Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Alassiowood e Melgrati. La vera spiaggia story: “Doverosa risposta. Nel mio primo mandato… ma quel dirigente regionale ha potere di vita e di morte. E tuttavia ecco le mie grandi opere e non solo”

Giorni di gloria per il social più diffuso nella Baia del Sole. Il sindaco Melgrati scrive: “Leggo su Alassiowood un post dove in maniera esplicita si attacca l’amministrazione per la posa delle cabine sulla passeggiata…mi sono sentito in dovere di rispondere”.

Il gruppo Alassiowood con 3039 membri. Dalle denunce via social alla satira ‘verità’ ? E Melgrati scrive: Mi prendono sempre per il culo, a volte bonariamente e simpaticamente, a volte in maniera becera, offensiva, maleducata e fastidiosa…

“Durante il mio primo mandato da Sindaco avevo realizzato un progetto con una passeggiata di due metri di larghezza sopraelevata di 60 cm. rispetto alla passeggiata, dove oggi insistono le cabine, in maniera che chi era seduto ai dehor di bar e ristoranti poteva vedere il mare, sia da via Cavour a via Torino, sia in passeggiata Cadorna… in Regione me la hanno bocciata perchè cementificavo l’arenile… alla mia contestazione che la costruivamo dopo il cordolo di cemento che contiene la passeggiata, quindi in una zona già cementificata e ricoperta dalle basole di arenaria, mi era stato obiettato che era troppo impattante… ovviamente ogni due bagni ci sarebbe stata una discesa comune e porte stagne per le mareggiate invernali che ammettevano al corridoio di distribuzione della cabine… non c’è stato nulla da fare…

Un po’ come per la richiesta dei moletti come a Laigueglia che il responsabile dell’ufficio Ecosistema Costiero della Regione (quelli che hanno potere di vita o di morte per qualsiasi progetto che riguarda il litorale, senza controllo politico) ha spiegato nell’ultima riunione, ed è impossibile fargli cambiare idea… Dio solo sa quante volte ci ho provato…se con la barriera soffolta la spiaggia si dovesse allungare (oggi è comunque soggetta, nonostante questo mega ripascimento, ai “capricci del mare” anche se è stata alzata in volume di 60/70 cm che si erano persi, si potrà provare a modificare la disposizione delle cabine mettendole in verticale, con un pò di buona volontà dei Concessionari… sono pratiche lunghe che comunque devono passare al vaglio della Commissione Locale del Paesaggio e poi della Sovraintendenza… anche volendo per questa stagione non si può pensare di rispettare i tempi…

Se il Sindaco facesse una prova di forza i Concessionari ricorrerebbero al Tar, che probabilmente gli darebbe ragione, concedendo comunque la sospensoria… e arrivare al terzo grado di giudizio passerebbero anni….anche se devo dire che qualche gestore di stabilimento balneare più ‘illuminato’ le ha già messe in verticale, lasciando libera la vista del mare… ma sono mosche bianche (la spiaggia del dell’hotel Lido o del Fronte Mare per esempio)… questo è un paese dove ogni innovazione viene, purtroppo , vista con sospetto…io sono anni e anni che dico che a Saint Tropez, che mi sembra meglio frequentata di Alassio, gli stabilimenti balneari di lusso, i più cari, hanno uno o due cabinoni per spogliatoi uomini e uno o due cabinoni per spogliatoio donne… eppure nessuno si lamenta, anzi due materassini per terra al Niky Beach o al Bagatelle (per citarne solo due i più costosi e di moda), senza nemmeno il lettino, costano 100 euro al giorno; e la gente arriva in piaggia con il costume, una camicia e le infradito brasiliane…

Gigi Ciccione, 5000 amici, dalla sua pagina Facebook: Personal trainer ad Alassio Ha conseguito la maturità classica al Liceo di Albenga E studiato alla Scuola Media  Morteo Ollandini di Alassio

Credo sia questione di mentalità… ci vorrà del tempo, dovranno cambiare le generazioni che gestiscono gli stabilimenti (anche se non tutti i giovani gestori mi paiono “illuminati” ma ci si arriverà…. E’ il mercato che comanda e al mercato ci si dovrà adeguare… mi è stato chiesto cosa ne penso e lo ho esplicitato, consapevole di attirarmi le ire di molti gestori di stabilimenti balneari… ma siccome è la terza volta che faccio il Sindaco credo che posso levarmi qualche sassolino dalla scarpa… e se non mi rieleggono pazienza… un lavoro ce l’ho comunque… non ho certo bisogno di fare il Sindaco e di farmelo “menare” ogni giorno per questo o quell’altro motivo…

Lo faccio, insieme con i componenti della Giunta e della maggioranza, per realizzazzare grandi progetti che, con la mia presunzione, penso che altri non riuscirebbero a fare… e non sto a fare l’elenco, ricordando solo il Grand Hotel, il nuovo campo sportivo, il campetto di Loreto, la casa di riposo per Anziani, le passeggiate, l’Aurelia Bis, l’ampliamento del porto, la nuova scuola in costruzione come in costruzione il nuovo parcheggio di via pera da 200 posti auto e la messa in funzione del depuratore primario (pretrattamento)….

Da Facebook: Marcella Rembado e Gigio Ciccione, 18 agosto 2018

Criticare è facile, standosene seduti dietro una tastiera (hic sunt leones, specialmente con la tastiera) o dietro un telefonino, fare è difficile… ci si scontra con la burocrazia, con la mancanza di finanziamenti, con i dicktat di Sovraintendenza o Regione. (e parlo di funzionari, non di politici, con potere illimitato, e nel mio caso anche con la Magistratura inquirente)…

E scusate se in questo sfogo non c’era nulla di goliardico, trattandosi di una risposta su una pagina goliardica…. ma a volte bisogna alzare le braccia e arrendersi… cosa che peraltro non farò mai perchè non è nel mio Dna… anche se su Alassiowood mi prendono sempre, a volte bonariamente e simpaticamente, a volte in maniera becera, offensiva, maleducata e fastidiosa… per il culo… firmato “IL GRAN VISIR”…

Marco Melgrati

 

 

REFERENDUM CABINE BASTANO 700 FIRME….DA IL SECOLO XIX 

(un click sull’immagine per ingrandire la lettura)

IL GRUPPO ALPINI ALASSIO CONTRIBUISCE

AD ACQUISTO NUOVO AMBULANZA PER LO LOCALE CROCE ROSSA

Il gruppo Alpini di Alassio consegna contributo alla locale sede della Croce Rossa di Alassio per l’acquisto di una nuova ambulanza. Residuo di fondi del gruppo Alpini da manifestazioni e castagnate in epoca pre covid

I DUE ESTROSI ALASSINI …

Da TGEVENTS TELEVISION…condotto da  Luca Galtieri e direzione artistica di Marco Dottore

La forza del programma sono i contenuti settimanali che grazie alla partecipazione amichevole da parte di molti artisti-inviati riescono a garantire un ventaglio di servizi a carattere nazionale di forte interesse ed originalità.

Avatar

Trucioli

Torna in alto