Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Loano, Silvana vuole la residenza ma ha l’auto come casa. Richiesta respinta dopo 9 ispezioni. Donne story quel giorno di Fernanda annegata in porto e la 16 enne uccisa al passaggio a livello

Loano oggi. Silvana C. 53 anni, chiede la residenza al Comune di Loano; richiesta respinta dopo 9 ‘sopralluoghi’ dei vigili. L’unica volta che è stata trovata ‘soggiornava’ all’interno di un’autovettura. Loano ieri: dall’archivio di Trucioli.it. Accadeva nel 1976. Fernanda Fagiano, 25 anni, annegata in porto. Nessuno si volle tuffare. E Viviana Bianco, 16 anni, uccisa ad un passaggio a livello davanti ad una piccola folla.

Fai un click sull’immagine per ampliare la lettura

Ai nostri giorni molte notizie non trovano più spazio neppure sui media locali più seguiti e popolari. Notizie cestinate: non interessano ? Eppure chi ha segnalato a trucioli.it il caso di Silvana C. merita attenzione. Sarà vero che siamo di fronte ad un’eccezione nella città dell’opulenza diffusa, del boom di seconde case, di spiagge e centro storico affollati, di Aurelia intasata, business di parcheggi a pagamento, di nuovi negozi e bar che aprono, manifestazioni di ‘grande caratura’ turistica come ‘universo in rosa‘ (vedi risonanza nazionale e forse europea? che ci invidiamo gli esperti di marketing?).

Unica eccezione, salda, resta lo zoccolo duro del disinteresse a realizzare nuovi alberghi (vedi zona alberghiera deserta) e l’ultimo costruito è finito prima in amministrazione controllata del tribunale di Savona e poi ‘salvato’ e acquisito da un gruppo finanziario di Rovigo. Loano, saldamente, sempre elettoralmente a destra (solo alle politiche 2018 l’M5S quasi il più votato), ora pure all’estrema destra leghista di Salvini prima gli italiani e di Fratelli d’Italia rimasti fuori dal consiglio ma che le previsioni per il turno di settembre vedono in assoluta rimonta.

E pare non siano neppure segnali allarmanti, nel panorama socio economico loanese, leggere la sequenza di atti depositati nella ‘casa del Comune’ “nell’impossibilità di effettuare la notifica  ai destinatari  stante l’assenza nel Comune di loro abitazione , ufficio o azienda“, da qui il “deposito degli atti dell’Agenzia delle Entrate mediante affissione secondo quanto previsto dagli articoli….”. Ben 50 notifiche  nel mese di luglio, dal primo gennaio  oltre 200, da cui emergeva anche il caso del titolare di un bar-ristorante-discoteca- spiaggia (poi messa all’asta dal Comune ed aggiudicataria un’impresa di Milano) di cui si erano perse le tracce. Persona peraltro assai nota anche per appartenere ad un gruppo famigliare numeroso e che negli anni ha gestito altri locali in città.

Comunque forse c’entra poco, almeno a nostro avviso, il colore politico nella curiosa vicenda di Silvana e di cui riproduciamo parte della documentazione, dopo aver ‘sbiancato‘ dati sensibili. Ebbene si apprende che il 13 luglio scorso l’Ufficiale d’anagrafe delegato, Leone Concetta Rosalba, “vista la domanda  presentata in data 1-6-2022 con la quale Silvana C. nata a Trabia (PA), nel 1969, dichiarava il trasferimento in questo Comune in via dei Gigli 63 e che in sede istruttoria sono stati accertati i motivi ostativi all’accoglimento  dell’istanza…..”. Vengono elencati con data ben 9 sopralluoghi, di cui uno con esito positivo. “La richiedente ha dichiarato  di dormire e comunque soggiornare  all’interno di un’autovettura  posteggiata nei pressi della via Aurelia n.4-6, durante i quali sul posto è stato pure trovato Luigi P. ….e a seguito di quanto sopra esposto si da parere negativo…”.

Quale sorte attende Silvana ? Chi si occuperà di lei ? Le parrocchie ? Le assistenti sociali anche se non ha titoli per la residenza ? E iscritta agli ‘ultimi delle terra’. Come vive non percependo ancora neppure la pensione minima o può contare su qualche altro sostegno ? Si parlerà ancora di lei solo quando potrebbe accadere il peggio ?

DUE TRAGEDIE CHE NEL GIUGNO LUGLIO 1976 SCOSSERO LOANO E LA PROVINCIA CON PRIMA PAGINA SUL SECOLO XIX.

LA STAMPA –

IL SECOLO XIX: SEDICENNE TRAVOLTA DAL TRENO AL PASSAGGIO ALLE LIVELLO CON LE SBARRE ABBASSATE

INTERROGAZIONE DEI CONSIGLIERI REMBADO E PICCININI: SERVE PIU’ PULIZIA E DECORO. UN TEMA, AGGIUNGIAMO NOI, CHE TRUCIOLI HA AFFRONTATO PIU’ VOLTE NEGLI ANNI ANCHE CON REPORTAGE FOTOGRAFICI. IL DIFFUSO DEGRADO DI AIUOLE E AREE VERDI DOVE NON SI FA VERO GIARDINAGGIO, CI SI LIMITA AL TAGLIO DELL’ERBA ED ERBACCE. MA A LOANO SE VUOI OTTENERE RISULTATI AFFIDATI AL BENIAMINO DI PALAZZO DORIA: L’INFORMAZIONE ALLA IVG.IT E C.  I SOLDI RISPARMIATI DA LETTIERI SINDACO CON LA N.U.

Comunicato stampa – Nuova Grande Loano non smette di sollecitare il sindaco Lettieri e la sua maggioranza affinchè prendano i necessari provvedimenti per riportare un po’ di pulizia e decoro a Loano.

“Dopo tante promesse da parte della maggioranza, vediamo che Loano continua a versare in un inesorabile degrado sotto diversi punti di vista” – commenta il consigliere di Nuova grande Loano Giuseppe Rembado – “Nella mia ultima interrogazione pongo l’accento sui problemi di ordine pubblico, che sono anche figli di problemi comportamentali, per i quali non viene fatto nulla, o se viene fatto qualcosa evidentemente non serve ad ottenere i risultati sperati. In buona sostanza, l’attuale maggioranza non si sta dimostrando capace di invertire la tendenza di fronte all’ involgarimento della nostra cittadina, è evidente come le eventuali azioni promosse non siano né efficaci né sufficienti.”

“Loano è sempre più spesso teatro di atti vandalici, microcriminalità, spaccio. “ – continua il consigliere Rembado – “Purtroppo l’ordine pubblico non riesce ad essere garantito, e la condizione di sporcizia, disordine e trascuratezza della nostra cittadina fa si che ogni comportamento al limite dell’inciviltà appaia lecito. Gli spazi abbandonati de “La Marinella” sono l’esempio perfetto della nostra involuzione e della inettitudine della amministrazione Lettieri : ridotti ad un cumulo di sporcizia, frequentati da topi e balordi, un pugno allo stomaco per chiunque. Il sindaco avrebbe potuto e dovuto inserire nelle condizioni di gara l’obbligo a carico del vincitore di “fasciare” l’intera struttura con grandi teloni raffiguranti il nuovo “La Marinella”, ma anche questa opportunità non è stata né vista né colta.”

Il problema della pulizia, prioritario sia per il decoro che per la salute pubblica, viene ulteriormente sottolineato anche nell’interrogazione protocollata dal consigliere di Nuova Grande Loano Giacomo Piccinini.

“Ci sono aspetti che sono alla base della ripartenza di una cittadina, condizioni indispensabili e necessarie sulle quali non si può transigere. La pulizia è uno di questi aspetti. “ – dichiara Piccinini – “Questa estate le temperature sono insolitamente elevate, così come il tasso di umidità, e questo aumenta significativamente la necessità di gestire i rifiuti, particolarmente organico e indifferenziato, con maggiore attenzione. Sarebbe necessario un incremento dei passaggi di svuotamento dei cassonetti dedicati a queste due tipologie di rifiuti e una  pulizia degli stessi effettuata regolarmente. “Sottolineo che il sindaco ha il potere di prendere questo tipo di decisioni ai sensi del Decreto legislativo 152/2006, dove l’art.191 comma 1 gli permette “.. il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti, anche in deroga alle disposizioni vigenti…” – prosegue il consigliere Piccinini – “Non solo, può anche adottare interventi contro chi sia “.. responsabile dell’abbandono o del deposito incontrollato di rifiuti..”. Peraltro, dovrebbero esserci i fondi economici per coprire questo come altri interventi atti a migliorare la pulizia a Loano. L’incauta e discutibile scelta di “scaricare” sui privati residenti in condominio l’onere del servizio in&out, secondo il sindaco Lettieri ha fatto risparmiare al Comune di Loano circa 150.000€, quindi o i cittadini dovrebbero vedere abbassarsi gli importi della Tari, o dovremmo avere una città più pulita.”

LA FRUSTA DEL GIOVANE LEGHISTA MATTEO PESCE

Sul web-social di Pesce si legge: “L’amministrazione #Lettieri sta dando prova di grande attenzione per il #territorio: sicurezza, turismo, sviluppo e chi più ne ha più ne metta.
Non abbiamo intenzione di cadere in provocazioni basate su #demagogia e #populismo di quart’ordine. Abbiamo dimostrato più volte che il #buongoverno targato Lettieri Luca preferisce i fatti alle parole”.

Un ‘navigatore web’ commenta. Niccolò Nari, postando foto a ‘testimonianza’: “Lampioni accesi. Visto che a Loano è tutto così perfetto, pulito ecc. Si può fare qualcosa per spegnere questi benedetti lampioni che da settimane sono accesi fino a tarda mattinata?”

Post di Flavio Olmi del 12 luglio –  ….Fantastico Luca (sindaco), ti segnalo continui atti vandalici nella parte dei campi all’aperto della bocciofila loanese, minorenni sfasciano tavoli e sedie e hanno distrutto l’impianto di irrigazione, grazie.

DISSUASORI IN MARMO NERO….

Determina del comune di Loano-….”è necessario acquistare dei nuovi dissuasori a forma sferica in marmo nero ricostruito da installare in Via Isnardi dall’ingresso di Via Damiano Chiesa in sostituzione di quelli esistenti;…..l’installazione avverrà ad opera di ditta specializzata nel settore edile-stradale che verrà individuata appena si renderà disponibile il materiale;….ACCERTATO che la ditta METALCO S.R.L. con sede legale in Via della Fornace 44 31023 Castelminio di Resana (TV); garantisce in tempi brevi la fornitura del materiale di cui trattasi di gradimento dell’Amministrazione Comunale; ha presentato offerta di 4.098,31 oltre IVA 22%, ritenuta congrua con i prezzi di mercato…

FONDO DI RISERVA PER NUOVE SPESE LEGALI DA PARTE DEL COMUNE….

Denominazione “Spese per atti a difesa ragioni comune” importo prelevamento totale
euro
26.286,06.

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto