Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Albenga e le sue primizie. Fossati dagli anni ’30 a ’60. Evoluzione ai nostri giorni. 2/In pensione il dott. Renzo Contin, appello del sindaco

“Le Primizie Albenganesi: dalle spedizioni ai grandi personaggi del passato (Elisabetta II, J. F. Kennedy, N. Krusciov)…. al mercato di oggi”. Vedi anche la cerimonia di inaugurazione del monumento al volontario realizzato in occasione del 110° anniversario dalla fondazione della Croce Bianca di Albenga. Leggi le altre notizie di Albenga del passato e del presente.

La conferenza ad ingresso gratuito, avrà inizio nella Sala San Carlo in Via Roma 58 alle ore 17 e si concluderà con un rinfresco offerto dalla Fondazione G. M. Oddi.

La Fondazione G. M. Oddi per la rassegna “Albenga Passato e Presente” propone Sabato 14 gennaio 2023 la conferenza “Le Primizie Albenganesi: dalle spedizioni ai grandi personaggi del passato (Elisabetta II, J. F. Kennedy, N. Krusciov)…. al mercato di oggi”.

La storia della ditta albenganese “Fossati” che dagli anni Trenta agli anni Sessanta del secolo scorso si era specializzata nella commercializzazione delle migliori primizie della piana, l’asparago violetto, il carciofo, la zucchina, il pomodoro. Dopo un’accurata selezione, la Fossati provvedeva ad inviare il fior fiore della produzione locale ai più lussuosi alberghi d’Italia e della Costa Azzurra frequentati dai personaggi più in vista della società del tempo.

La Fossati raggiunse una tale fama da essere prescelta dai vari Ministeri Italiani per spedizioni diplomatiche a Capi di Stato stranieri passati alla storia, come la Regina d’Inghilterra, i Presidenti degli Stati Uniti, dell’Unione Sovietica e altri Paesi.

A far rivivere quelle mitiche spedizioni l’erede della Ditta, Guido Fossati. Interverrà alla conferenza il prof. Giuseppe Rossi che parlerà dell’evoluzione delle spedizioni dal passato sino al mercato odierno. Coordina l’incontro Mario Moscardini.

IL SECOLO XIX DEL 9 GENNAIO 1970 pubblicava una ampio articolo in cronaca nazionale a firma del collaboratore e scrittore alassino Giannetto Beniscelli. Il titolo e sommario sosteneva che “Le coltivazioni della piana di Albenga  non tengono il passo con il mercato comune. La trasformazione agricola  s’è fermata a qualche promettente esperimento. La maggior parte dei coltivatori  è rimasta ancorata  alle vecchie tradizionali attività e a impianti ormai superati”.

ALBENGA E IL MONUMENTO AL VOLONTARIATO: MENS OMNIBUS UNA – Cerimonia di inaugurazione del monumento al volontario realizzato in occasione del 110° anniversario dalla fondazione della Croce Bianca di Albenga e dedicato a tutti i volontari. Il monumento posizionato di fianco alla sede della Croce Bianca su Lungocenta Croce Bianca simboleggia i volontario in soccorso ad un fanciullo che chiede aiuto.

 

ALBENGA ERA GIUGNO DEL 2010. IL SECOLO XIX TITOLAVA:

‘PER AVERE LA RESIDENZA OCCORRE UN REDDITO’

Il sindaco Guarnieri: il tetto sarà di 500 euro, il minimo per vivere e non fare i delinquenti. L’opposizione insorge.

ALBENGA 23 MARZO 2016. IL SECOLO XIX. 

A ROSY LA LEADERSHIP DELLA LEGA. DAREMO LA SCOSSA AL SINDACO.

A BORGHETTO LA RINASCITA DEL CARROCCIO FIRMATA RICOTTA.

ALBENGA – L’Ambulatorio screening HPV non deve chiudere

In pensione il dott. Renzo Contin

Comunicato stampa – Dal 16 gennaio il dott. Contin andrà in pensione. Il sindaco Tomatis: “Medico preparato che ha fatto la storia della ginecologia ad Albenga. Auspichiamo che il servizio per la prevenzione del tumore al collo dell’utero che gestiva rimanga sul territorio”.

Il sindaco di Albenga dott. Riccardo Tomatis commenta la notizia del pensionamento (il prossimo 16 gennaio) del dott. Renzo Contin.

Si può dire che Renzo Contin, veneto di nascita della quale origine non ha mai abbandonato la cadenza, è stato adottato dalla nostra comunità diventando vero e proprio punto di riferimento del territorio per quel che concerne la ginecologia in generale e, in particolare, la prevenzione del tumore al collo dell’utero.  Contin è un medico molto preparato che ha fatto la storia ginecologica di Albenga. È sempre stato molto apprezzato anche per la sua particolare empatia e per il rapporto molto diretto che riusciva a instaurare con le pazienti. Nella sua carriera ha ricoperto numerosi ruoli sempre con competenza e serietà. Ultimamente era il responsabile dell’ambulatorio di screening HPV. Effettuava le colposcopie (esame per visualizzare in modo approfondito il collo dell’utero), quando necessario dopo i primi accertamenti ambulatoriali in consultorio, sia ad Albenga che a Santa Corona. In occasione del suo pensionamento colgo l’occasione per ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per la comunità del distretto albenganese, temo però che, un servizio importante come è quello della diagnosi precoce del tumore collo utero, rimanga scoperto. La diagnosi precoce e la prevenzione di questo tumore oltre a salvare numerose vite di giovani donne, evita interventi chirurgici demolitori con degenze lunghe in strutture ospedaliere. Ci auguriamo che la direzione ASL non interrompa questa attività di fondamentale importanza. È fondamentale mantenere questo servizio ad Albenga località che fa capo ad un comprensorio ampio ed è, inoltre, un obbligo morale nei confronti associazioni che hanno donato parte di una strumentazione adeguata a mantenere questo tipo di attività diagnostica nel nostro territorio”. 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto