeno sostanziare un po’ meglio queste enorme cifra di 28.500 euro affidando nel contempo questi incarichi a corollario e giustificare una cifra che di per sé risulta difficilmente comprensibile.

Va ricordato che questa Cooperativa da quando è salito al comando della città il Sindaco Enzo Canepa avrebbe introitato a quanto ci risulta non meno di 120 / 130 mila euro di denaro pubblico a volte con scarsi risultati nell’attività svolta. Spesso contratti di fornitura di servizi annuali dove nella determina / delibera non v’è neppure la data d’inizio della prevista attività, cosicché non è dato capire quando il servizio si iniziato, data indispensabile giusto per poter comprendere quando sia o sarà terminato .

Tanto per ricordare, viene a mente la porzione superiore e pubblica del parco cittadino attiguo a Villa Fiske, che anche lo scorso anno versava in condizioni che definire pessime corrisponderebbe ad usare un eufemismo (vedansi le immagini allegate) , ma ciò che viene alla fine spontaneo chiedersi è chi c’è dietro a questa Cooperativa, chi è il manovratore occulto dietro le quinte del potere locale e inter-comunale che le permette di accedere a queste operazioni godendo di simpatie e credibilità anche da parte dei Dirigenti comunali !

E poi noi ci chiediamo come mai un partito, il PdL, che nel 2008 alle Elezioni politiche nazionali vinse con una maggioranza straripante è stato un attimino ridimensionato e oggi il paese è nelle mani di un Premier, il terzo della serie è bene precisare, non eletto con il voto popolare ? Semplice: perché quando qualcuno dei nostri è lì al comando non fa ciò che dovrebbe, ma che soprattutto non agisce come coscienza suggerirebbe doversi fare e di conseguenza !

Francamente, sarebbe davvero interessante sapere cosa ne pensa la Corte dei Conti di queste modalità di investimento di denaro pubblico …. Noi siamo propensi a ritenere che tutto sia in regola e svolto con acume e raziocinio, ma altri più esperti di noi, potrebbero anche essere di diverso avviso !

Fabio Lucchini – già capogruppo PdL , oggi Forza Italia

Alassio, 07/08/2015

 

 

La giunta Canepa aveva votato a favore, su proposta dell’assessore Rossi. Un locale in centro città a 100 € annui d’affitto, poi corretti a mensili. E tanti manifestini sarcastici. Tanto chiasso per nulla ? E’ andata male pure per la ‘gran cagnara’ 2015, con via Dante chiusa al traffico. Tutto bene, invece, per la tradizionale festa di Sant’Anna; anche il primo cittadino ha ricevuto la Santa Comunione dalle mani del vescovo Borghetti. Un buon segno !

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi