Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassio, Assoristobar: ‘Impegnati nella qualità del servizio. La politica tuteli di più imprese e lavoratori volenterosi’

L’associazione Assoristobar rappresenta un centinaio di 100 partite Iva in Alassio tra attività di ristorazione ( ristoranti stellati, ristoranti, osterie trattorie, pizzerie, brasserie, pizze al taglio, Pasticcerie, panetterie, gelaterie), di somministrazione ( Bar, tavole fredde, Cocktail bar, American bar) e locali da intrattenimento ( discoteche). Nei giorni scorsi ha rinnovato il suo direttivo e riconfermato presidente Carlomaria Balzola.

Rinnovato il direttivo di Assoristobar che ha confermato presidente Carlomaria Balzola

IL COMUNICATO STAMPA – L’assemblea annuale dell’Associazione Assoristobar di Alassio. Durante l’incontro c’è stata una dettagliata e precisa relazione sull’attività sociale dell’anno precedente. I temi che hanno dato grande risalto e valore all’operato del sodalizio dei pubblici esercizi sono stati: la sicurezza e la creazione di prodotti turistici di qualità al fine di veicolare l’immagine di Alassio anche in periodi di afflusso turistico minore. Il tema dell’emergenza epidemiologica che ha visto una sempre precisa e dettagliata analisi dello stato di fatto e delle norme di attenzione, invitando sempre gli associati a mantenere un profilo di senso civico assoluto.

Il confronto costante e continuo con le Associazioni di categoria e l’Amministrazione Comunale tramite il Tavolo del turismo. Le proposte con gli uffici competenti in merito a modifiche regolamentari per rendere più lineari e maggiormente sviluppabili le norme
comunali.
Al termine della riunione sono stati votati i nuovi membri del direttivo: Presidente: Carlomaria Balzola, VicePresidente: Michela Bertonasco, Segretario: Dario Leone, Tesoriere: Michela Rivolta. Consigliere delegato alle politiche turistico sportive e ai rapporti con gli associati: Franco Nicolosi. Consigliere delegato al demanio: Maurizio Schivo. Consigliere delegato ai rapporti esterni e alle manifestazioni: Gabriele Gianotti.
Il primo commento del nuovo gruppo direttivo è stato: “ Ringraziamo il grande e proficuo lavoro svolto dal precedente direttivo, siamo pronti a rappresentare al meglio la nostra categoria da sempre motore primario del turismo della nostra meravigliosa città”

Tra gli obiettivi, ricordo il presidente Balzola, quello di propugnare con forza la volontà di trasmettere agli associati un servizio di qualità assoluta. Dando un indirizzo basato, per l’appunto, su un offerta variegata ma sempre di livello alto. Nel pieno rispetto della storicità turistica di Alassio. Come Associazione il nostro compito è quello di confrontarci con gli associati, recepire le richiesta ed in maniera univoca presentarle alle strutture di riferimento, sia esse istituzionali che associative”.

L’associazione si sostiene tramite la quota annuale che è di euro 50. Balzola: “Abbiamo voluto mantenere una cifra simbolica perchè essendo autonomi non possiamo garantire quei servizi che invece hanno i sindacati nazionali. Tale cifra serve per mantenere in piedi l’amministrazione burocratica del sodalizio. Benchè autonomi, siamo in stretto contatto con la Fipe ( federazione italiana dei pubblici esercizi) -Confcommercio di Savona”.

Osserva la segreteria di Assoristobar: “Grazie ai buoni rapporti intercorsi con il nostro Presidente Balzola e la Presidenza Provinciale di Confcommercio, riusciamo ad avere sempre delle direttive aggiornate ed attente. Non influiamo invece sui listini dei prezzi degli associati; ognuno lavora in base alla propria scelta, certo è che attualmente tanti locali si stanno adoperando per riuscire a migliorare il servizio in maniera netta verso l’alto. Siamo contrari comunque ad un aumento indiscriminato senza la corrispondenza di un miglioramento dell’offerta. Tutto deve essere rapportato”.

E ancora: “Un’altra problematica che sta interessando la categoria è quella inerente al mondo del lavoro. Purtroppo situazioni di assistenzialismo statale e datori di lavoro non seri e poco corretti, hanno fatto si che molta manodopera stagionale sia difficilmente reperibile. Su questo bisogna lavorare fornendo maggiore attenzione verso le imprese che non lavorano in maniera corretta ( non mettendo in regola i propri dipendenti, creando una concorrenza sleale) e allo stesso tempo un cambio intellettuale e di indirizzo lavorativo da parte dei ragazzi che si aprono al mondo del lavoro”.

“La politica al momento non tutela le imprese e i lavoratori volenterosi e apre un ampia voragine per coloro i quali sopravvivono. Siamo in prima linea anche per il discorso sicurezza, un vacanza tranquilla è una vacanza appetibile e ricercata. Dopo alcune battaglie siamo riusciti a fare in modo che anche gli uffici decisionali del governo della provincia abbiano capito quanto sia importante avere un rinforzo di uomini nel periodo stagionale ad Alassio. Questo alla luce dei fatti occorsi nello scorso anno dove episodi di piccola criminalità hanno destato grande preoccupazione nella popolazione e ai nostri ospiti. Alassio è una cassa di risonanza molto forte e qualunque episodio delittuoso ha su tutti i media una forte presa, purtroppo. Da questo nella stagione estiva ci sarà un rinforzo di uomini, sia per l’Arma dei carabinieri che per la Polizia locale, garantendo così un maggiore controllo del territorio…”

LA VOCE DI UN SINDACO (dalla sua pagina Facebook)

Franca Mattiauda ragioniere e sindaco di Bardineto

“Analizziamo un po’ i problemi:  leggo tantissime richieste di ricerca personale da parte di ristoranti, bar, alberghi, stabilimenti balneari.
Certo, il bel lavoro a tempo indeterminato, full time è purtroppo tramontato, ma perché gli esercenti non trovano personale e perché i disoccupati non accettano almeno quei tipi di lavoro ? Quanto incide prendere il reddito di cittadinanza sul fatto di non accettare lavori ?

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto