Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Savona, Giancarlo Pizzorno artista ‘impaginatore’ originale del paesaggio. Il dipinto Costa del Sol nel vecchio porto

Per Vetrine d’artista (sede Banca Carige, ex Carisa, corso  Italia a Savona) espone Giancarlo Pizzorno, dal 3 giugno a 2 luglio, curatore Silvia Bottaro presidente Associazione Aiolfi no profit. Pizzorno, nativo di Cosseria ora vive e lavora a Torino. Leggi anche la mostra virtuale dell’Associazione Aiolfi, con 27 artisti, per la ricorrenza del 2 giugno.

Costa del Sol, 1990, olio su tela, cm. 60×70 (coll. priv.)
Nel settembre 2019 il pittore Giancarlo Pizzorno dona un quadro al Comune valbormidese  guidato dal sindaco Roberto Molinaro. L’opera raffigura la Cappella di San Rocco situata di fronte al Museo della Bicicletta.

La sua lunga carriera artistica è sostanziata da una accurata formazione maturata attraverso la lezione di importanti pittori come Laura Beschi,  Carlo Leone Gallo, Eso Peluzzi e, si può considerare, allievo di Carlo Bossi. E’ vicino con sensibilità originale alla tradizione della pittura ligure ed, in particolare, savonese, in altre parole conosce bene e ripercorre con la sua vena artistica, i moduli, i paesaggi cari già alla Scuola dei Grigi di Carcare, con il loro cantore Anton Giulio Barrili, ossia la Val Bormida, le nevicate, l’ambiente collinare.

Il Nostro riesce a cogliere l’armonia simbiotica che c’è tra l’uomo e la natura, sebbene ormai la modernità ha messo in crisi tale intento, anche estetico che consente la vita. Spesso nelle sue opere l’uomo non è presente ma si avverte la sua “orma”, la sfida antica e densa di significati che porta, anche,a  costruire in simbiosi con l’ambiente: nell’architettura sacra, per esempio Pizzorno avverte l’abbraccio tra natura e cultura ed esalta ciò con i suoi colori, con le sue prospettive.

Tradizione, studio dal vero con meticolosità alla ricerca della luce migliore e del taglio compositivo adeguato lo portano a regalarci scorci della vecchia Savona, case di campagna, emozioni che corrono sul filo della memoria, accese da una tavolozza personalissima ed alquanto poetica, a volte, emozionante che cerca, mi pare di poter dire, di cogliere l’invisibile, la memoria dei luoghi e delle generazioni che li hanno vissuti.

Echi dalla grande pittura dell’impressionismo francese (da Monet a Sisley) in quanto Pizzorno dipinge sempre “en plen air” e segue lo stesso soggetto durante il variare della luce, delle stagioni con trepida poesia, regalando emozioni, financo “racconti” che ormai sono “storia” di certi luoghi  (è il caso dell’imbarcazione del  “Costa del Sole” nel vecchio porto di Savona, ormai scomparso da decenni). E’ un “impaginatore”originale del paesaggio che meglio conosce con un grande rigore intellettuale di chi sa porsi domande, investigando le radici proprie dell’arte. Non a caso ha partecipato a numerose importanti mostre con riconoscimenti a livello sia nazionale che internazionale. Alcune sue opere sono state pubblicate sui cataloghi nazionali Bolaffi negli anni 1976-1978 ed avanguardie artistiche nel 2005.

Silvia Bottaro

MOSTRA VIRTUALE PER RICORDARE IL 2 GIUGNO

L’Associazione “R.Aiolfi” no profit di Savona ha organizzato e pubblicato sulla propria pagina facebook (curata da Cristina Mantisi e Biagio Giordano) dal 22 maggio al 27 giugno 2021. Mostra nata dall’idea di ricordare la Festa nazionale della Repubblica del 2 giugno. Si ringrazia l’ANPI di Savona che ha concesso il suo patrocinio assieme al centro d’arte internazionale “Antinoo” di Roma e al Foro Cultural Puente de Encuentro Cordoba (Spagna), presidente Bernardo José Jurado – istituzione culturale con la quale siamo gemellati – infatti per la prima volta espongono tre fotografi di Cordova: Miguel Angel Ramos Castillo,Francisco Fernandez Rizos “Ferriz” e Pepe Mora Dièguez. Grazie a tutti gli Artisti partecipanti pare di poter dire di offrire molti spunti di riflessione, osservando tecniche diverse, forme, colori che emozionano.

Oggetto. 2 giugno 2021 Festa della Repubblica Italiana. Iniziativa dedicata a tale avvenimento che è la Festa degli Italiani con una mostra virtuale dal titolo Vicine lontananze: vita di una Nazione.

Collocazione della mostra virtuale: pagina facebook dell’Associazione “Aiolfi”, si veda https://www.facebook.com/Associazione-culturale-Renzo-Aiolfi-no-profit-108324377706914/

Durata: dal 22 maggio al 27 giugno 2021

Iniziativa curata da : Cristina Mantisi e Biagio Giordano

Patrocini: Centro d’arte internazionale “Antinoo”,Roma; Anpi Sezione di Savona; Foro Cultural Puente de Encuentro Cordoba (Spagna).

Ideazione: Associazione culturale “Renzo Aiolfi”, no profit Savona a cui rivolgersi per informazioni.

Artisti presenti

  1. Maria Paola Amoretti
  2. Ivo Antipodo
  3. Luisa Bergamini
  4. Miguel Angel Ramos Castillo
  5. Lara Del Pizzo
  6. Pepe Mora Dièguez
  7. Francisco Fernandez Rizos “Ferriz”
  8. Alessandro Fieschi
  9. Grazia Genta
  10. Sabina Giacone Del Buono
  11. Biagio Giordano
  12. Carlo Iacomucci
  13. Cristina Mantisi
  14. Rosy Mantovani
  15. Giovanna Marrone
  16. Umberto Padovani
  17. Lina Passalacqua
  18. Vittorio Patrone
  19. Piero Piangerelli
  20. Adriana Podestà
  21. Antonietta Preziuso
  22. Gianni Ravera
  23. Mariella Relini
  24. Chiara Racca Revelli
  25. Angela Ruffino
  26. Giulio Tassara
  27. Chiara Vallarino
  28. Lilia Viriglio

Ricorre  quest’anno il 75° anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana e questa Associazione, che ha adottato l’art.9 della Costituzione Italiana quale “orizzonte” verso cui tendere con il proprio impegno di volontariato culturale, vuole rammentare tale fatto così importante per la nostra società civile. Nel 2011 abbiamo organizzato la mostra d’arte contemporanea “Adotta un articolo della Costituzione Italiana Articolo 9” e nel suo catalogo abbiamo avuto l’onore di pubblicare il saluto del Senatore Carlo Azeglio Ciampi  che così scrisse: “… Ho più volte avuto occasione di sottolineare, durante il mio settennato di Presidente della Repubblica, l’importanza, l’attualità dei principi fondanti della Repubblica, sanciti in un testo costituzionale di grande significato etico, civile e sociale e di grande impatto unitario nella storia del nostro Paese (…)”.  Orbene, dieci anni dopo, l’Associazione “Aiolfi”, seppur tra molte difficoltà oggettive dettate dalla pandemia, continua nella sua opera cercando di far conoscere meglio il “Bello” che ci circonda e che fa parte di questo bellissimo Paese. Non possiamo accettare di diventare un paese senza arte, storia, musica, teatri, senza ricerca, senza cura del paesaggio e di vedere ridotta, ulteriormente, la qualità della vita delle città, dei paesi: sarebbe  un Italia davvero povera perché perderebbe la propria vera identità. La storia, l’arte, il paesaggio (dalle Alpi agli Appennini)  sembrano così lontane, ma invece sono molto vicine  ad ognuno di noi che è nato, vive e opera in questa meravigliosa Terra.  Noi facciamo parte della “vita” della Nazione, ne siamo testimoni che intendono aprire porte con altre Culture.  Questa mostra ha, pure, un respiro internazionale in quanto il Foro Cultural Puente de Encuentro di Cordoba col quale siamo gemellati, ci ha inviato tre opere di tre loro fotografi (particolarmente intense, significative non solo dal punto di vista artistico). Espongono scultori, fotografi, pittori, incisori – alcuni è la prima volta che ci onorano della loro partecipazione arricchendo, in tal modo, la mostra grazie al loro talento e sensibilità (L. Bergamini, L. Passalacqua, R. Mantovani, P. Piangerelli). Grazie sentito a tutti gli Artisti che hanno scelto di esserci.   (Silvia Bottaro)

 

 

 

 

 

 

 

 

Avatar

Trucioli

Torna in alto