Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Cairo Montenotte: Al Patetta progetto ‘Oltre il confine’. Immigrati dall’estero

Progetto “Oltre il confine” degli studenti della classe V^ sez. G Indirizzo Meccanica – Meccatronica dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Federico Patetta” di Cairo Montenotte. Un’iniziativa coraggiosa e innovativa che merita la giusta promozione.

Gli immigrati provenienti dallestero sono ormai una realtà consolidata e ineliminabile
del panorama economico e sociale non solo in Valbormida ma in tutto il comprensorio
e oltre. Fino ad oggi, però, nessuno aveva ancora analizzato sistematicamente la
provenienza, le caratteristiche, i percorsi di vita e le speranze di quella parte di
migranti che si affaccia al mondo della scuola. Oltre il confine, il progetto realizzato
dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Federico Patetta” di Cairo Montenotte colma
finalmente questa lacuna, e lo fa con un’indagine interamente pensata e condotta
dagli stessi studenti.

Gli allievi della classe 5a G Meccanica Meccatronica della scuola
cairese hanno infatti ideato e pianificato un questionario somministrato poi ai propri
compagni del settore tecnologico e tecnicoprofessionale che sono immigrati di prima
(nati, cioè, allestero) e di seconda generazione (nati in Italia ma da genitori stranieri)
e che rappresentano ormai tra il quindici e il venti per cento del totale degli iscritti. I
dati raccolti sono stati controllati e analizzati attraverso un ulteriore lavoro collettivo
che testimonia non solo la qualità della preparazione professionale e culturale degli
studenti stessi ma anche la capacità di lavorare efficacemente in team per realizzare
il prodotto finale.

Quello che esce fuori è uno spaccato inedito e per molti versi sorprendente sulla
componente straniera in Valbormida: un microcosmo variegato e spesso inaspettato
sul quale tutti dovranno confrontarsi, in un momento in cui “l’inverno demografico”
(il repentino e fortissimo declino dei tassi di natalità e il correlato e drammatico
invecchiamento della popolazione indigena) obbliga la Valbormida a ripensare ai
migranti non nei tradizionali termini più o meno “educatamente razzisti” ma come a
una “inevitabile ricchezza” da integrare e includere nel panorama sociale.

Un percorso ricco di opportunità ma non esente da ostacoli e insidie che traspaiono dalle risposte al questionario, dai frammenti di vita raccolti e dalle interviste che completano il
lavoro.

La versione in formato pdf dell’opuscolo è oggi disponibile e può essere consultata
collegandosi al sito Internet dell’Istituto (
www.patettacairo.edu.it). Gli studenti
hanno inoltre realizzato una versione html del libro, che potrà essere presentata
nell’ambito del prossimo esame di Stato.

Avatar

Trucioli

Torna in alto