Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Recovery Plan Liguria: c’è aria fritta. Proposte nuove: gronda autostradale savonese e potenziamento ferrovia Savona Torino. Raddoppio a ponente non risolve il traffico metropolitano

A febbraio la Liguria ha espresso un fabbisogno di infrastrutture al Governo, per chiedere i finanziamenti e sfruttare il Recovery Plan. Dalle informazioni di stampa solo acqua ritrita! Il raddoppio ferroviario Genova-Ventimiglia, la variante Aurelia bis da Savona a Savona-Vado, un autoparco di ponente.

di Paolo Forzano

Il raddoppio ferroviario Genova-Ventimiglia è un’opera che non è radicata sul territorio, anzi è “contro”! Non è una linea ad alta velocità, solo pochi km a 180 km/h, il resto a 160 km/h, ovvero velocità standard! Per contro le stazioni sono state falcidiate e quelle poche rimaste spostate lontanissimo dai centri abitati. Pertanto molto poco utili ad un traffico metropolitano. Ad esempio Sanremo con la nuova stazione decentrata ha perso oltre il 40% di traffico.

La variante Aurelia bis da Savona a Savona-Vado una opera costosa e largamente inutile, assolutamente con rapporto negativo sui costi/benefici. L’Aurelia bis Albisola-Savona è già un progetto tipo “cattedrale nel deserto”. Vogliamo duplicare il fallimento?

Terza ed ultima proposta un autoparco di ponente: opera questa invece è indispensabile. Ma opera da pochi “spiccioli” di valore!

Il Recovery Plan è una occasione unica da sfruttare meglio! A Savona servono molte opere! Non limitiamoci a chiedere “poco”, quando serve molto! Bisogna chiedere! Vi vede  la mancanza di progetti di assoluta necessità per il territorio savonese ed arcinoti.

Assistiamo quotidianamente a forti problemi nel tratto autostradale Varazze-Finale. La ferrovia Savona-Torino è talmente lenta che la usano in pochi.

L’autostrada A6 Savona-Mondovì è allo sfascio, come manutenzione, ed ha un tracciato assai obsoleto, con limiti anche di 70 km/h.

Il “grande tappo” del traffico Albisola-Savona è sempre irrisolto.

La connessione “ultimo miglio” porto di Savona-autostrada è una necessità oggettiva.

Ed allora chiediamo questo!

1)- completamento del raddoppio del tratto Savona-Cairo del tracciato ferroviario Savona-Torino e del tratto Cairo-Alessandria;

2)- rifacimento ex-novo tratto Cairo-Ceva, che assieme al punto 1) consenta il percorso Savona-Torino in un’ora ed un quarto, con evidente grande vantaggio di collegamento anche per la Valbormida.

Da Savona a Torino in un’ora e 15 minuti. Il progetto di massima dell’ing. Forzano. Il raddoppio dei binari tra Altare e Ceva

3)- rifacimento totale della A6 tra Savona-Vado ed Altare: per ovviare al tracciato obsoleto ed alle gravissime problematiche di manutenzione;

4)- costruzione di un nuovo ramo di autostrada “gronda savonese” da Varazze a Finale, allacciato alla A6 ai Tecci, a metà tra Savona ed Altare; soluzione che sostituisce il tratto ligure della problematica Borghetto-Altare-(Predosa)

5)- connessione “ultimo miglio” tra il porto di Savona e l’autostrada (casello Albamare), con connessione all’Aurelia ed il porto (tunnel sottoporto)

– connessione che “porta il traffico” dove il rilevamenti di traffico indicano voler andare ovvero centro città, porto, ospedale;

6)- rifacimento di una corsia della A6 tra Altare e Priero per ovviare al tracciato obsoleto ed alle gravissime problematiche di manutenzione;

7)– potenziamento della A10 Savona-Albenga per ovviare alla sua insufficiente adeguatezza al traffico esistente;

8)- adeguamento statale del Cadibona e statale del Sassello, con ramo Stella-Varazze.

9)- Provinciale 29 Altare-Bistagno – bypass zona commerciale Cairo, bypass Rocchetta di Cairo, raddrizzamento alcune curve

“Chiedere per avere” dicevano i Romani. Vale ancora adesso! Il savonese soffre di una importante carenza di infrastrutture: è il momento di porci mano! E’ il momento di “chiedere”! Ci vuole la massima sinergia tra tutte le forza politiche ed economiche!  Aggiungiamo pure i mass media più rappresentativi della nostra regione. Abbiamo assoluto bisogno! Il momento è propizio a chiedere!

Paolo Forzano

Avatar

P. Forzano

Torna in alto