Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Che bravo assessore ai Grandi Eventi! Berrino riceve chi pedala fino a Roma per protesta. Il caso di Marco ristoratore

La buona stampa ha il ‘potere’ di ignorare. Ha fatto il giro dei quotidiani liguri (e non solo),dei social con i leoni da tastiera. Eppure la vicenda che ha avuto per  protagonista Marco ‘Secco’ Sanguineti,  con gli onori di cronaca, ha ignorato un paio di cose non proprio insignificanti. Un assessore regionale sanremese, avv. Gianni Berrino (Lavoro e Politiche attive dell’Occupazione, Trasporti, Rapporti con le Organizzazioni sindacali, Turismo, Fiere turistiche e Grandi Eventi) fa da cassa di risonanza alla ‘marcia su Roma’ del ristoratore ciclista per l’occasione. Una promozione istituzionale da ‘Grandi Eventi’.

Il logo eccentrico dal sito Taberna del Foro che recita: …. è un incredibile locale nel centro storico di Albenga, gestito da due personaggi leggendari: Batman & Robin!

Le fa notare al piccolo Trucioli.it (e forse anche ad altri più robusti) un ‘divoratore’ di notizie web: …”il signor Marco è il socio in affari dell’avv. Robello De Filippis che non si può certo dire sia il signor nessuno nell’albengane e  dintorni, basta sfogliare google o la rassegna stampa…; Marco ha raggiunto Roma sulle due ruote suscitando grande interesse e visibilità mediatica, Rai e Tv generaliste incluse. Una pubblicità gratuita per il turismo ed il commercio di casa nostra !? Per farsi ‘ambasciatore’ delle ragioni e del malessere, comune peraltro, causa ‘zona rossa’ da Covid, degli esercenti ingauni di cui il ‘nostro’ fa degna parte. E nella capitale atteso e ricevuto, in semi pompa magna, a leggere alcune note stampa,  dal capogruppo romano alla Camera di Fratelli d’Italia, Francesco Lollobrigida, imprenditore turistico, responsabile nazionale dal 2013 organizzazione del partito…Marco titolato a protestare anche per esperienza diretta avendo ricevuto  sanzioni (contestate e riviste) quale contitolare della Taberna del Foro di Piazza delle Erbe…”. Un campione che sa sfruttare le occasioni buone. Non c’è che dire.

Assai più conosciuto Robello de Filippis che da giugn0 2020 si è dimesso per protesta da presidente del CIV ingauno.  Che a novembre era sceso in pista in difesa del consigliere Roberto Tomatis accusato ‘ingiustamente’ di diffamazione per una mozione presentata in consiglio comunale.  E il lontano 4 aprile 2012 Il Secolo XIX a firma di Luca Rebagliati pubblicava: “Albenga – Dopo le botte, arrivano le dimissioni. Non da consigliere comunale, ma da capogruppo del Pdl. Bruno Robello de Filippis rompe il silenzio mantenuto fin dal momento della scazzottata di cui è stato protagonista con Andrea Esposito (con la partecipazione degli altri consiglieri Pdl Manuel Barbo e Roberto Tomatis, pare in vesti di pacieri) e compie un passo forse non indietro ma quantomeno di lato nel tentativo di placare almeno la bufera politica, se non quella giudiziaria. Ieri mattina Robello ha infatti comunicato al presidente del consiglio comunale Massimiliano Nucera, al sindaco Rosy Guarnieri, e al neocommissario cittadino del Pdl la sua decisione di lasciare l’incarico di capogruppo, e anche quella di autosospendersi dal partito.” Robello nella ‘fratellanza’ e in Fratelli d’Italia ?  Non pensi di riemergere quale ‘fratello muratore‘ ci pensano già le ‘truppe leghiste’ savonesi ed imperiesi, ma anche liguri.

COMUNICATO STAMPA – GENOVA. L’assessore regionale al Lavoro Gianni Berrino ha incontrato oggi Marco “Secco” Sanguineti (nella foto), socio titolare di un ristorante di Albenga che, partito questa mattina dalla città ingauna, arriverà giovedì a Roma in bicicletta – facendo tappa a Sarzana, Livorno e Grosseto – in segno di protesta dopo la sanzione che lo ha costretto a chiudere il suo locale per diversi giorni.
“Ho ricevuto Sanguineti perché la sua è una protesta civile e silenziosa che mette in evidenza le incongruenze dell’art. 37 comma 1 del D.P.C.M. del 02/03/2021 che sanziona i clienti e gli esercenti delle attività commerciali perché stazionano al di fuori dei locali anche solo per attendere la merce ordinata. La pandemia non si combatte con multe inique ma col buon senso”, commenta l’assessore Berrino.

E DA IVG.IT LA BRUTTA CADUTA DI MARCO (Vedi……) con gli auguri di tornare presto sul trampolino.

Avatar

Trucioli

Torna in alto