Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Balestrino. Il Secolo XIX di 53 anni fa diede notizia delle nozze ‘segrete’ di Caterina Richero alla ribalta per le apparizioni (138) della Madonna

Era il 16 gennaio 1970. Gli sposi avvalendosi  dell’art. 13  del diritto canonico ottennero la dispensa  dalle pubblicazioni. Il Secolo XIX, in cronaca nazionale, fece lo scoop. Le nozze di Caterina Richero  ” da vent’anni  alla ribalta della cronaca per le apparizioni di Balestrino s’è unita in matrimonio  con Giuseppe Visconti, muratore piemontese”. La celebrazione alle 6,30 del mattino. Lei trentenne, infermiera al Santa Corona, lui 34 enne. Poi sul Monte Croce il Santuario della Madonna della Riconciliazione e della Pace.

Il 5 ottobre 2012 Maria Pia Zacchi presentava in anteprima, al Giardino Letterario Delfino di Albenga, il volume  ‘Monte Croce’ stampato dalle edizioni del Delfino Moro. “Un momento di forte spiritualità. Storia, esperienze, la voce della gente testimone, intervista a Caterina Richero, la veggente di Balestrino, tutto ci porta a riflettere su una vicenda troppo profonda da comprendere. Dopo così tanti anni come mai tanti pellegrini, moltissimi i francesi, salgono al Monte Croce il 5 del mese per pregare Maria SS: madre di Dio, che visitò la nostra terra ? ”

Monte Croce. Una cima di 756 mt che diventa ben conosciuta a partire dal 5 ottobre 1949, da quando cioè la Madonna- secondo la testimonianza di Caterina Richero, allora fanciulla di 9 anni –  avrebbe scelto quel luogo per apparirle. Le apparizioni secondo la testimonianza  della stessa Caterina, sarebbero poi state 138. Alcune  sul Monte Croce altre a Bergalla, frazione di Balestrino, 2 ad Albenga. Il 5 ottobre 1971, Caterina raccolse queste parole: ” questa è l’ultima volta che vengo in mezzo a voi. verrò un’altra volta solo per te, ma la data ti resta sconosciuta”. Il 5 novembre 1986 la bella Signora avvolta di luce le apparve  – come ella sostiene- in casa. Erano trascorsi 15 anni di struggente attesa, splendidamente ripagata.

IMPULSO ALLA DEVOZIONE DATO DA MONS. MARIO OLIVERI –   Nel luglio 1991 autorizza la preghiera pubblica, compresa la celebrazione della S. Messa e vuole che a Monte Croce si invochi la Madonna  del Cielo con il titolo di Madonna  della Riconciliazione e della Pace.  Il 7 ottobre 1992 incorona la statura venerata nella cappella  del Santuario, e si reca  a Monte Croce due volte l’anno per devozione personale e per esortare i pellegrini a vivere i messaggi, che la Madonna ha dato a Caterina.

I MESSAGGI – Caterina domanda alla bella Signora: Chi sei ? Risposta: “Io sono l’Immacolata Concezione”. Nei messaggi, che corrispondono ad ogni apparizione, la Madonna parla da Mamma. Dice  con dolcezza: ” Cari figli”e,  come una buona Madre, indica i mezzi della salvezza: il Santo Rosario, la penitenza, il sacrificio e la riparazione. Con il messaggio del 5 ottobre 1971 fa sapere: “Sul Monte  Croce troverete la luce e la forza, ed Io, in questo luogo, vi otterrò numerose grazie”. “Voi desiderate pace e pace, ma la vera pace l’avrete solo quando amerete veramente Gesù…Il mio cuore  potrà darvi tutte quelle gioie che nessuno mai vi potrà dare”.

IL MONTE DELLA PREGHIERA – Ora Monte Croce è diventato il monte della preghiera. I pellegrini, attratti dalla madre della Riconciliazione e della Pace, purificati nel sacramento della Riconciliazione, attendono in  gioiosa preghiera, insieme a Caterina, che la Bella Signora venga ancora per l’ultimo incontro: quello del Cielo.

LA  DEVOZIONE DELLA MADONNA SUL MONTE CROCE –   Fino al 1971 vere folle hanno invaso Balestrino. In seguito l’afflusso dei pellegrini ha subito un forte rallentamento per varie vicissitudini, Riprende nel 1991, quando il vescovo Mons. Piazza, ottiene che la cappella- costruita dai balestrinesi con le offerte dei pellegrini- passi dall’amministrazione civica a quella della parrocchia.

IL 4 GIUGNO 2015 ARTICOLO DI TRUCIOLI.IT- BALESTRINIO DA 65 ANNI PREGA. La prima  Messa  del vescovo Borghetti  (vedi…….)

LA STAMPA DEL 1 MARZO 2011

Avatar

Trucioli

Torna in alto